NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Premio Strega 2017, svelati i 12 libri finalisti

Premio Strega 2017, svelati i 12 libri finalisti

L'annuncio dei 12 libri candidati finalisti al Premio Strega 2017 è stato fatto durante la conferenza stampa tenutasi nell'ambito di Tempo di Libri, la fiera dedicata all'Editoria in corso a Milano fino a domenica 23 aprile 2017

da in Cultura, Premi letterari, Premio Strega
Ultimo aggiornamento:
    Premio Strega 2017, svelati i 12 libri finalisti

    Il Premio Strega 2017 ha decretato i 12 libri finalisti: i candidati in lizza per il riconoscimento letterario più importante d’Italia sono stati annunciati durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi, 20 aprile, nell’ambito della manifestazione Tempo di Libri, la fiera dedicata all’Editoria italiana e straniera, in corso a Milano fino a domenica 23. Dai 12 candidati in lizza, verrà poi selezionata la cinquina finalista dalla quale verrà poi scelto il libro vincitore del Premio Strega 2017.

    Il riconoscimento letterario più ambito d’Italia, dunque, il Premio Strega 2017, entra nel vivo con l’annuncio dei 12 candidati finalisti che si giocheranno la vittoria finale. La 71esima edizione, la prima dopo la scomparsa di Tullio De Mauro, storico presidente del comitato direttivo del Premio – sostituito da Giovanni Solimine – ha così stabilito, scegliendo, tra i 27 libri candidati, i 12 in lizza per la cinquina finale, che sono:

    - La più amata, di Teresa Ciabatti (Mondadori)

    - Le otto montagne, di Paolo Cognetti (Einaudi)

    - Gin tonic a occhi chiusi, di Marco Ferrante (Giunti)

    - La compagnia della anime finte, di Wanda Marasco (Neri Pozza)

    - Le notti blu, di Chiara Marchelli (Perrone)

    - Malaparte. Morte come me, di Monaldi&Sorti (Baldini&Castoldi)

    - E’ giusto obbedire alla notte, di Matteo Nucci (Ponte alle Grazie)

    - Amici per paura, di Ferruccio Parazzoli (SEM)

    - Il senso della lotta, di Nicola Ravera Rafele (Fandango Libri)

    - Un’educazione milanese, di Alberto Rollo (Manni)

    - Le cento vite di Nemesio, di Marco Rossari (e/o)

    - La stanza profonda, di Vanni Santoni (Laterza)

    Aggiornamento di Caterina Padula del 20 aprile 2017

    Il Premio Strega 2017 sarà assegnato (come di consueto) il 6 luglio prossimo, ma oggi, 31 marzo, sono stati annunciati i 27 candidati finalisti (libri e autori) del riconoscimento letterario più prestigioso d’Italia. L’edizione di quest’anno, guidata dal nuovo presidente della Fondazione Bellonci, Giovanni Solimine – subentrato a Tullio De Mauro scomparso il 5 gennaio 2017 – prevede, come da tradizione, la proclamazione del vincitore il secondo giovedì di luglio, confermando la storica location del Ninfeo di Villa Giulia, dopo la scelta, lo scorso anno, dell’Auditorium Parco della Musica, in occasione del sessantesimo anniversario del premio.

    Il Premio Strega 2017, dunque, sta per aprire ufficialmente i battenti con l’annuncio dei 27 libri candidati tra i quali verranno poi scelti i 12 finalisti che concorreranno alla cinquina finale. Confermato, dopo le indecisioni iniziali, anche il luogo della premiazione, prevista per il 6 luglio prossimo nello splendido scenario del Ninfeo di Villa Giulia. Ma ecco, qui di seguito, l’elenco completo dei libri candidati finalisti (e degli autori) al Premio Strega 2017.

    La più amata, di Teresa Ciabatti (Mondadori)

    Le otto montagne, di Paolo Cognetti (Einaudi)

    Appunti di meccanica celeste, di Domenico Dara (Nutrimenti)

    La figlia femmina, di Anna Giurickovic Dato (Fazi)

    Bibbia pagana, di Giorgio Dell’Arti (Clichy)

    Gin tonic a occhi chiusi, di Marco Ferrante (Giunti)

    Solo se c’è la luna, di Silvana Grasso (Marsilio)

    E invece io, di Davide Grittani (Robin)

    La compagnia delle anime finte, di Wanda Marasco (Neri Pozza)

    Le notti blu, di Chiara Marchelli (Perrone)

    Il castrato di Vivaldi, di Gian Domenico Mazzocato (Biblioteca dei Leoni)

    Malaparte.

    Morte come me, di Monaldi&Sorti (Baldini&Castoldi)

    È giusto obbedire alla notte, di Matteo Nucci (Ponte alle Grazie)

    Amici per paura, di Ferruccio Parazzoli (SEM)

    Tokyo transit, di Fabrizio Patriarca (66th&2nd)

    Mangia con gli occhi, di Carmela Pierri (Aracne)

    Don Ponzio Capodoglio, di Giorgio Pressburger (Marsilio)

    Il senso della lotta, di Nicola Ravera Rafele (Fandango Libri)

    Un’educazione milanese, di Alberto Rollo (Manni)

    Le cento vite di Nemesio, di Marco Rossari (e/o)

    Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé…, di Lodovica San Guedoro (Felix Krull)

    La stanza profonda, di Vanni Santoni (Laterza)

    Il punto che non conosco, di Luigi Sardiello (Licosia)

    Orfeo 9 – Then an Alley, di Tito Chipa jr. (Argo)

    Grande nudo, di Gianni Tetti (Neo)

    Orientalia, di Alberto Toso Fei (Round Robin)

    La traiettoria dell’amore, di Claudio Volpe (Laurana)

    Aggiornamento di Caterina Padula del 31 marzo 2017

    Con molta probabilità, tra i candidati finalisti al Premio Strega 2017 ci sarà Teresa Ciabatti con il romanzo, edito da Mondadori, La più amata, dato fin da ora come possibile vincitore.

    Gin tonic a occhi chiusi, invece, firmato Marco Ferrante, è il romanzo proposto da Giunti, mentre è ancora incerto il candidato di Einaudi che deve scegliere tra L’Arminiuta, di Donatella Di Pietrantonio, e Le otto montagne, di Paolo Cognetti.

    Ufficiale, invece, l’annuncio da parte della Felix Krull Editore che propone, per il Premio Strega 2017, Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé…, di Lodovica San Guedoro, presentata, tra l’altro, da Dacia Maraini e Maria Rosa Cutrufelli.
    Sicura anche la presenza di E/O che dovrebbe proporre Le cento vite di Nemesio, di Marco Rossari.

    I pronostici sui candidati al Premio Strega 2017 vedono, tra i possibili finalisti, anche Matteo Nucci con È giusto obbedire alla notte (presentato dal gruppo Gems), mentre Nutrimenti Edizioni dovrebbe portare Appunti di meccanica celeste, firmato Domenico Dara.

    Con molta probabilità, anche Laterza sarà tra le Case Editrici in lizza per il premio, con La stanza profonda, di Vanni Santoni, la cui presenza, però, non è stata ancora ufficializzata.

    Assenti, quest’anno, infine, alcuni dei nomi più importanti dell’Editoria di casa nostra, da Bompiani a Rizzoli; incerta la presenza de La nave di Teseo e di Feltrinelli, mentre è sicura quella di Amazon Publishing e Marsilio, con la candidatura di Solo se c’è la Luna, firmato da Silvana Grosso.

    1143

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaPremi letterariPremio Strega
    PIÙ POPOLARI