Saga: una guerra universale per capire cos’è l’amore

Giornalista in Cultura, Fumetti, Mondo
Segui autore:
26 Giugno 2017 alle 10:30 in Cultura, Fumetti, Mondo
    Saga: una guerra universale per capire cos’è l’amore

    Almeno una volta nella vita ci siamo domandati che cosa fosse l’amore. E la risposta ce la siamo anche data, un po’ a caso, un po’ a pelle, di pancia, lasciati trascinare dalle sensazioni del momento. È impossibile dire con certezza che cosa sia l’amore, non credete? Per ognuno di noi l’amore può essere qualcosa di differente, può nascere in un modo diverso e cresce e probabilmente finisce in modi che nessuno può conoscere, capire o semplicemente prevedere. Saga, fumetto di Vaughan e Staples, vi spiega davvero che cos’è questo sentimento.

    L’amore è qualcosa di potente e di effimero allo stesso tempo, è la sensazione astratta più concreta che ci sia, l’amore è qualcosa che nasce da due individui per svilupparsi in uno solo. L’amore è ovunque, in ogni cosa, oppure no. Oppure tutto è intriso di odio e rabbia e l’amore è quell’istante che ci salva dalla caduta dell’umanità, dal decadimento del mondo.

    Saga

    L’amore nei tempi di guerra com’è, che cos’è? La spiegazione provano a darla Alana e Marko – nel fumetto Saga edito dalla Bao Publishing – i due soldati, due avversari, due abitanti di pianeti opposti e in guerra da sempre. Lo scontro tra Landfall e Wreath (i due pianeti coinvolti nella guerra) è pieno di cattiveria, di disprezzo, di rancore e basato sulla volontà di annientare il prossimo e di vendicarsi dei morti causati dal pianeta avversario.

    Ma quando Alana e Marko si incontrano sul campo di battaglia qualcosa va come nessuno si poteva immaginare: scopano. Ma scopano di gusto e scopano con amore. Da lì, nemmeno loro si aspettavano che potesse nascere qualcosa, qualcosa di vero, di reale, di emozionante. E invece nasce, cresce e prende anche un nome, il nome è Hazel.

    Saga 2

    Ciò che per loro significa la parola amore. Una figlia che nasce in universo in guerra, né carne né pesce, né aliena di Landfall, né alata di Wreath. Un obbrobrio per molti, un abominio che merita la morte per altri. Nessuno vuole che viva, nessuno vuole che possa esistere un essere che significhi la pace tra i popoli che hanno dato inizio alla guerra più feroce e malvagia della storia. Per Alana e Marko è facile scegliere che cosa sia per loro l’amore, la loro figlia Hazel. Da proteggere a tutti i costi da un universo che vuole mangiare più di quanto possa digerire, da un universo che non ha la sensibilità per capire quello che sta accadendo perché è troppo concentrato e preoccupato a uccidere i figli dei propri nemici senza pensare alla difesa dei propri neonati.

    L’aggressività è intrinseca del mondo, l’amore è la salvezza. Brian K.Vaughan, già autore di storie interessanti come Runaways, Y: The Last Man e Lost (la serie televisiva), ci racconta di un mondo in cui le cause che portano alle reazioni sono sempre meno devastanti delle conseguenze causate dalle reazioni stesse, un universo dove ogni razza pensa solo a se stessa e si rapporta e allea con le altre solo per trarne benefici e ridurre all’osso gli altri. Insomma, sta parlando del nostro mondo senza parlarne. Le ostilità tra Stati Uniti e Russia, tra Corea del Nord e Occidente, tra Medio Oriente e Europa, tra israeliani e palestinesi.

    Saga 3

    Ecco, il nostro mondo, lo potete trovare tutto qui dentro ma in forme e sapori distopici in un classico futuro in stile Avatar, grazie ai disegni visionari di Fiona Staples. È la storia di una famiglia che tra mille avversità, dovute alle loro origini e non solo, ai loro comportamenti e alle loro reazioni, sta cercando, con fatica, il loro posto, quello giusto, nell’universo. Ma quindi, voi, avete capito cos’è l’amore?