Giornata Nazionale ADSI 2017, il 21 maggio dimore storiche aperte al pubblico

Oltre 300 strutture private, tra ville, giardini ed antichi casali, che aprono eccezionalmente le loro porte al pubblico. L'iniziativa, giunta quest'anno alla 7^ edizione, è organizzata dall'Associazione Dimore Storiche Italiane

da , il

    Giornata Nazionale ADSI 2017, il 21 maggio dimore storiche aperte al pubblico

    Photo by Aleproale/CC BY

    Sono oltre 300, tra ville e casali, le strutture private che, in occasione della Giornata Nazionale ADSI 2017 – domenica 21 maggio – apriranno le loro porte al pubblico. Antiche dimore storiche, giardini, castelli e magnifiche residenze d’epoca, apriranno le loro sale ai visitatori in occasione dell’iniziativa promossa dall’ADSI, l’Associazione Dimore Storiche Italiane che spegne, quest’anno, ben 40 candeline. Per l’occasione, l’annuale Gran Tour tra le antiche ville del Belpaese si avvarrà del contributo di ‘ciceroni’ d’eccezione, i tanti studenti italiani che, grazie alle iniziative del Miur nell’ambito dei programmi di alternanza scuola-lavoro, guideranno (insieme ai proprietari) coloro che vorranno godere delle bellezze artistiche e paesaggistiche di luoghi splendidi solitamente chiusi al pubblico.

    Domenica 21 maggio, dunque, è la Giornata Nazionale ADSI 2017, l’appuntamento dedicato alle dimore storiche italiane private che, per l’occasione, saranno aperte al pubblico. Sarà possibile visitare giardini, cortili, casali e magnifiche residenze d’epoca, grazie all’interessante iniziativa proposta ormai da anni dall’ADSI con l’obiettivo di sensibilizzare al rispetto di quei beni culturali privati la cui tutela dipende solo dai proprietari.

    La Giornata Nazionale ADSI 2017 è dunque un modo per scoprire quella parte ‘nascosta’ dell’immenso patrimonio culturale italiano, quella solitamente chiusa al pubblico, composta da piccoli borghi medievali, strutture antiche, castelli e splendidi giardini.

    LEGGI: NOTTE DEI MUSEI 2017, INIZIATIVE MIBACT IN TUTTA ITALIA

    Porte aperte dunque (con ingresso ovviamente gratuito) a Palazzo Carratelli di Amantea, in provincia di Cosenza, a Palazzo Niglio Jadicicco di Napoli e a Villa Kechler de Asarta di Fraforeano, in provincia di Udine, senza dimenticare Villa Grillo a Genova Voltri, Palazzo Capponi Antonelli a Roma, Castello di Chignolo Po (nella foto in apertura) a Pavia e tante altre magnifiche dimore.

    Un itinerario attraverso le bellezze artistiche e paesaggistiche private del Belpaese, che consente di dare il giusto riconoscimento anche ai maestri artigiani – restauratori, vetrai, giardinieri e ceramisti – impegnati nella manutenzione delle ville e di tutti gli oggetti d’arte che ne fanno parte.

    Ogni regione, infine, avrà modo di aderire, il 21 maggio prossimo, alla Giornata Nazionale ADSI 2017 con numerosi eventi collaterali che, tra mostre, concerti e spettacoli, coinvolgeranno con tante iniziative il pubblico di ogni età. Con la possibilità, tra le altre cose, di degustare i prodotti della tradizione eno-gastronomica dei diversi luoghi coinvolti nel progetto.

    La Giornata Nazionale ADSI 2017 è un modo straordinario per scoprire una parte fondamentale del patrimonio storico e architettonico italiano, ma anche ‘l’occasione – ha spiegato il presidente dell’Associazione Gaddo della Gherardesca – in cui i custodi di queste residenze e giardini d’epoca accolgono centinaia di migliaia di visitatori, per raccontarne loro le vicende e per mostrare la straordinaria bellezza di questa importante parte del nostro patrimonio culturale’.

    Un evento che quest’anno, in occasione dei 40 anni dell’ADSI (nata a Roma il 4 marzo del 1977) avrà come protagonisti d’eccezione non solo le dimore storiche italiane ma anche i tantissimi studenti che aderiranno al progetto.

    Per il programma completo, e per le info sulle ville storiche aperte al pubblico, consultare il sito ufficiale dell’Associazione.