Come si scrive la data in inglese?

Come si scrive la data in inglese?
da in Cultura, Inghilterra, Lingua italiana
Ultimo aggiornamento:
    Come si scrive la data in inglese?

    Come si scrive la data in inglese è uno degli interrogativi più frequenti per chi impara questa lingua anche perché, soprattutto se la si usa per lavoro, è necessario saper impostare correttamente giorno, mese ed anno. Prima di tutto c’è da fare una distinzione, quella cioè tra inglese britannico e inglese americano: le due lingue, infatti, utilizzano una modalità di scrittura (e di pronuncia) diverse riguardo al modo di impostare la data. Ma procediamo con ordine, guardando brevemente le regole principali su come si scrive la data in inglese.

    Come dicevamo, bisogna distinguere, innanzitutto, tra inglese britannico e inglese americano: il primo, intende la data scritta come in italiano, ad esempio 27 October 2015; il secondo, invece, inverte il mese e il giorno, October 27, 2015.
    Gli inglesi, tuttavia – e chi ha studiato questa lingua avrà modo di ricordarlo – prediligono scrivere il giorno del mese mettendo alla fine le due lettere che ne indicano il numero ordinale: perciò la data odierna sarà scritta in questo modo: 27th October 2015 (ovvero, ventisettesimo di ottobre 2015).
    Ragionando su come si scrive la data in inglese, inoltre, bisogna precisare che sia 27 October 2015, che 27th October 2015 sono corretti, l’importante è pronunciare il giorno con il numero ordinale, sebbene sia scritto con quello cardinale.

    Perciò, ricapitolando:

    - Inglese britannico scritto: 27 October 2015, oppure 27th October 2015
    - Inglese britannico parlato: Tuesday, 27th October 2015

    - Inglese americano scritto: October 27, 2015
    - Inglese americano parlato: Tuesday October 27th, 2015

    Come si scrive la data in inglese, dunque, è presto detto: mentre cambia la modalità di scrittura, per quanto riguarda la pronuncia entrambe le lingue preferiscono usare i numeri ordinali (the first, the second, the third) al posto dei cardinali (one, two, three), come invece si usa in italiano.

    I nomi dei mesi, invece, come quelli della settimana, vanno scritti con la maiuscola, ma la scrittura cambia a seconda di quello che si vuole indicare:

    - se si indica tutto il mese, i nomi devono essere preceduti da ‘in‘: The cinema will be opened in Dicember (Il cinema sarà aperto a dicembre);
    - se, invece, si vuole indicare il giorno preciso, quest’ultimo sarà preceduto da ‘on‘: The cinema will be opened on 15th December (Il cinema sarà aperto il 15 dicembre).

    Per quanto riguarda gli anni, le cifre che li compongono si leggono a coppie, perciò 1822 si leggerà eighteen- twenty two; se, invece, l’anno che si deve scrivere è quello d’inizio secolo, si leggerà la prima coppia seguita da ‘hundred‘: 1800 sarà eighteen hundred, mentre 2000 si leggerà two thousand.

    Per leggere gli anni successivi (2001, 2002, 2003) vale la regola per cui unità e decine si uniscono alle centinaia e alle migliaia attraverso ‘and’: perciò 2001 si leggerà two thousand and one, 2015 two thousand and fifteen, e così via.
    Quando sono preceduti da numeri, infine, hundred, thousand e milion non vogliono la ‘s‘.

    Piccola eccezione: gli anni dal 2000 in poi possono essere letti anche in questo modo:

    - 2003: twenty oh three (venti ‘o’ tre)
    - 2014: twenty fourteen (venti quattordici)
    - 2015: twenty fifteen (venti quindici)

    Le date prima e dopo Cristo, invece, si indicano con la sigla B.C. (Before Christ) e A.D (Anno Domini):

    - 62 B.C. (62 avanti Cristo)
    - 62 A.D. (62 dopo Cristo)

    Oltre ad aver indicato, brevemente, come si scrive la data in inglese, è bene ricordare, per concludere, anche come si chiede che data è:

    - Che data è oggi? Quanti ne abbiamo oggi? in inglese sarà: What is today’s date? (oppure What date is it?, What is the date today?);

    - E’ 27 di ottobre: It’s October the 27th, oppure It’s the 27th of October;

    - Che giorno è oggi?: What day is it today?

    - E’ martedì: It’s Tuesday

    833

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaInghilterraLingua italiana
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI