Scrittrici italiane contemporanee: le più famose

Chi sono le scrittrici italiane contemporanee più famose? Da Margaret Mazzantini a Chiara Gamberale ecco alcune delle autrici italiane più amate e vendute di oggi

da , il

    Chi sono le scrittrici italiane contemporanee più famose? Non solo autori, la narrativa attuale di casa nostra ha, tra i suoi protagonisti principali, anche diverse autrici, donne che con le loro opere hanno conquistato il pubblico ottenendo anche il favore della critica. Molte di loro (vedi ad esempio Margaret Mazzantini e Rossana Campo) hanno ottenuto alcuni dei premi letterari più importanti d’Italia, come lo Strega o il Campiello, altre hanno conquistato le vette dei titoli più venduti del momento. Ma chi sono le scrittrici italiane più famose di oggi? E con quali libri sono arrivate al successo?

    Elena Ferrante

    Elena Ferrante Amica Geniale

    Parlando di scrittrici italiane contemporanee famose, il primo nome che ci viene in mente è quello di Elena Ferrante, e non solo per il mistero – che peraltro sembrerebbe risolto – che ha sempre circondato il suo nome. La Ferrante (pseudonimo – quasi certamente – di Anita Raja, traduttrice e moglie di Domenico Starnone) ha all’attivo una delle saghe più celebri degli ultimi anni, vero e proprio caso editoriale: L’amica geniale, tetralogia dedicata all’amicizia pubblicata tra il 2011 e il 2014, di cui fanno parte Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e di chi resta e Storia della bambina perduta, candidato al Premio Strega 2015. Elena Ferrante (che ha scritto, tra l’altro, romanzi come L’amore molesto e I giorni dell’abbandono, dai cui sono stati tratti gli omonimi film) è tra le scrittrici italiane contemporanee più famose all’estero.

    Margaret Mazzantini

    margaret mazzantini

    Moglie di Sergio Castellitto, Margaret Mazzantini (Dublino, 1961) è una di quelle scrittrici i cui libri diventano subito dei bestseller. Dalla sua penna creativa, incentrata soprattutto sul genere sentimentale, sono usciti non solo romanzi diventati anche dei film (Non ti muovere, vincitore del Premio Strega e del Premio Grinzane Cavour 2002, o Venuto al mondo, con cui si è aggiudicata il Campiello 2009), ma anche diverse sceneggiature e pièce teatrali come Manola, portata in scena nel ’95 e diventata romanzo nel ’98. Tra le opere di Margaret Mazzantini più recenti, Nessuno si salva da solo (2011), Mare al mattino (2011), Splendore (2013) e la sceneggiatura di Fortunata, film di Castellitto del 2017 con Jasmine Trinca, Stefano Accorsi e Alessandro Borghi.

    Rossana Campo

    Rossana Campo, scrittrice

    Tra le scrittrici italiane contemporanee più famose Rossana Campo (Genova, 1963) è anche una di quelle più tradotte all’estero. Esordisce in narrativa nel ’92 col romanzo In principio erano le mutande, da cui è stato tratto l’omonimo film per la regia di Anna Negri. Autrice di numerose opere tra le quali Dove troverete un altro padre come il mio (con cui si è aggiudicata il Premio Strega Giovani nel 2016) e Difficoltà per le ragazze, la Campo è molto attiva nelle arti figurative: dai primi anni Duemila, infatti, è anche pittrice.

    Dacia Maraini

    dacia maraini

    Anche Dacia Maraini rientra senza dubbio tra le scrittrici italiane contemporanee più famose, grazie ad opere di straordinaria bellezza come L’età del malessere, La lunga vita di Marianna Ucrìa (con cui vinse il Premio Campiello nel ’90) e Buio (con cui si aggiudicò il Premio Strega 1999). Compagna per anni di Alberto Moravia (che per lei lasciò Elsa Morante) Dacia Maraini ha all’attivo anche diversi racconti per bambini, poesie ed opere teatrali. Tra i suoi romanzi più recenti, La seduzione dell’altrove (2010) e L’amore rubato (2012).

    Chiara Gamberale

    finalisti campiello 2008
    Chiara Gamberale (seconda da sinistra) tra i finalisti del Campiello 2008 / Ansa

    Nata a Roma nel 1977, Chiara Gamberale fa il suo esordio in narrativa con il romanzo Una vita sottile, a soli 22 anni: da lì in poi si è imposta al grande pubblico anche grazie ad una serie televisiva di successo (ispirata proprio al romanzo) e ad alcuni programmi condotti su Rai1 e Rai3. Tra il 2010 e il 2012 è stata conduttrice (nonché ideatrice) un programma radiofonico dal titolo Io, Chiara e l’Oscuro, ed ha firmato, insieme a Massimo Gramellini, uno dei romanzi più venduti degli ultimi anni, Avrò cura di te, pubblicato per Longanesi nel 2014. Tra i suoi libri più recenti, Adesso e Qualcosa, una sorta di saggio esistenziale scritto sotto forma di fiaba per adulti.

    Susanna Tamaro

    susanna tamaro

    Come non citare Susanna Tamaro parlando delle scrittrici italiane contemporanee più famose? L’autrice triestina ha alternato, fin dall’inizio, la passione per la scrittura a quella per la regia: dopo il diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, un’esperienza come aiuto-regista con Salvatore Samperi e alcuni romanzi che, nonostante l’elogio di personalità come Claudio Magris e Federico Fellini, non riuscirono ad imporsi al pubblico (Illmitz, ad esempio, terminato nel 1981 fu pubblicato solo nel 2014), la Tamaro raggiunse un successo planetario con il romanzo epistolare Va’ dove ti porta il cuore. L’opera, accolta con freddezza dalla critica, vendette in tutto il mondo 15 milioni di copie e oltre a diventare un film per la regia di Cristina Comencini, è stata inserita tra i 150 Grandi Libri che hanno segnato la storia d’Italia. Da allora, era il 1994, Susanna Tamaro ha dato alle stampe diversi romanzi, alternandosi tra la letteratura per bambini (con Salta, Bart! ha vinto la prima edizione del Premio Strega Ragazzi) e opere per un pubblico più adulto, tra i quali Luisito. Una storia d’amore (2008), La tigre e l’acrobata (2016) e Un cuore pensante (2015).