Il clochard con la passione per Camilleri: lo scrittore gli regala i suoi libri

Il clochard con la passione per Camilleri: lo scrittore gli regala i suoi libri

L'uomo ha trovato per caso un romanzo su Salvo Montalbano

da in Andrea Camilleri, Cultura, Libri, Narrativa, Romanzi
Ultimo aggiornamento:

    E’ un clochard, si chiama Walter e ha scoperto da poco di amare profondamente i libri di Andrea Camilleri. La sua storia sembra quasi la trama di un racconto, come quelli dedicati a Montalbano per i quali l’uomo ha una vera e propria passione. Già, perché Walter, 53 anni, ex barista che dopo la separazione dalla moglie ha deciso di ‘prendere casa’ sotto un portico del centro di Milano, a pochi passi dal Duomo, un giorno si è imbattuto per caso in un libro di Camilleri, scoprendo così quanto può essere di conforto la lettura. A riempire le sue notti solitarie, infatti, che passa su un foglio di cartone, avvolto in sacco a pelo, c’è proprio lui, il commissario Montalbano e la sua storia, con tanto di foto mentre legge sdraiato sul suo ‘giaciglio’, sta facendo il giro del web.

    Walter, il clochard che vive nel centro di Milano, sembra aver scoperto, grazie ai libri di Camilleri, il piacere della lettura. E’ lui stesso a raccontarlo, spiegando come, un giorno, gli sia capitato tra le mani un romanzo dello scrittore siciliano: ‘Qualche tempo fa ho trovato su un marciapiede un libro di Camilleri, si legge su Repubblica, non lo conoscevo come autore anzi, prima di quel giorno, non avevo mai letto un libro tutto intero. Ho cominciato a darci un’occhiata e la storia mi ha preso subito. Da allora non mi sono più fermato, ne leggo almeno uno al giorno, il tempo non mi manca’; la gente infatti ormai lo conosce e in tanti gli regalano dei libri.
    Ma la sua storia, diventata virale, ha attirato l’attenzione dell’opinione pubblica e dei giornalisti che lo cercano per scoprire qualcosa in più sulla sua vita e sulla scelta di vivere per strada.

    Fino a qualche anno fa, ha raccontato ancora Walter, una casa ‘ce l’avevo, ma ho avuto i miei problemi, e se rimani senza lavoro e poi senza famiglia il percorso è segnato. La strada ora è casa mia, ci sto più o meno bene. Non ho bisogno di molto io, non ho grandi pretese’.

    La sua storia, e la sua foto finita su Twitter con l’hashtag #Camilleri, è stata notata anche dall’agenzia letteraria che segue lo scrittore empedoclino il quale, benché per nulla amante dei social, è stato ovviamente informato del suo appassionato, quanto insolito, lettore: ‘Mi hanno raccontato di una foto che mostra un clochard che legge un mio romanzo, ha detto il ‘papà’ di Salvo Montalbano, e spesso mi chiedono a cosa serve la letteratura. Ecco questo è un bellissimo esempio. Serve, almeno per un momento, a far dimenticare il mondo che sta attorno, e a trasportarti in un’altra dimensione’. D’accordo con la sua Casa Editrice, la Sellerio, Andrea Camilleri ha perciò deciso di fare una sorpresa a Walter, regalando al clochard altri volumi dedicati a Montalbano: ‘Appena abbiamo visto il tweet, ha spiegato l’editore Antonio Sellerio, e ci siamo chiesti come metterci in contatto con l’uomo ritratto nel post’, e una volta conosciuta l’identità la decisione, insieme a Camilleri, di fargli avere in dono altri libri.
    Grande sorpresa ma anche gioia da parte del clochard milanese il quale, appresa la notizia del ‘regalo’ ha così commentato: Camilleri vuole regalare dei libri a me? Proprio a me? Il problema è che io non ho casa, li leggo volentieri ma quando ho finito li devo lasciare in giro. Non ho certo posto per tenerli, ma così almeno qualcun altro avrà lo stesso piacere che ho avuto io’.

    621

    Le copertine dei romanzi di Andrea Camilleri
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Andrea CamilleriCulturaLibriNarrativaRomanzi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI