Teatro alla Scala: Roberto Bolle inaugura l’anno dedicato a Mozart

Teatro alla Scala: Roberto Bolle inaugura l’anno dedicato a Mozart

Con 'Il giardino degli amanti', balletto e musica da camera, dal 9 al 19 aprile 2016

da in Ballerini, Cultura, Danza, Teatro
Ultimo aggiornamento:

    Il Teatro alla Scala inaugura, con Roberto Bolle, l’anno dedicato a Wolfang Amadeus Mozart. A dare il via alle celebrazioni, a 225 anni dalla scomparsa del grande musicista, sarà il balletto intitolato ‘Il giardino degli amanti‘, composto sulle musiche di Mozart, con le coreografie di Massimo Volpini. Lo spettacolo, che coniuga danza e musica da camera, debutta il 9 aprile 2016, con prima assoluta trasmessa in diretta su Rai 5 e proiettato poi nei cinema a partire dal prossimo mese di giugno.
    Il racconto della carriera di Roberto Bolle disponibile su Amazon

    Roberto Bolle, dunque, apre l’anno mozartiano che il Teatro alla Scala ha deciso di dedicare al celebre musicista. Il ballerino, infatti, sarà il protagonista de ‘Il giardino degli amanti‘, produzione realizzata sulle musiche di Mozart di cui porta in scena i personaggi più famosi, da Figaro a Don Giovanni, da Leporello alla Regina della Notte.
    Lo spettacolo, affidato al coreografo Massimo Volpini (mentre i costumi e la scenografia sono a cura di Erika Carretta) riproduce il giardino di una villa dove, nel corso di una festa, un’orchestra da camera esegue quintetti e quartetti di Mozart. Qui, in un suggestivo gioco di luci e di ombre, prendono vita i personaggi mozartiani che interagiscono con gli ospiti coinvolgendoli nelle loro schermaglie amorose: sono Leporello, Don Giovanni, Figaro, Rosina, il Conte di Almaviva, Dorabella e molti altri, interpretati, come ha spiegato Volpini, da una cinquantina di giovani artisti, entusiasti e, soprattutto, pieni di talento.

    I veri protagonisti, però sono un uomo e una donna contemporanei, Roberto Bolle e Nicoletta Manni, i quali scoprendo di essere i personaggi di un’opera incompiuta di Mozart, creano alla fine una storia del tutto nuova.

    Un’idea ‘coraggiosa’, ha commentato il ballerino, spiegando come i personaggi, che all’inizio hanno una grande libertà di movimento, evolvono soprattutto nello stile quanto si ritrovano nel ‘labirinto settecentesco’ che è ovviamente molto più classico. La coppia protagonista, infatti, che si separa nel corso della vicenda, arriverà alla fine a ritrovarsi, trasformata nello stile e nei costumi, in un tipico personaggio mozartiano.

    Il giardino degli amanti‘, in scena dal 9 al 19 aprile 2016, avrà un’anteprima giorno 8 con una serata speciale a favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, mentre il ciclo delle celebrazioni dedicate a Mozart proseguirà con una serie di eventi tra i quali Il flauto magico, in scena a settembre, Le Nozze di Figaro a ottobre e un concerto con il requiem di Mozart, previsto per i primi di dicembre.

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BalleriniCulturaDanzaTeatro Ultimo aggiornamento: Lunedì 11/04/2016 12:24
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI