Gli 11 teatri più belli del mondo: la classifica

Gli 11 teatri più belli del mondo: la classifica
da in Architettura, Cultura
Ultimo aggiornamento: Sabato 19/11/2016 07:17

    Quali sono gli 11 teatri più belli del mondo? La classifica degli edifici più spettacolari del pianeta riunisce i capolavori più svariati, da quelli in stile Barocco alle grandi opere di architettura contemporanea. I teatri, infatti, così come le biblioteche, spesso sono i luoghi artistici di maggiore attrazione di una città e, in alcuni casi, delle vere e proprie opere d’arte. Per questo vale la pena visitarli, anche se non si è appassionati di musica classica o di spettacoli teatrali. Per chi, invece, ama il bel canto, la prosa, l’arte e l’architettura, non c’è luogo migliore di un teatro per poter godere appieno di tutte le sfumature artistiche che questi edifici racchiudono in sé. Qualche esempio? Sfogliate le prossime pagine, potrete ammirare alcuni dei teatri dell’opera più belli, prestigiosi e stravaganti del mondo.

    Iniziamo la nostra personale classifica dei teatri più belli del mondo, con l’Opera House di Oslo la cui costruzione, iniziata nei primi anni Duemila, rientrava nell’ambito di un progetto di riqualificazione di tutto lo spazio urbano. L’enorme complesso, esempio bellissimo di architettura contemporanea, sorge dalle acque del fiordo dove si affaccia la città ed è interamente rivestito di marmo bianco in nome del grande valore che il Paese scandinavo assegna alla lirica e alla cultura teatrale. Lo spazio interno è suddiviso in tre sezioni: il teatro vero e proprio ed altri due spazi in cui vi sono bar, ristoranti, aule per conferenze, laboratori di scenografia, sartoria e trucco, biglietteria e guardaroba.

    Il Minack Theatre è un teatro costruito su modello degli anfiteatri greci e sorge su un promontorio roccioso di fronte alla baia di Porthcurno, in Cornovaglia. Interamente in granito – lo stesso nome, infatti, significa proprio ‘luogo roccioso’ – ha una capienza di 750 posti ed è utilizzato soprattutto per le rappresentazioni estive. La costruzione fu avviata per iniziativa di un’abitante del luogo, una certa Rowena Cade che, dopo aver assistito ad una rappresentazione all’aperto di un’opera di Shakespeare, maturò l’idea di costruire un teatro sfruttando lo scenario naturale delle bellissime scogliere della Cornovaglia. Iniziato nel 1931, dopo sei mesi il Minack Theatre ospitò la sua prima rappresentazione.

    Tra i teatri più belli del mondo c’è anche questa stravagante struttura, progettata dall’architetto Frank Gehry ed inaugurata nell’ottobre del 2003. Situata nel cuore di Los Angeles, la Walt Disney Concert Hall è dotata di quattro ingressi, ognuno diverso dall’altro sia per forma che per funzione; l’intera struttura è caratterizzata dal gioco che si crea tra la simmetria interna e l’asimmetria esterna e ruota attorno ad una sala principale che può contenere oltre 2mila e cinquecento spettatori.

    Il Fox Theatre di Atlanta, invece, anch’esso uno dei teatri più belli del mondo, è uno straordinario esempio di architettura anni Venti – fu costruito, infatti, nel 1929. Originariamente era un cinema e si ispira, per struttura e costruzione, ad una moschea – cupole all’esterno e svariati e minuziosi dettagli all’interno. Lo splendido soffitto a volta è dipinto di blu elettrico mentre un proiettore crea, a seconda delle rappresentazioni, l’effetto delle nuvole in movimento. E’ situato al centro della città e può contenere fino a 4mila e seicento spettatori, per un numero complessivo di trecento rappresentazioni all’anno.

    Questa bellissima struttura costruita nei pressi del porto di Copenaghen, è uno dei teatri dell’opera più moderni e costosi del mondo. Si trova sull’isola di Holmen, nel centro della capitale danese, ed è stato inaugurato, dopo cinque anni di lavoro, il 15 gennaio 2005. Tra le attrazioni più belle e suggestive della città, il teatro è stato costruito in modo tale che, uscendo dall’edificio, si possano vedere bene sia la Chiesa dei Marmi che il Palazzo di Amalienborg, residenza ufficiale dei Reali di Danimarca.

    Nella classifica degli 11 teatri più belli del mondo, c’è anche la splendida struttura ‘ad effetto farfalla’ che sorge nella città cinese di Wuxi. Progettato e realizzato dallo studio finlandese PES Architects, l’edificio, esempio straordinario di architettura contemporanea, è formato da otto enormi ali in acciaio che sembrano stiano per librarsi in volo. La superficie complessiva misura quasi 80mila metri quadrati, mentre l’altezza non supera i 50 metri e la struttura, che ricorda – per la proiezione sull’acqua e la plasticità della forma – la Sidney Opera House, è una delle attrazioni più importanti di tutta la città.

    Ancora, nella classifica dei teatri più belli del mondo non poteva certo mancare questo magnifico anfiteatro greco, situato sul pendio meridionale dell’Acropoli di Atene. Fu costruito nel II secolo per volere di Erode Attico ed era, originariamente, un teatro coperto adibito ad esecuzioni musicali. Restaurato negli anni Cinquanta è diventato uno dei luoghi di spettacolo più importanti e suggestivi della Grecia.

    Progettata dall’architetto iracheno Zaha Hadid, questa grandiosa struttura futuristica riproduce in realtà due grandi pebbles, ossia i ciottoli che si trovano sul letto dei fiumi la cui forma è scolpita dalla forza erosiva dell’acqua. Tra i teatri più grandi della Cina, l’Opera House di Guangzhou è composta da due edifici che si affacciano sul Pearl River, uno che ospita il teatro con mille o ottocento posti a sedere, e l’altro una struttura multifunzionale che può ospitare fino a 400 persone.

    C’è anche un teatro italiano tra quelli più belli del mondo: al terzo posto della nostra classifica, infatti, c’è La Fenice di Venezia, fondato nel 1792 e sede di numerose prime assolute di artisti come Rossini, Donizetti, Verdi e Bellini. La sua capienza è di mille e cinquecento posti e possiede un’orchestra ed un coro stabili rispettivamente di 98 e di 66 elementi. Dopo alcuni incendi subiti – il più grave nel 1996 – fu riedificato ed inaugurato il 14 dicembre del 2003.

    Tra le icone architettoniche più significative del XX secolo, la Sydney Opera House è, dal 2007, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La struttura, progettata dall’architetto danese Jørn Utzon, è stata inaugurata nel 1973 e conserva, all’interno della sala dei concerti, uno degli organi più grandi del mondo: è dotato, infatti, di 10mila e cinquecento canne.

    La spettacolare struttura galleggiante che sorge sul lago di Costanza, nei pressi di Bregenz – a detta di molti il teatro più bello del mondo – è senz’altro l’attrazione principale dell’omonimo festival che si tiene ogni anno nel mese di agosto. Le rappresentazioni avvengono praticamente sull’acqua: da una parte, infatti, vi è l’anfiteatro con i suoi 7mila posti a sedere e di fronte il più grande palcoscenico galleggiante del mondo che, essendo da un punto di vista architettonico particolarmente complesso, si avvale ogni anno di scenografie differenti, tutte realizzate in base agli spettacoli in programma. Una struttura davvero suggestiva.

    1738

    PIÙ POPOLARI