Essere bocciati alla maturità è possibile? Gli errori da evitare

Essere bocciati alla maturità è possibile? Gli errori da evitare

Non solo ansia, panico e poco studio, a mettere in crisi l'esito dell'esame è anche l'atteggiamento di fronte alla Commissione

da in Cultura, Esami di Maturità
Ultimo aggiornamento:
    Essere bocciati alla maturità è possibile? Gli errori da evitare

    E’ l’incubo di molti studenti ma, per quanto improbabile, essere bocciati alla maturità è possibile: ecco dunque gli errori da evitare per raggiungere ‘indenni’ il tanto sospirato diploma. Per quanto scontato, esser costanti nello studio è la prima regola da seguire; così come è fondamentale prestare attenzione durante le lezioni, non solo perché aiuta nella comprensione ma serve a fissare gli argomenti ancora prima di mettersi sui libri. Tornando alla maturità, il discorso bocciatura dipende da due fattori: dalla carriera scolastica degli studenti e dall’esito delle prove d’esame: saranno infatti sia gli scritti che l’orale – secondo un calcolo ben preciso – a decretare il risultato finale.

    Essere bocciati alla maturità è possibile? Purtroppo sì, soprattutto se, in sede di colloquio orale, non si presta attenzione ad alcuni errori assolutamente da evitare. Volete saperne di più? Continuate a leggere.

    LEGGI ANCHE: COME SI OTTIENE IL BONUS ALLA MATURITA’

    Uno degli incubi ricorrenti per gli studenti alle prese con la maturità è far scena muta al colloquio orale: ansia e panico spesso giocano un brutto tiro, cogliendo (quasi) di sorpresa i maturandi che, oltre a far fronte alla Commissione vera e propria, devono saper gestire le loro emozioni.
    Tuttavia, in caso di bocciatura, il problema spesso dipende da un solo fattore, il poco studio – cosa di cui spesso gli studenti si accorgono all’ultimo momento quando sperano di salvarsi in extremis tra cartucciere, appunti e bignami di ogni tipo.
    Tornando alla questione iniziale, essere bocciati alla maturità è possibile?, ecco dunque una serie di suggerimenti (o di errori da evitare) che ogni maturando dovrebbe considerare.

    PER SAPERNE DI PIU’: MATURITA’, COME PREPARARSI PER AFFRONTARLA AL MEGLIO

    Fermo restando che per un esito accettabile dell’esame è necessario un periodo di ripasso costante prima dell’inizio delle prove, è fondamentale durante l’orale avere un atteggiamento consono di fronte alla Commissione. Se la preparazione non è al massimo, è bene prestare attenzione a come si parla e, soprattutto, a ciò che si dice.

    Ad esempio è assolutamente vietato utilizzare dialettismi o espressioni del tipo ‘sono nel pallone‘ – sembrerà strano ma pare che frasi del genere siano storicamente tra le più odiate dalle Commissioni. Altra cosa importantissima è l’uso corretto dei congiuntivi: avere qualche esitazione è concesso, ma dire ‘se sarebbe…‘ invece di ‘se fosse…‘ è improponibile e perciò a rischio bocciatura. Per questo motivo, quindi, è consigliabile durante il ripasso ripetere ad alta voce gli argomenti.
    Altre espressioni da evitare sono ‘diciamo che…‘, ‘dice che…‘, ‘parla del fatto che…‘, che possono far comodo, certo, ma sono assai brutte e perciò odiatissime dalla Commissione.
    Per ultimo, ma non per questo meno importante, avere un atteggiamento educato: comportarsi da persona perbene non è, ovviamente, circoscritto all’esame di maturità, ma prestare attenzione al galateo di fronte alla Commissione può evitare brutte sorprese finali.

    Intanto, come dicevamo, la prima cosa è lo studio costante durante tutto l’anno: arrivando con una buona preparazione alla vigilia dell’esame basterà ‘solo’ un ripasso e i giochi (si fa per dire) sono fatti. Altre mosse vincenti, sono prestare attenzione durante le lezioni, prendere appunti, studiare (quando è possibile) in gruppo e, in caso di dubbi, chiedere aiuto agli insegnanti. Spesso visti come dei nemici, i professori sono (o dovrebbero essere) gli alleati migliori degli studenti: chi, meglio di loro, può chiarire i dubbi su quanto spiegato? Ecco, tra gli errori da evitare per non essere bocciati alla maturità c’è anche questo, non sottovalutare l’importanza, e l’utilità, del rapporto con i professori. Anche lo studio di gruppo può essere una mossa vincente: spesso, se si hanno dei dubbi o delle difficoltà nel comprende un argomento, l’aiuto di un compagno di studi può rivelarsi fondamentale.

    829

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaEsami di Maturità Ultimo aggiornamento: Venerdì 17/06/2016 14:34
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI