Simonetta Agnello Hornby, i libri più famosi

Simonetta Agnello Hornby, i libri più famosi
da in Cultura, Libri, Scrittrici
Ultimo aggiornamento: Venerdì 27/05/2016 14:58

    Prix Italia 67

    Simonetta Agnello Hornby: ecco i suoi libri più famosi. La scrittrice, nata a Palermo settant’anni fa, ma da anni ormai residente a Londra, è autrice di uno dei romanzi più venduti del momento, Caffè amaro, che racconta, sullo sfondo della Sicilia di fine Ottocento, la storia della giovane e bella Maria. La Hornby, avvocato penalista per più di trent’anni, ha pubblicato il suo primo romanzo relativamente tardi, nel 2002, conquistando di fatto critica e pubblico: con La Mennulara, infatti, (pubblicato da Feltrinelli) fa il suo esordio nel mondo della narrativa, imponendosi con un romanzo bestseller, tradotto in 25 libri e vincitore, tra l’altro, del Premio Stresa di Narrativa. Non solo. Nel 2015, Simonetta Agnello Hornby è stata protagonista, insieme al figlio George, affetto da sclerosi multipla primaria progressiva, di un docu-film – titolo Io e George, un viaggio on the road attraverso l’Italia – in cui ha raccontato le difficoltà di una disabilità così grave, vissuta con leggerezza e con una buona dose di ironia. Come dicevamo, dopo qualche anno di pausa, Simonetta Agnello Hornby è tornata alla scrittura, pubblicando un romanzo che, a detta di molti, parrebbe essere quello più bello, quello più ambizioso: ma guardiamo brevemente insieme quali sono i libri più famosi di Simonetta Agnello Hornby.

    simonetta agnello hornby, i libri più famosi

    Romanzo storico ambientato in Sicilia, Caffè amaro racconta, partendo dal vecchio secolo, l’Ottocento, fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale, la storia d’amore (e di tradimenti) tra il giovane barone Pietro Sala, e la sedicenne Maria: lui, rampollo di una nobile e ricchissima famiglia, lei figlia di un avvocato caduto in disgrazia per essersi schierato con i Fasci siciliani. La storia di Maria, le sue scelte, la sua evoluzione, diventano il pretesto per questo affresco storico, non solo della Sicilia ma dell’Italia intera.

    La Mennulara, Simonetta Agnello Hornby

    Come dicevamo, tra i libri più famosi di Simonetta Agnello Hornby c’è, ovviamente, anche il suo romanzo d’esordio, La Mennulara. Bestseller tradotto in tutto il mondo, è la storia, della mennulara (la raccoglitrice di mandorle), al secolo Maria Rosalia Inzerillo, domestica di una ricca famiglia del cui patrimonio è stata amministratrice. Dopo la sua morte tutti ne parlano perché lei, di quella famiglia, è stata la colonna portante; eppure sono in tanti a sentirsi beffati da questa donna, perché? Lo straordinario ritratto di una donna, sullo sfondo di una Sicilia sospesa tra arcaicità e corsa alla ricchezza.

    Simonetta Agnello Hornby, i libri più belli

    Con questo romanzo, anch’esso tra i libri più famosi di Simonetta Agnello Hornby, l’autrice abbandona la tipica ambientazione siciliana per far posto a quella molto più moderna della Londra di oggi. Il libro, che in molti hanno definito romanzo giudiziario o thriller famigliare, è stato originariamente scritto in inglese per poi essere adattato, rielaborandone lo stile, le frasi e il ritmo, in italiano. La storia è quella di una famiglia borghese, i Pitt, benestante e apparentemente normale. Ad un certo punto la maestra di Lucy, la figlia piccola, nota nella bimba uno strano disagio: è l’inizio di un incubo che vedrà il padre della piccola coinvolto in una massacrante battaglia emotiva e legale.

    simonetta agnello hornby, libri

    La zia marchesa è il secondo romanzo firmato dalla Hornby. Senz’altro tra i suoi libri più famosi, continua, quanto meno per l’ambientazione, a regalare uno spaccato della Sicilia di un tempo; ma, mentre con La Mennulara siamo agli inizi degli anni Sessanta, qui invece ci ritroviamo alla fine dell’Ottocento. La storia è quella dei Safamita, una ricca famiglia di proprietari terrieri, raccontata attraverso tre generazioni, a cominciare da Costanza, unica figlia femmina ed unica erede del patrimonio di famiglia.

    simonetta agnello hornby, i libri più famosi

    Con Boccamurata, un altro dei libri più famosi di Simonetta Agnello Hornby, si conclude un’ideale trilogia siciliana iniziata con La Mennulara e proseguita poi con La zia marchesa. Lo sfondo è, ovviamente, quello della Sicilia, in questo caso più moderna e lontana dallo scenario otto-novecentesco descritto nei romanzi precedenti. Il protagonista della storia è Tito, un uomo sulla sessantina alla guida di un pastificio che, con il sostegno di una vecchia zia, cerca di tenere unita la sua famiglia allo sbando. Cercando notizie su chi fosse sua madre, l’uomo spinge la zia a ripensare al passando, lasciando affiorare misteri e segreti per anni rimasti gelosamente nascosti.

    La Mennulara, Simonetta Agnello Hornby

    Concludiamo questa breve rassegna dei libri più famosi di Simonetta Agnello Hornby con Il veleno dell’oleandro, romanzo ambientato in un’immaginaria località siciliana che l’autrice chiama Pedrara. Tutti i familiari sono al capezzale di Anna, ultima matriarca della famiglia Carpinteri; accanto a lei c’è anche Bede, fascinoso e ambiguo amico di famiglia, nonché factotum della ricca tenuta. Anche in questo romanzo, la Hornby dipana un’avvincente saga familiare in cui non mancano flashback col passato, traffici occulti, passioni e avidità.

    1185