Lucca Comics and Games 2016, cosa aspettarci dalla fiera più importante d’Italia

Lucca Comics and Games 2016, cosa aspettarci dalla fiera più importante d’Italia

Da Frank Miller alla Dylan Dog Experience, alcune delle novità interessanti della fiera toscana

Giornalista in Cultura, Fumetti, News Cultura
Segui autore:
Martedì 25/10/2016 in Cultura, Fumetti, News Cultura
    Lucca Comics and Games 2016, cosa aspettarci dalla fiera più importante d’Italia

    Questo week end andrà in scena la più importante fiera fumettistica nazionale e una delle più importanti anche a livello europeo e internazionale, si tratta, come da titolo, di Lucca Comics and Games 2016. Lo scorso anno sono arrivati in massa nella città toscana, più di 400mila visitatori nei giorni della Fiera e per quest’anno ne sono previsti altrettanti e ovviamente l’organizzazione spera di poter superare quel numero. Cosa dobbiamo aspettarci dalla Fiera di Lucca, quali sono le novità più interessanti?

    Partiamo dagli autori: da Roberto Recchioni (intervistato qui per i 30 anni di Dylan Dog) a Zerocalcare, passando per Bevilacqua, Gipi, Leo Ortolani, Sio, Tito Faraci, Tuono Pettinato. Insomma, tra gli italiani c’è veramente l’imbarazzo della scelta, ogni casa editrice metterà a disposizione tutti i suoi “cavalli di razza” con tanto di Signing Session.

    A proposito della sessione per le firme ha fatto molto discutere quella dedicato a uno degli autori più famosi, importanti, talentuosi, geniali nella storia del fumetto. Mi riferisco a Frank Miller e alla sua sessione di firme. La RW Lion, accordatasi con Miller, darà la possibilità di ricevere l’autografo dell’autore americano solo a 500 persone, 225 ogni sessione. Per ricevere l’autografo, però, bisognerà necessariamente acquistare il volume DC Prestige – Il Ritorno del Cavaliere Oscuro al prezzo € 99,95.

    Una versione di prestigio, appunto, costosa e limitata a 500 copie. Sul web come sempre si è molto discusso per questa scelta ma l’autore, lo ripeto, è una delle icone del fumetto mondiale e un limite era normale che ci fosse, inoltre Frank Miller non è in grandissima forma e quindi le firme sono state limitate. 500 è un numero esiguo soprattutto se pensiamo all’attesa di 400.000 visitatori nei giorni di fiera.
    Tra gli altri ospiti internazionali ci saranno Frank Cho, Joan Cornellà, Kazuhiro Fujita, inoltre ci sarà Terry Brooks l’autore di Shannara che ha dato il via alla Serie Tv in onda su Sky, oltre a molti altri autori.

    Frank Miller

    Le novità più interessanti riguardano la Dylan Dog Experience, un’esclusiva mostra interattiva dedicata all’abitante del numero 7 di Craven Road, situata al pian terreno dell’Hotel Universo. I dettagli non sono, ovviamente, stati svelati e solo ad inizio Fiera potremo scoprire effettivamente cosa ci aspetterà in questa esperienza interattiva nel mondo dell’Indagatore dell’Incubo.

    E inoltre sarà disponibile la ristampa esclusiva per i primi 30 anni di Dylan Dog (qui la recensione di Mater Dolorosa) del primo memorabile numero della serie ossia L’Alba dei morti viventi con una scatola di latta definita anti zombie. Inoltre Gipi presenterà alcune novità, alcune carte da gioco in più, su Bruti il suo gioco da tavolo presentato la scorsa edizione di Lucca.

    A Lucca, inoltre, ci sarà la presentazione della Variant Cover del numero 43 della serie di The Walking Dead. Saldapress presenterà inoltre il nuovo gioco da tavolo con statuette della serie sugli zombie sceneggiata e creata da Kirkman. Ci saranno, poi, una notevole fetta di novità fumettistiche come ogni anno e inoltre Lucca presenterà molti videogiochi e anteprime cinematografiche: ci sarà Mafia III, Battlefield 1, il nuovo Final Fantasy e come per il Milan Games Week il Playstation VR che ho provato. In anteprima sarà possibile vedere Sausage Party, la mia vita da zucchina e One Piece Gold.

    Una città intera si colorerà tra fumetti, videogiochi, cinema, animazione, sorrisi, cosplayer, autori, editori e youtuber. Una festa all’insegna dell’arte, della nuove cultura pop. Lucca Comics and Games 2016 si presenta a tutti come la più grande fiera nazionale e dovrà ,mantenere alte le aspettative anche quest’anno. Un anno pieno di novità, in tutti i settori cosiddetti nerd. E’ ormai diverso tempo che la cultura pop in Italia sta avendo un seguito, un’importanza anche mediatica e non può, non dev’essere assolutamente sottovalutata.

    726

    SCRITTO DA Fabio Fagnani Giornalista Segui autore:
    PUBBLICATO IN CulturaFumettiNews Cultura

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI