Sant’Agostino, le frasi più belle

Sant'Agostino è considerato il più grande pensatore cristiano del primo millennio. Filosofo e Padre della Chiesa, visse una giovinezza sregolata per poi arrivare alla conversione, grazie alla passione per la filosofia antica. Le Confessioni, il suo capolavoro spirituale, è considerato a pieno titolo l'opera più importante della letteratura cristiana

da , il

    Sant’Agostino, le frasi più belle

    Oggi, 28 agosto, la chiesa celebra Sant’Agostino: ecco, per l’occasione, alcune delle sue frasi più belle. Nato in Algeria nel 354, Agostino d’Ippona (città dove si spense, il 28 agosto del 430) è una delle figure più importanti di tutta la cristianità. Filosofo e Padre della Chiesa, fu protagonista di una clamorosa conversione, raccontata nel suo capolavoro spirituale – Le Confessioni – considerato a pieno titolo tra le opere più significative della letteratura cristiana. Per ricordare Sant’Agostino, dunque, ecco un breve accenno alla sua biografia insieme ad alcune delle sue frasi più belle.

    Sant’Agostino, breve biografia

    Figlio di un pagano, Patrizio, e di una cristiana, Monica (anch’essa venerata dalla Chiesa come Santa), Agostino cresce istruito alla cristianità, da cui presto però si allontana ritenendola solo una superstizione.

    Inizia gli studi a Cartagine, trasferendosi successivamente prima a Roma e poi a Milano (pur africano di nascita, infatti, Agostino fu romano sia per lingua che per cultura). Conduce una giovinezza piuttosto sregolata, segnata da una lunga relazione e dalla nascita (a soli diciassette anni) di un figlio.

    Insegna grammatica e retorica, si avvicina alla religione dualistica dei Mani e si appassiona allo studio della filosofia antica: la sua lunga e tormentata evoluzione interiore, infatti, finalizzata alla ricerca della Verità, inizia leggendo Cicerone, le Sacre Scritture ma soprattutto le opere dei filosofi platonici. Fondamentale, nel suo cammino verso la conversione, l’incontro, a Milano, con il vescovo Ambrogio che lo battezza nella Veglia pasquale del 387 e conferma l’intenzione del futuro santo di dedicare il resto della vita a Dio.

    Tornato infatti in Africa, Agostino viene ordinato sacerdote e dopo una vita ascetica, segnata da un’intensa attività episcopale e di scrittura, muore per malattia all’età di 75 anni: è il 28 agosto del 430.

    Sant’Agostino, le frasi più belle

    Diventato vescovo, Sant’Agostino si dedica moltissimo alla scrittura e le sue opere, in cui dimostra le sue tesi teologiche (oltre a Le Confessioni, in cui racconta la sua vita e in particolare la storia della sua conversione, ricordiamo La città di Dio, le Epistolae ed una serie infinita di scritti filosofici, apologetici e dottrinali) sono di fondamentale importanza per la storia della Chiesa cattolica.

    Proprio dagli scritti più conosciuti di Sant’Agostino, abbiamo selezionato alcune delle frasi più belle, eccole brevemente qui di seguito:

    ‘La tua anima non morirà se non l’avrai voluta uccidere tu stesso’.

    ‘Quando avrai vinto l’animosità di cui sei schiavo, allora potrai raggiungere quella verità da cui sarai vinto’.

    ‘Il cuore non si innalza come si alza un corpo. Per alzare un corpo, basta cambiargli posto; per alzare il cuore, basta cambiare la volontà’.

    ‘Talvolta chi è troppo perverso d’animo teme di capire, per non essere costretto a mettere in pratica ciò che può avere capito’.

    ‘Le parole non sono state inventate perché gli uomini s’ingannino tra loro ma perché ciascuno passi all’altro la bontà dei propri pensieri’.

    ‘Un’abitudine, se non contrastata, presto diventa una necessità’.

    ‘Dove c’è amore non c’è bisogno del perdono, perché quando ami, ami e basta’.

    ‘Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei mari, dei fiumi, delle stelle; e passano accanto a se stessi senza meravigliarsi’.

    ‘Dio è indicibile; più facilmente possiamo dire quello che non è, piuttosto che quello che è’.

    ‘Meglio essere ripreso da un uomo giusto, che essere lodato da un peccatore’.

    ‘Un cuore integro è migliore di una testa importante’.

    ‘Vuoi essere un grande? Comincia con l’essere piccolo. Vuoi erigere un edificio che arrivi fino al cielo? Costruisci prima le fondamenta dell’umiltà’.

    ‘Sbagliare è umano, perseverare è diabolico’.

    ‘Il sogno, la poesia, l’ottimismo aiutano la realtà più di ogni altro mezzo a disposizione’.

    ‘La misura dell’amore è amare senza misura’.