I libri gialli più belli di sempre: da ‘Dieci piccoli indiani’ a ‘Il mastino dei Baskerville’

I libri gialli più belli di sempre: da ‘Dieci piccoli indiani’ a ‘Il mastino dei Baskerville’
da in Cultura, Letteratura, Libri, Romanzi
Ultimo aggiornamento: Lunedì 07/03/2016 15:31

    i libri gialli più belli di sempre

    Stilare una classifica dei libri gialli più belli di sempre non è cosa facile, non solo perché la lettura, e quindi i gusti, sono soggettivi, ma perché di romanzi in cui il crimine e il mistero la fanno da padrone, la letteratura è davvero piena. Il noir, nato dalla tradizione popolare, si afferma decisamente a metà Novecento, diventando uno dei generi più in voga tra gli appassionati di lettura. Il tema è presto detto: si parla di un crimine (di solito piuttosto efferato) e se ne descrivono i protagonisti, sia vittime che carnefici. Essendo un ambito molto vasto, al noir spesso si sovrappongono altri generi letterari, dal poliziesco al romanzo storico, dalla fantascienza al paranormale. Il risultato è una letteratura vastissima in cui trovare i titoli migliori non è cosa facile. Noi ci abbiamo provato, tenendo presente che le classifiche di vendita non sempre vanno di pari passo con la ‘bontà’ dell’opera. Ecco dunque i libri gialli (secondo Nanopress) più belli di sempre.

    Dieci piccoli indiani, cover libro Agatha Christie

    La nostra breve carrellata dei gialli più belli di sempre non poteva non iniziare con uno dei grandi classici della letteratura noir, Dieci piccoli indiani, firmato Agatha Christie. Considerato il capolavoro della scrittrice britannica, con i suoi 110 milioni di copie vendute è uno dei bestseller con più incassi della storia, il romanzo è scritto secondo lo schema della camera chiusa (i delitti avvengono in un ambiente circoscritto perciò l’assassino, per quanto insospettabile, non può che essere uno del gruppo) e racconta di dieci persone che, su un’isola, muoiono una ad una per mano di un assassino che si nasconde tra loro.

    il grande sonno, cover libro chandler

    Ancora un classico del poliziesco, con il romanzo-capolavoro di Raymond Chandler, scritto nel 1939 e il primo della serie dedicata al detective Philip Marlowe. Siamo a Los Angeles, anni Trenta: Marlowe viene assunto da Guy Sternwood, un vecchio generale ricchissimo e molto malato, per risolvere una questione delicata: qualcuno lo ricatta con del materiale compromettente su una delle sue figlie, la viziosa e instabile Carmen

    il mastino dei baskerville, cover libro coyle

    Ritenuto da molti come il capolavoro di sir Conan Doyle, Il mastino dei Baskerville è senza dubbio uno dei gialli più famosi della storia. Pubblicato originariamente a puntate tra il 1901 e il 1902, racconta del misterioso omicidio di Charles Baskerville, apparentemente morto per uno spavento ma, secondo il suo medico personale, vittima di una orrenda creatura. Dopo una serie di terribili avvenimenti, sarà proprio Sherlock Holmes a scoprire la verità sulla maledizione che sembra abbattersi sulla famiglia Baskerville.

    il silenzio degli innocenti, cover libro harris

    Strafamoso anche grazie al film con un ispiratissimo Anthony Hopckins nel ruolo del dottor Lecter, Il silenzio degli innocenti è il terzo romanzo di Thomas Harris in cui compare lo psichiatra serial killer Hannibal Lecter. La storia inizia con gli efferati omicidi di uno psicopatico che ama scuoiare le proprie vittime; all’agente Clarice Starling il compito di risolvere il caso, partendo da una serie di incontri con Lecter recluso da anni al Chesapeake State Hospital. Pensando che, visto i precedenti, il dottore ‘cannibale’ possa aiutare l’FBI nella ricerca dell’assassino, la giovane e promettente Starling inizia i suoi colloqui con il folle psicopatico…

    il nome della rosa cover

    Torniamo a casa nostra per un altro grande classico a pieno titolo tra i libri gialli più famosi di sempre: è Il nome della rosa, bestseller firmato Umberto Eco e pubblicato per la prima volta da Bompiani nel 1980. Tra i libri dello scrittore scomparso il 19 febbraio 2016, questo è senza dubbio uno dei più conosciuti: tradotto in 40 lingue ha venduto oltre 50 milioni di copie in tutto il mondo, ricevendo, tra i vari riconoscimenti, anche il Premio Strega 1981. E’ ambientato nel Medioevo e racconta, attraverso l’escamotage del manoscritto ritrovato, l’opera di un anziano monaco che decide di raccontare ciò che gli è accaduto nella vita.

    Il falco maltese, cover libro Hammett

    Evergreen tra i libri gialli più famosi di sempre, Il falco maltese (1930) è opera dello statunitense Dashiell Hammett, considerato dai più il ‘padre fondatore’ del genere hard boiled. I suoi polizieschi, infatti, si caratterizzano per una descrizione molto realistica dei crimini e della violenza, in cui non mancano personaggi cinici e trame al limite dell’irrazionale. Un ottimo esempio è proprio questo romanzo, con protagonista il celebre detective Spade alle prese con un’angelica, quanto ambigua e spietata, Miss Wonderly. Considerato il capolavoro di Hammett, il romanzo è stato portato sul grande schermo con un indimenticabile Humphrey Bogart nel ruolo di Sam Spade.

    L.A.Confidential, cover libro Ellroy

    Portato sullo schermo alla fine degli anni Novanta da Curtis Hanson, con Russell Crowe, Kim Basinger e Kevin Spacey tra i protagonisti, il romanzo di James Ellroy è ambientato nella Hollywood degli anni Cinquanta e racconta, attraverso una trama intricatissima, le atmosfere della Los Angeles del dopoguerra. Tra lotte, criminalità, droga e pornografia il romanzo intreccia la vita dei tre poliziotti protagonisti con le grandi dive del cinema, per un racconto avvincente sospeso tra finzione e realtà.

    uccidi il padre, cover libro dazieri

    Danzieri è considerato uno dei massimi esponenti italiani del genere noir e Uccidi il padre è, a detta di molti, il suo libro più bello. Un ‘giallo perfetto’, si legge in rete, che racconta della misteriosa scomparsa di un bambino e della madre trovata morta poco lontano dalla zona dell’ultimo avvistamento, un parco alla periferia di Roma. Mentre tutti credono che il colpevole sia il marito della donna, nonché padre del bambino, Colomba Caselli, poliziotta in congedo, capisce che le cose non sono così come sembrano.

    La figlia del tempo, cover libro Josephine Tey

    Concludiamo la nostra breve carrellata sui libri gialli più famosi di sempre con questo romanzo del 1951 (la prima edizione italiana però risale a più di vent’anni dopo) della scrittrice scozzese, specializzata in noir, Josephine Tey. Il protagonista della storia, dal titolo La figlia del tempo, è il detective Grant che, costretto a letto per un incidente ad una gamba, comincia ad appassionarsi ai misteri irrisolti del passato. Affascinato da una serie di ritratti di alcuni personaggi storici, Grant si concentra sulla figura di Riccardo III, sovrano del quindicesimo secolo diventato il simbolo della malvagità. Perché? Indagando, il detective scoprirà nuove (sconvolgenti) verità.

    1573

    Referendum costituzionale 2016

    PIÙ POPOLARI