Le migliori facoltà di Farmacia secondo il Censis

Le migliori facoltà di Farmacia secondo il Censis
da in Almalaurea, Censis, Cultura, Istruzione, Università
Ultimo aggiornamento:
    Le migliori facoltà di Farmacia secondo il Censis

    Quali sono le migliori facoltà di Farmacia in Italia? Per poter ottenere un quadro informativo completo di questo spaccato universitario, bisogna analizzare diversi fattori. A tal proposito, Censis ha redatto la classifica delle facoltà più virtuose, considerando non soltanto le dimensioni dei singoli atenei, ma anche e soprattutto altri due parametri: progressione di carriera e rapporti internazionali.

    Almalaurea invece è entrata nel cuore di ogni singolo ateneo, esaminandone i dettagli e offrendo per ognuno di essi un quadro informativo completo: evidenzia, ad esempio, il tasso di occupazione dei neolaureati, le percentuali di impiego suddivise per settore pubblico, privato e no profit, le potenzialità di guadagno con le relative differenze tra il percepito maschile e femminile.

    In questo focus, andremo quindi dapprima a elencare le 10 migliori Facoltà di Farmacia in Italia, secondo la classifica Censis 2015, per poi entrare nel dettaglio di ognuna, attraverso il prospetto informativo offerto da Almalaurea.

    Il principale sbocco lavorativo per una laurea in Farmacia, è all’interno delle farmacie pubbliche e private, il cui personale deve avere specifiche conoscenze biologiche e fisio-farmacologiche, nonché conoscenze chimiche e tecnologiche. Tuttavia, offre anche altre opportunità di impiego, ad esempio presso gli enti pubblici e privati con le seguenti mansioni: responsabilità della fabbricazione dei medicamenti; responsabilità dei laboratori di controllo ed analisi; responsabilità della preparazione dei presidi medici, chirurgici e dei medicamenti galenici; responsabilità dello stoccaggio, conservazione e distribuzione dei medicamenti nella fase di commercio all’ingrosso; responsabilità della preparazione e distribuzione dei medicamenti nelle farmacie aperte al pubblico e in quelle ospedaliere; responsabilità della preparazione dei sieri, vaccini, tossine; responsabilità nella produzione dei prodotti cosmetici. Inoltre, la laurea in Farmacia apre sbocchi professionali anche nei laboratori di ricerca pubblici e privati, in Istituzioni di controllo pubbliche (Università, CNR, Istituto Superiore di Sanità) e private (Industrie), oltreché a vari livelli nell’Industria chimica, farmaceutica ed alimentare.
    Infine, è possibile ottenere l’abilitazione all’insegnamento nelle Scuole e Istituti d’istruzione secondaria.


    La Facoltà di Farmacia di Urbino Carlo Bo è la migliore d’Italia, secondo la classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 96,0 per la progressione di carriera e 110,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 103,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze Biomolecolari, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è del 21,2% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che lievita sino al 65,2% per chi ha ottenuto una laurea magistrale a ciclo unico. Meno del 10% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore pubblico, mentre più del 90% ha trovato lavoro nel settore privato. In termini di guadagno, il percepito dalle donne è superiore a quello degli uomini, in caso di laurea di primo livello, situazione che si rovescia in caso di laurea magistrale a ciclo unico.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    77
    110
    \\
    Età media laurea
    26,4
    27,1
    \\
    Voto medio laurea
    99,0
    89,1
    \\
    Durata media laurea
    4,5
    6,7
    \\
    Tasso occupazione
    21,2%
    65,2%
    \\
    Tasso nazionale
    21,2%
    78,8%
    \\
    Lavoro pubblico
    7,1%
    9,3%
    \\
    Lavoro privato
    92,9%
    90,7%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,0%
    \\
    Guadagno uomini
    721
    1.087
    \\
    Guadagno donne
    983
    1.026
    \\



    La Facoltà di Farmacia di Padova conquista il secondo posto della classifica Censis con un punteggio di 108,0 per la progressione di carriera e 91,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 99,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze del Farmaco, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 45,2% in caso di laurea di primo livello, percentuale che si accresce sino al 57,4% per chi ha ottenuto una laurea magistrale a ciclo unico. Solo il 7,1% degli aventi una laurea di primo livello ha trovato un impiego nel settore pubblico, mentre più dell’80% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato lavoro nel settore privato. In termini di guadagno, le neolaureate donne hanno uno stipendio inferiore agli uomini, su tutta la linea.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    44
    242
    \\
    Età media laurea
    25,4
    26,4
    \\
    Voto medio laurea
    98,2
    101,0
    \\
    Durata media laurea
    4,0
    6,6
    \\
    Tasso occupazione
    45,2%
    57,4%
    \\
    Tasso nazionale
    51,6%
    78,9%
    \\
    Lavoro pubblico
    7,1%
    10,8%
    \\
    Lavoro privato
    92,9%
    88,3%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,8%
    \\
    Guadagno uomini
    1.001
    1.251
    \\
    Guadagno donne
    860
    1.141
    \\

    La facoltà di Farmacia di Trieste si colloca al terzo posto della classifica Censis con un punteggio di 110,0 per la progressione di carriera e 80,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 95,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è del 21,4% per chi ha ottenuto una laurea di primo livello, la percentuale sale vorticosamente al 70,0% in caso di laurea magistrale a ciclo unico, per poi riassestarsi al 25,0% in caso di laurea magistrale. Solo il 12,7 degli aventi una laurea magistrale a ciclo unico ha trovato lavoro nel settore pubblico, mentre la quasi totalità dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, il percepito dalle donne è superiore a quello maschile, in caso di laurea di primo livello e laurea magistrale.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    33
    112
    26
    Età media laurea
    25,1
    26,5
    25,1
    Voto medio laurea
    97,3
    100,8
    109,7
    Durata media laurea
    4,8
    6,6
    2,3
    Tasso occupazione
    21,4%
    70,0%
    25,0%
    Tasso nazionale
    28,6%
    82,2
    83,3%
    Lavoro pubblico
    0,0%
    12,7
    0,0%
    Lavoro privato
    100,0%
    87,3%
    100,0%
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,0%
    0,0%
    Guadagno uomini
    788
    1.376
    644
    Guadagno donne
    876
    1.167
    1.376


    La Facoltà di Farmacia di Ferrara si colloca al quarto posto della classifica Censis, con un punteggio di 104,0 per la progressione di carriera e 82,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 93,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze Chimiche e Farmaceutiche, riferiti all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 24,0% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che lievita al 57,8% in caso di laurea magistrale a ciclo unico, per poi riscendere al 46,7% in caso di laurea magistrale. Più dell’80% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, lo stipendio delle donne con laurea di primo livello è un mero rimborso spese, e in tutti i casi risulta essere inferiore al percepito dei colleghi uomini.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    28
    74
    17
    Età media laurea
    24,4
    25,8
    26,8
    Voto medio laurea
    103,5
    106,4
    108,6
    Durata media laurea
    3,8
    6,1
    2,6
    Tasso occupazione
    24,0%
    57,8%
    46,7%
    Tasso nazionale
    28,0%
    75,0%
    66,7%
    Lavoro pubblico
    16,7%
    10,8%
    0,0%
    Lavoro privato
    83,3%
    89,2%
    85,7%
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,0%
    0,0%
    Guadagno uomini
    1.176
    1.301
    1.376
    Guadagno donne
    376
    1.080
    1.126


    La Facoltà di Farmacia di Modena e Reggio Emilia si colloca al quinto posto nella classifica Censis, ex aequo con Roma Tor Vergata. Ha ottenuto un punteggio di 107,0 per la progressione di carriera e 75,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 91,0. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, riferiti all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 32,0% per chi ha una laurea di primo livello, percentuale che cresce notevolmente sino al 76,9% in caso di laurea magistrale.

    Solo il 12,5% di chi ha ottenuto una laurea di primo livello ha trovato lavoro nel settore pubblico, mentre la grande maggioranza dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, lo stipendio degli uomini con laurea di primo livello è nettamente sotto ai mille euro e inferiore al percepito delle colleghe donne, mentre in caso di laurea magistrale la situazione si rovescia.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    31
    \\
    14
    Età media laurea
    23,6
    \\
    25,4
    Voto medio laurea
    97,2
    \\
    112,5
    Durata media laurea
    4,2
    \\
    2,3
    Tasso occupazione
    32,0%
    \\
    76,9%
    Tasso nazionale
    32,0%
    \\
    84,6%
    Lavoro pubblico
    12,5%
    \\
    0,0%
    Lavoro privato
    87,5%
    \\
    100,0%
    Lavoro non profit
    0,0%
    \\
    0,0%
    Guadagno uomini
    655
    \\
    1.476
    Guadagno donne
    900
    \\
    1.276


    La Facoltà di Farmacia di Roma Tor Vergata, si colloca al quinto posto della classifica Censis, ex aequo con Modena e Reggio Emilia, totalizzando un punteggio di 98,0 per la progressione di carriera e 84,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 91,0. I dati Almalaurea, relativi all’ateneo romano non sono purtroppo disponibili.


    La Facoltà di Farmacia di Torino si colloca al settimo posto della classifica Censis, ex aequo con Pavia, totalizzando un punteggio 103,0 per la progressione di carriera e 78,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 90,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze e Tecnologia del Farmaco, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è del 63,0% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale lievita ulteriormente al 75,8% per chi ha conseguito una laurea magistrale a ciclo unico. Solo il 2,7% degli aventi una laurea magistrale a ciclo unico ha trovato un lavoro nel settore pubblico, mentre più del 85% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato un impiego nel settore privato. In termini di guadagno, il percepito delle donne è costantemente inferiore a quello degli uomini, inoltre in caso di laurea di primo livello lo stipendio è nettamente al di sotto dei mille euro.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    67
    169
    \\
    Età media laurea
    24,5
    27,0
    \\
    Voto medio laurea
    102,4
    99,0
    \\
    Durata media laurea
    4,1
    7,0
    \\
    Tasso occupazione
    63,0%
    75,8%
    \\
    Tasso nazionale
    66,7%
    86,6%
    \\
    Lavoro pubblico
    14,7%
    2,7%
    \\
    Lavoro privato
    85,3%
    96,5%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,9%
    \\
    Guadagno uomini
    1.251
    1.403
    \\
    Guadagno donne
    879
    1.255
    \\



    La Facoltà di Farmacia di Pavia si colloca al settimo posto della classifica Censis, ex aequo con Torino, totalizzando un punteggio di 106,0 per la progressione di carriera e 75,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 90,5. Secondo i dati Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Scienze del Farmaco, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 67,5% per chi ha una laurea magistrale a ciclo unico, unico ambito in cui si siano registrati studenti. Il 92,9% dei neolaureati ha trovato lavoro nel settore privato. Un 1,4% ha trovato impiego nel settore no profit. In termini di guadagno, lo stipendio delle donne è inferiore a quello dei colleghi uomini.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    1
    269
    \\
    Età media laurea
    0,0
    26,1
    \\
    Voto medio laurea
    0,0
    98,8
    \\
    Durata media laurea
    0,0
    6,1
    \\
    Tasso occupazione
    0,0%
    67,5%
    \\
    Tasso nazionale
    0,0%
    87,1
    \\
    Lavoro pubblico
    0,0%
    5,7%
    \\
    Lavoro privato
    0,0%
    92,9%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    1,4%
    \\
    Guadagno uomini
    0,0
    1.369
    \\
    Guadagno donne
    0,0
    1.246
    \\


    La Facoltà di Farmacia di Napoli Federico II si colloca al nono posto della classifica Censis. Ha ottenuto un punteggio di 106,0 per la progressione di carriera e 74,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 90,0. Secondo i dati forniti da Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Farmacia, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 34,1% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale lievita leggermente al 36,5% per chi ha ottenuto una laurea magistrale a ciclo unico. Solo il 6,4% degli aventi una laurea magistrale a ciclo unico ha trovato un impiego nel settore pubblico, mentre più dell’80% dei neolaureati, indipendentemente dal livello, ha trovato lavoro nel settore privato. In termini di guadagno, lo stipendio delle donne aventi una laurea di primo livello è nettamente al di sotto dei mille euro e inferiore al percepito degli uomini. La differenza a discapito delle donne si riconferma anche in caso di laurea magistrale a ciclo unico.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    98
    365
    \\
    Età media laurea
    25,7
    26,8
    \\
    Voto medio laurea
    100,1
    101,5
    \\
    Durata media laurea
    5,1
    7,3
    \\
    Tasso occupazione
    34,1%
    36,5%
    \\
    Tasso nazionale
    37,8%
    59,5%
    \\
    Lavoro pubblico
    14,3%
    6,4%
    \\
    Lavoro privato
    82,1%
    92,7%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,9
    \\
    Guadagno uomini
    996
    1.176
    \\
    Guadagno donne
    677
    1.120
    \\


    La Facoltà di Farmacia di Salerno conquista il decimo posto della classifica Censis, totalizzando un punteggio di 103,0 per la progressione di carriera e 72,0 per i rapporti internazionali, con un voto medio di 87,5. Secondo i dati forniti da Almalaurea, riferiti al Dipartimento di Farmacia, relativi all’anno 2015, a un anno dal conseguimento della laurea, il tasso di occupazione è pari al 20,8% per chi ha una laurea di primo livello, la percentuale sale al 32,2% per chi ha ottenuto una laurea magistrale a ciclo unico. Le percentuali di impiego si dividono in un 20%, indipendentemente dal livello di laurea conseguito, nel settore pubblico e il restante 80% nel settore privato. In termini di guadagno, lo stipendio delle donne aventi una laurea magistrale a ciclo unico è nettamente inferiore a quello degli uomini.

    Anno 2015 / Dopo 1 anno dalla laurea
    Laurea di primo livello
    Laurea specialistica / magistrale a ciclo unico
    Laurea specialistica / magistrale
    Numero laureati
    24
    136
    \\
    Età media laurea
    25,3
    27,0
    \\
    Voto medio laurea
    102,2
    99,0
    \\
    Durata media laurea
    5,6
    7,6
    \\
    Tasso occupazione
    20,8%
    32,2%
    \\
    Tasso nazionale
    25,0%
    42,4%
    \\
    Lavoro pubblico
    20,0%
    21,1%
    \\
    Lavoro privato
    80,0%
    78,9%
    \\
    Lavoro non profit
    0,0%
    0,0%
    \\
    Guadagno uomini
    0,0
    1.216
    \\
    Guadagno donne
    376
    833
    \\


    7286

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlmalaureaCensisCulturaIstruzioneUniversità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI