Qualcosa arriverà, il libro omaggio a Pino Daniele

Qualcosa arriverà, il libro omaggio a Pino Daniele

Appunti, immagini e storie raccontano la vita del cantautore scomparso

da in Cultura, Libri, News Cultura, Prodotti Cultura
Ultimo aggiornamento:

    Un volume per raccontare e ricordare uno dei musicisti italiani più grandi di sempre: è Qualcosa arriverà, il libro dedicato a Pino Daniele pubblicato da Rizzoli e in vendita dal 15 settembre 2016. Un omaggio che il figlio Alessandro ha voluto dedicare al padre scomparso e che raccoglie, insieme ad un’infinità di immagini e di foto (anche inedite), i racconti di chi lo ha conosciuto da vicino. A cura di Giorgio Verdelli e dello stesso Alessandro Daniele, il volume è nato in collaborazione con la ‘Pino Daniele Trust Onlus‘, la fondazione senza scopo di lucro dedicata al grande cantautore partenopeo.

    E’ un racconto per immagini, dunque, Qualcosa arriverà, il libro dedicato a Pino Daniele che deve il suo titolo all’omonimo brano tratto dalla colonna sonora del film, di Massimo Troisi, Le vie del Signore sono finite. Un volume voluto e realizzato dal figlio Alessandro che ha raccolto le testimonianze di tanti personaggi della musica e dello spettacolo che hanno avuto la fortuna di conoscere (o anche di collaborare) con il grande musicista scomparso, da Jovanotti a Renzo Arbore, da Tony Esposito a Roberto Saviano da Chick Corea a James Senese.

    LEGGI ANCHE: PINO DANIELE, LE CANZONI PIU’ BELLE

    Parole, appunti, racconti ma anche scalette di celeberrimi concerti, come quello storico del settembre del 1981 al quale presero parte anche Tony Esposito, Tullio De Piscopo, Joe Amoruso, Rino Zurzolo e James Senese, storici componenti di quello che sarebbe stato, subito dopo, il cosiddetto ‘Neapolitan Power‘. E poi immagini, tante immagini (anche inedite) che Alessandro ha riordinato mettendo mano agli archivi di foto spesso scattate da artisti e colleghi del padre.

    Pino Daniele Qualcosa arriverà libro

    Giorgio Verdelli, producer e autore TV, e Alessandro Daniele, che del padre era il personal manager, non sono nuovi a progetti dedicati al grande musicista napoletano: entrambi, infatti, hanno contribuito alla realizzazione del Pino Daniele Alive, un museo digitale a Napoli che raccoglie strumenti di registrazione, documenti e chitarre appartenute all’artista. Qualcosa arriverà, invece, è essenzialmente un libro fotografico, strutturato in quattro capitoli – Vogl’essere chi vogl’io, Il feeling è sicuro, Da Nord a Sud del mondo e Io ci sarò ad alzare il vento – più un epilogo dal titolo Cronologia musicale. Il filo conduttore, che è poi il concetto su cui Pino Daniele ha basato la sua musica, è l’emozione, ‘l’unica cosa, diceva, che vale la pena di comunicare agli altri: qualunque sia il prezzo’.

    ‘Pino Daniele, si legge sul sito di Rizzoli a commento del libro, è ancora qui: la sua musica è più che mai attuale, soprattutto per la capacità di emozionarci e di raccontarci, come sanno fare i grandi artisti, quelli che ti hanno accompagnato per un tratto di strada’. Pino Daniele. Qualcosa arriverà, infatti, vuole essere proprio questo, raccontare, attraverso centinaia di foto, di pensieri e di storie, la vita di un ragazzo che, con passione e con straordinario talento, è diventato uno dei musicisti italiani più importanti di sempre.

    636

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaLibriNews CulturaProdotti Cultura
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI