Giubileo: 9 curiosità storiche che forse non si conoscono

Le curiosità legate all'Anno Santo, dal 1300 al Giubileo della Misericordia

da , il

    Roma, giubileo della misericordia

    Forse non tutti conoscono, del Giubileo, le 9 curiosità storiche che ne raccontano gli aspetti più importanti: il nome, il perché è nato, qual è stato quello più sfarzoso e quello, invece, più austero. Tra le tradizioni più importanti del Cristianesimo, il Giubileo è il periodo in cui la Chiesa, attraverso l’indulgenza, concede la remissione dei peccati, è l’anno quindi della conversione, della penitenza e della riconciliazione degli uomini con Dio. Suddiviso in ordinario e straordinario – il primo celebrato a scadenze prestabilite, il secondo per avvenimenti particolarmente importanti – quello di Papa Francesco sarà dedicato alla Misericordia e partirà con l’apertura della Porta Santa a San Pietro in Vaticano l’8 dicembre 2015, per concludersi il 20 novembre del 2016. Ma vediamo brevemente insieme le 9 curiosità storiche sul Giubileo, dal 1300 ad oggi.

    Giubileo, una tradizione ebraica

    giubileo ebraico

    Il termine ‘giubileo‘ deriva dalla parola ebraica ‘jòbel‘ che rimanda al corno d’ariete con cui si annunciava l’inizio dell’Anno Santo ebraico dedicato al riposo e alla liberazione degli schiavi. Già nell’Antico Testamento si trovano tracce relative al Giubileo: secondo la tradizione ebraica, infatti, era il periodo che garantiva la liberazione dalla miseria e dalla sofferenza a patto però che si seguissero determinate ‘regole’ – restituzione delle terre, condono dei debiti e liberazione degli schiavi. Per i cristiani è l’anno in cui il Pontefice concede l’indulgenza ai fedeli che si recano in pellegrinaggio in determinati luoghi, adempiendo a particolari riti religiosi.

    Giubileo per volontà popolare

    giubileo curiosità storiche

    Il primo Giubileo ufficiale, indetto da Bonifacio VIII, risale al 1300 benché Roma fosse già da secoli meta di pellegrinaggi straordinari: nella Città Eterna, infatti, si trovavano le ‘tombe apostoliche’, la ‘casa’ di Pietro e dei suoi successori, i Pontefici. L’Urbe dunque si era di fatto già sostituita a Gerusalemme come Città Santa e l’iniziativa giubilare del Papa fu solo un modo per ‘formalizzare’ il flusso di pellegrini.

    Un pellegrino ultracentenario

    giubileo, curiosità storiche, pellegrini

    Un’antica leggenda narra che, poco prima del 1300, giunse a Roma un pellegrino francese di 107 anni: il vecchio, in visita alla tomba dell’apostolo Pietro, dichiarò di essere già stato in pellegrinaggio nell’Urbe nel 1200, durante l’Anno della Perdonanza. Bonifacio VIII, venuto a conoscenza del fatto, chiese di cercare negli archivi documenti che attestassero la celebrazione di ‘anni giubilari’ precedenti al suo pontificato, ma non trovò nulla, né mai si seppe qualcosa del misterioso pellegrino ultracentenario.

    Il Giubileo delle ‘vendite’

    giubileo, curiosità storiche, anno santo 1450

    Il Giubileo del 1450, indetto da papa Nicolò V, fu particolarmente remunerativo, non solo per osti, banchieri e commercianti, ‘presi d’assalto’ dai pellegrini, ma anche per Cosimo de’ Medici, storico banchiere italiano e tesoriere papale dell’epoca. Nicolò V, infatti, fu il primo pontefice a stabilire, in cambio di una somma di denaro, la concessione dell’indulgenza anche a chi non avesse avuto la possibilità di recarsi a Roma. L’economia della città ne trasse ovviamente vantaggio, mentre diversi pellegrini morirono sia per la peste che a causa di un episodio accaduto a Castel Sant’Angelo: forse a causa di alcuni cavalli imbizzarriti, molti fedeli perirono schiacciati dalla folla, altri invece caddero nel Tevere.

    Il Giubileo dei Borgia

    giubileo, curiosità storiche, alessandro VI borgia

    Tra le curiosità storiche legate al Giubileo, c’è anche quella che vuole l’Anno Santo del 1500 come uno dei più lugubri della storia: fu indetto da Alessandro VI Borgia, personaggio controverso, protagonista di scandali e di numerose ammissioni di paternità. Nonostante la corruzione e l’immoralità del suo pontificato, pretese un rigido cerimoniale religioso (allargò l’apertura della Porta Santa a tutte e quattro le basiliche papali) ma non disdegnò di concedere piazza San Pietro a corride e manifestazioni con armi, frecce e spade.

    Michelangelo e i Giubilei

    giubileo, curiosità storiche, michelangelo

    Forse non tutti sanno che tra Michelangelo e i giubilei vi sono delle curiose coincidenze: il più grande rappresentante dell’arte rinascimentale italiana, infatti, nacque nel 1475, anno in cui Sisto IV indisse il settimo Giubileo della storia. Non solo. Alcune delle sue opere più celebri – la Pietà, gli affreschi della Cappella Sistina e il Giudizio Universale – sono legate agli anni giubilari: la prima fu completata, e posta all’ingresso della Basilica di San Pietro, nel 1550, la Cappella Sistina fu ammirata per la prima volta nel 1525 mentre il Giudizio Universale fu stato ‘svelato’ al mondo durante il Giubileo del 1550 .

    Giubileo e divieti

    giubileo curiosità storiche, divieti

    Se, da una parte, molti Giubilei furono caratterizzati da lusso, denaro ed eccessi di vario tipo, altri invece iniziarono all’insegna dei divieti e del rigore. Nel 1725, ad esempio, Benedetto XIII vietò il gioco del Lotto, dimostrandosi però indulgente al consumo di tabacco all’interno di San Pietro – quest’abitudine, importata dalle Americhe, era considerata un lusso e per questo motivo, causa scomunica, era bandita all’interno delle chiese. Precedentemente invece, nel 1625, Clemente X ribadì il divieto di aumentare i prezzi degli alloggi e di sfrattare i cittadini per fare posto ai pellegrini. Fu proprio questo pontefice, infine, a vietare per sempre le lotte dei tori nel Colosseo.

    La tutela della salute

    giubileo curiosità storiche, salute

    Ogni anno giubilare della storia ha visto Roma invasa da migliaia di pellegrini, tanto che persino Dante nell’Inferno, ricorda come le autorità romane dovettero stabilire, presso Castel Sant’Angelo, un doppio senso di marcia per evitare calche ed ingorghi pericolosi. Anticamente, però, il problema più difficile era la tutela della salute pubblica – molti giubilei, infatti, portarono con sé violente epidemie – e nel XVI secolo fu istituita una speciale commissione che consentiva l’ingresso a Roma dei pellegrini solo se muniti di una ‘bolletta di sanità‘, che ne attestasse la provenienza da Paesi liberi dalla peste.

    1950, il primo Giubileo ‘moderno’

    giubileo, curiosità storiche, pio XII

    Concludiamo le nostre 9 curiosità storiche sul Giubileo con quello che molti definiscono il primo Anno Santo della modernità. E’ il Giubileo del 1950 che, grazie alla possibilità di utilizzare gli aerei, registrò un afflusso incredibile di pellegrini: oltre 2 milioni di fedeli raggiunsero Roma, un vero record per la storia della Chiesa, dovuto (forse) alla canonizzazione di Maria Goretti e alla proclamazione, da parte di Pio XII, del dogma dell’Assunzione della Madonna. A proposito di modernità, infine, già nel Giubileo del 1933, grazie alla radio che Marconi aveva da poco perfezionato, la voce di Pio XI poté essere ascoltata dai fedeli in tutto il mondo, mentre nel 2000 Giovanni Paolo II estese l’indulgenza anche a chi seguiva le celebrazioni in radio o in televisione.