Zaha Hadid, opere e progetti realizzati in Italia

Zaha Hadid, opere e progetti realizzati in Italia
da in Architettura, Arte contemporanea, Artisti, Cultura, Opere d'arte
Ultimo aggiornamento: Lunedì 11/04/2016 11:42

    Zaha Hadid, architetto

    Genio assoluto dell’architettura contemporanea, Zaha Hadid, scomparsa ieri, 31 marzo 2016, aveva realizzato diverse opere (e progetti) anche in Italia. Tra i suoi lavori più importanti, il Maxxi di Roma che, insieme al Ferry Terminal di Salerno, testimoniano la visione futuristica che l’archistar di origine irachena aveva dello spazio. Personaggio carismatico e per certi versi controverso – per molti era snob, fissata su un’architettura troppo astratta e concettuale – Zaha Hadid si è spenta in un ospedale di Miami a causa di un attacco cardiaco; aveva sessantacinque anni. La sua opera le valse, nel 2002, il premio Pritzker, una sorta di Nobel per l’Architettura, mentre il suo nome è comparso più volte nelle classifiche stilate dalle riviste più importanti del mondo. Come dicevamo, nel corso della sua lunga carriera, Zaha Hadid ha realizzato parecchie opere in tutto il mondo, alcune anche in Italia. Guardiamo brevemente le più importanti. L’opera completa di Zaha Adid disponibile su Azamon!

    maxxi, roma

    Tra le opere più importanti di Zaha Hadid c’è senza dubbio il MAXXI di Roma. Inaugurato a maggio del 2010, è il primo museo nazionale di architettura presente in Italia. Grazie a questo progetto, la Hadid ha vinto il premio Stirling 2010, un concorso annuale di architettura organizzato dall’associazione britannica Royal Institute of British Architects.

    Stazione marittima di salerno, zaha hadid

    Progettata da Zaha Hadid al termine di un concorso internazionale indetto dall’amministrazione comunale nel 2000, la Stazione Marittima di Salerno è stata ultimata, benché non ancora in funzione, nell’estate del 2013. L’opera, concepita per valorizzare lo spazio portuale della città campana, riguarda un grande edificio proiettato verso il mare nonché la ristrutturazione completa degli approdi turistici e di tutto il lungomare cittadino.

    Stazione di Afragola, Zaha Hadid

    Tra le opere italiane firmate Zaha Hadin c’è anche questa, in via di realizzazione, che riguarda la stazione di Afragola, sulla ferrovia Roma-Napoli dell’alta velocità. Il progetto, presentato ufficialmente a novembre 2003 e non ancora ultimato, prevede dal punto di vista dell’architettura, una sorta di ponte sopra i binari: gli accessi si trovano presso le due estremità della costruzione, mentre la sala principale, un grande atrio luminoso, è stata progettata per facilitare la visuale verso i binari. Oltre alla galleria, che prevede, tra l’altro, una grande vetrata per diffondere la luce diretta del sole, nel progetto è compreso anche un parco naturalistico tecnologico.

    CityLife, Zaha Hadid

    Anche quest’opera, non ancora ultimata – e che rientra nel progetto di riqualificazione della Fiera Campionaria di Milano, CityLife – porta la firma di Zaha Hadin. Si tratta di una serie di edifici (più un grattacielo, che si svilupperà, con un andamento a spirale, per 44 piani, con un’altezza complessiva di 175 metri) tutti diversi tra loro, alti tra i 5 e i 13 piani. L’intero progetto, che riguarda il quartiere milanese del Portello, è stato realizzato, oltre che dalla Hadid, anche da altri due celebri ‘archistar’: Arata Isozaki e Daniel Libeskind.

    SONY DSC

    Tra le opere e i progetti che Zaha Hadin ha realizzato in Italia, c’è anche il Messner Mountain Museum Corones che sorge ad oltre 2mila metri, sulla cima del Plan de Corones. La struttura, inaugurata a luglio del 2015 e raggiungibile grazie ad una funivia, è stata progettata su una superficie di mille metri quadrati circa e comprende tre livelli di spazio espositivo, un auditorium e un piccolo bookshop.

    954