Maturità 2016, possibili tracce prima e seconda prova

Maturità 2016, possibili tracce prima e seconda prova

Tra previsioni e desideri, gli argomenti più gettonati per il tema d'italiano e per la versione di greco

da in Cultura, Esami di Maturità
Ultimo aggiornamento:
    Maturità 2016, possibili tracce prima e seconda prova

    Maturità 2016: ecco le possibili tracce per la prima prova, quella d’italiano, e per la seconda, la versione di greco al liceo classico. Il 22 giugno è sempre più vicino e come ogni anno è partito il tototema: quali saranno gli autori da affrontare? e quali le opere? Sia per la prima che per la seconda prova i pronostici si susseguono come sempre, e tra ansie, desideri e previsioni ecco gli argomenti che i maturandi sperano di trovarsi di fronte il giorno dell’esame.

    Il 22 giugno, dunque, parte ufficialmente, con la prima prova, l’esame di maturità 2016 che procederà, il giorno successivo, con la versione di greco al liceo classico. Come ogni anno, alla vigilia dell’appuntamento più importante per gli studenti delle scuole superiori, i rumors sugli argomenti si susseguono tra web e passaparola. Nell’attesa di sapere cosa contengono le famigerate buste del Miur, ecco le possibili tracce delle prima e della seconda prova dell’esame di maturità 2016.

    Per quanto riguarda il tema d’italiano gli studenti avranno a disposizione come sempre 6 ore e 4 tipologie di testo diverse per svolgere il tema d’italiano, mentre gli argomenti, scelti dal Miur, saranno resi noti solo la mattina dell’esame. Come sempre però già si discute di quali saranno le possibili tracce che, stando a quanto si legge in rete, verteranno sugli argomenti di stretta attualità – dai 30 anni dal disastro di Chernobyl alla piaga del terrorismo o dell’immigrazione – e su alcuni degli autori più importanti della letteratura italiana, con Pascoli e Ungaretti tra i più ‘quotati’.

    LEGGI ANCHE: MATURITA’ 2016, TUTTO QUELLO CHE C’E’ DA SAPERE

    Per quanto riguarda l‘analisi del testo, i desideri dei maturandi vertono su un’opera, in prosa o in poesia, di Luigi Pirandello visto che quest’anno ricorre l’80esimo anniversario dalla morte. Allo stesso modo, una possibile traccia potrebbe riguardare anche Shakespeare, di cui si celebrano i 400 anni dalla scomparsa. E’ possibile che il Bardo sia argomento d’esame anche per la seconda tipologia di tema, il saggio breve o articolo di giornale, per il quale sono in lizza il 70° anniversario della Repubblica Italiana o, per quanto riguarda l’ambito tecnico-scientifico, il tema della clonazione – vent’anni fa, infatti, si clonava per la prima volta un animale, la famosa pecora Dolly.

    Tra le possibili tracce della prima prova, tuttavia, molti studenti sperano di trovare Pascoli, Ungaretti e Montale – ma anche Umberto Eco, scomparso a febbraio 2016, potrebbe essere materia d’esame – anche perché in questo modo, visto il tema dello scorso anno su Calvino, il Miur dimostrerebbe di attenersi alla ‘regola’ (per la verità non sempre rispettata) dell’alternanza tra prosa e poesia.

    PER SAPERNE DI PIU’ LEGGI: COME FARE IL SAGGIO BREVE ALLA MATURITA’

    Per quanto riguarda il tema storico, c’è chi ipotizza una possibile traccia sulla battaglia di Verdun, l’evento più sanguinoso della Prima Guerra Mondiale con l’invasione, cent’anni fa, della Francia da parte dello Stato Maggiore tedesco. Mentre sull’attualità, dopo l’analisi, lo scorso anno di una citazione di Malala Yousafzai, il Miur potrebbe scegliere parecchi argomenti: le possibili tracce della maturità 2016 potrebbero riguardare l’Isis e il tema del terrorismo, la tragedia di Chernobyl – che darebbe spunto per un’altra questione importante come quella del nucleare – o i 70 anni dalla conquista del voto da parte delle donne (sebbene la normativa entrò in vigore nel 1945, fu solo l’anno dopo, a marzo e a giugno, che le donne votarono per la prima volta: prima per le elezioni amministrative, poi per la scelta tra Monarchia e Repubblica).

    Rimanendo in tema d’attualità, infine, è probabile che, alla luce degli ultimi (terribili) eventi, il Miur decida di assegnare tra le possibili tracce della prima prova la strage di Orlando, il tema delle unioni civili, approvate quest’anno dal Governo italiano, oppure, altro argomento d’esame, la questione delle trivellazioni (oggetto del referendum dello scorso aprile) o la Costituzione italiana; o, come molti studenti sperano, il mondo dei social e le nuove frontiere della comunicazione.

    LEGGI ANCHE: MATURITA’ 2016, MATERIE: GRECO AL CLASSICO

    Dal tototema al tototraccia con la seconda prova, la versione di greco al classico che, stando a quanto pronosticato dagli studenti, potrebbe tirare in ballo Aristotele (l’autore più ‘quotato’) e Platone. Le possibili tracce della seconda prova – che, lo ricordiamo, avrà luogo il 23 giugno 2016 ed è diversa a seconda dell’istituto di studio – verteranno sugli autori classici greci, già materia d’esame nel 2014 con ‘L’ignoranza acceca gli uomini’, di Luciano. A chi toccherà quest’anno? Secondo le previsioni degli studenti, Aristotele (uscito, tra l’altro, quattro anni fa) potrebbe essere l’autore più probabile; con lui Platone, Plutarco e, tra i meno ‘quotati’, Senofonte, Epitteto e Demostene.
    Sapere con certezza quale sarà la scelta del Miur è impossibile, almeno fino al giorno dell’esame; certo è che lo scorso anno i pronostici sulle possibili tracce della seconda prova indicavano in Tacito l’autore più probabile e di fatto il Miur per la versione di latino scelse proprio un brano degli Annales sugli ultimi giorni di Tiberio. Che le previsioni siano azzeccate anche per la maturità 2016? Staremo a vedere.

    1069

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaEsami di Maturità Ultimo aggiornamento: Venerdì 17/06/2016 11:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI