Cosa significa ‘lol’? Come e perché si usa una delle abbreviazioni più diffuse del web

Cosa significa ‘lol’? Come e perché si usa una delle abbreviazioni più diffuse del web

Deriva dall'inglese ed è usata soprattutto sui social e nelle chat

da in Cultura, Lingua italiana
    Cosa significa ‘lol’? Come e perché si usa una delle abbreviazioni più diffuse del web

    Cosa significa ‘lol’? A chi non è mai capitato, sbirciando tra Facebook, Twitter, sms, chat, mail o forum , di imbattersi nella parolina ‘lol‘ ignorandone totalmente il significato? La comunicazione di oggi, soprattutto quella via web, è caratterizzata da una serie di espressioni (o, per meglio dire, abbreviazioni) che hanno preso il posto delle parole vere e proprie e servono, più che altro, a tradurre un preciso stato d’animo. Ebbene, la maggior parte degli internauti utilizza spesso ‘lol‘ per esprimere divertimento e, dal linguaggio virtuale del web, è ormai a pieno titolo una delle ‘parole’ più usate nello slang giovanile di oggi. Ma cosa significa esattamente?

    Lol‘ è un acronimo che deriva dall’espressione inglese ‘lots of laughs‘ (‘tante risate’) o ‘laughing out loud‘ (‘ridendo forte’) e significa, in entrambi i casi, ‘ridere a crepapelle‘. Dall’Inghilterra, grazie alla diffusione sul web, è ormai utilizzato in tutto il mondo, sia per esprimere uno stato d’animo divertito, sia per commentare una notizia divertente – si usa, ad esempio, al posto delle ‘faccine’ o per esprimere una risata, in luogo cioè del classico ‘ah, ah, ah‘.

    Cosa significa ‘lol’, dunque, nel linguaggio del web è da ricercarsi unicamente nella volontà, da parte del popolo di Internet, di unire, attraverso una sorta di sintesi, la componente linguistica e quella emotiva di una frase, utilizzando una parola, o in questo caso una sigla, per tradurre un sentimento preciso: il divertimento, la risata. Non solo: sebbene di meno l’acronimo ‘lol‘ è usato anche al posto di ‘lots of love‘ (‘tanto amore’) o di ‘lots of luck‘, (‘tanta fortuna’), oppure storpiato in ‘trolol‘ (da ‘lol‘ e ‘troll‘, per indicare una risata di scherno) o in ‘lolwut‘ (da ‘lol‘ e ‘what‘, per indicare una risata confusa). E’ addirittura coniugato come verbo, in inglese ‘I lolled‘ (‘ho riso molto’) e in italiano ‘ho lollato‘, sebbene la cosa, da un punto di vista linguistico, lasci un pochino perplessi.

    Ma ‘lol‘ è solo una delle tante abbreviazioni che riempiono il linguaggio del web: vi sono, infatti, degli acronimi-sinonimo usati per esprimere la stessa cosa: ROTFL, abbreviazione di ‘rolling on the floor laughing‘ (cioè ‘rotolarsi dalle risate’) e ASD che, sembra incredibile, non significa nulla ma ha una particolarità: velocizza il tempo di battitura perché le lettere, sulla testiera, sono una di fianco all’altra…

    Insomma, cosa significa ‘lol’ è ormai abbastanza chiaro, anche perché, stando alle statistiche del web, è risultata essere una delle parole più ricercate nella rete.Non solo: l’utilizzo di questo acronimo è diventato così virale che, dal marzo del 2011, è stato inserito nell’Oxford English Dictionary, consacrando una semplice parolina di slang a vera e propria ‘regina del web’.

    598

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaLingua italiana
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI