Domenica al Museo 2016: il 6 novembre luoghi d’arte gratis in tutta Italia

Domenica al Museo 2016: il 6 novembre luoghi d’arte gratis in tutta Italia

L'iniziativa, a cura del Ministero dei Beni Culturali, coinvolge le maggiori città italiane, da Torino a Milano passando per Roma e per Napoli

da in Cultura, Eventi culturali, Gallerie d'arte, Musei, News Cultura
Ultimo aggiornamento:
    Domenica al Museo 2016: il 6 novembre luoghi d’arte gratis in tutta Italia

    Torna l’appuntamento con Domenica al Museo 2016, l’iniziativa a cura del Ministero dei Beni Culturali che permette di visitare gratis, la prima domenica del mese, alcuni dei luoghi d’arte più importanti d’Italia. Il progetto coinvolge tutte le maggiori città italiane che, da Torino a Milano, passando per Roma e per Napoli, daranno la possibilità a chiunque lo desideri di visitare gratuitamente i luoghi della cultura statali: musei, gallerie, siti archeologici, giardini e parchi monumentali.

    Domenica 6 novembre 2016, dunque, musei gratis in tutta Italia, grazie all’iniziativa promossa dal Mibact che consente di visitare gratuitamente molti dei luoghi d’arte d’Italia. Il progetto, partito ufficialmente da gennaio 2015, è nato sulla scia di un programma già in atto in alcuni Paesi europei che prevede la visita gratuita nei principali musei e monumenti nazionali. Domenica al Museo, perciò, non solo invita il grande pubblico ad ammirare i tesori culturali del Belpaese, ma permette di valorizzare (tutelandolo al massimo) tutto il patrimonio artistico e paesaggistico di casa nostra.

    Tantissime le strutture che aderiscono a Domenica al Museo 2016, con esposizioni e mostre aperte al grande pubblico per la gioia degli appassionati e dei turisti che, in questo periodo, affollano molte delle città d’arte italiane. Ma vediamo brevemente quali sono le strutture più importanti che, domenica 6 novembre, apriranno gratuitamente le loro porte al pubblico (per l’elenco completo, basta consultare il sito ufficiale del Ministero dei Beni Culturali).

    Nel capoluogo lombardo sono diversi i siti d’arte che aderiscono a Domenica al Museo 2016: il 6 novembre, infatti, sarà possibile visitare gratuitamente il Cenacolo Viniciano, in Piazza Santa Maria delle Grazie, l’Acquario e Civica Stazione Idrobiologica di Viale Gadio e la Galleria d’Arte Moderna di Via Palestro dove si potranno ammirare, tra gli altri, splendidi capolavori di Van Gogh, Picasso, Canova e Renoir.

    All’iniziativa, inoltre, aderiscono la Pinacoteca di Brera, il Museo Civico di Storia Naturale e la Casa Museo Boschi Di Stefano.

    Anche Torino aprirà gratuitamente le porte di alcuni dei musei più importanti della città: tra questi, ricordiamo i Musei Reali (ovvero, la Galleria Sabauda, l’Armeria Reale, il Museo Antichità, il Palazzo Reale e i Giardini Reali), Palazzo Carignano e Villa della Regina.

    La capitale darà la possibilità ai cittadini e ai turisti in visita alla città, di ammirare gratuitamente le opere esposte, in maniera permanente, ai Musei Civici di Roma: in elenco, Castel Sant’Angelo, il Colosseo, il Pantheon e il Museo Nazionale di Piazza Venezia. Visite gratis anche alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea – che espone alcuni dei lavori più importanti di artisti come Guttuso, Van Gogh, Monet, Pollock e Mirò – al Vittoriano e alla Galleria Borghese. A Roma, infine, sarà possibile ammirare gratuitamente anche alcune mostre temporanee, tra le quali vale la pena segnalare la quindicesima edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, in corso al MACRO e aperta al pubblico fino all’8 gennaio 2017.

    Come ogni prima domenica del mese, il 6 novembre 2016 anche a Napoli musei gratis per tutti: il capoluogo campano aderisce all’iniziativa aprendo le porte di Palazzo Stigliano Zevallos, che espone più di cento opere che raccontano la città partenopea dal Seicento al XX secolo. Entrata gratis anche per il Museo del Novecento, il Parco di Capodimonte, il Complesso Termale di via Terracina, Castel Sant’Elmo e Villa Pignatelli, mentre per gli Scavi di Pompei, il cui accesso rimane libero, potrebbero esserci delle limitazioni riguardo le fasce orarie di apertura (tutte le info, sul sito ufficiale del Mibact).

    780

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaEventi culturaliGallerie d'arteMuseiNews Cultura
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI