Danilo Pistone è Neve, lo street artist che si ispira a Caravaggio

da , il

    Si chiama Danilo Pistone, in arte Neve, lo street artist che, sospeso tra classicismo e arte urbana, realizza degli splendidi murales di chiara ispirazione caravaggesca. Originario di Torino, è tra i neomuralisti più illustri d’Italia dipingendo, ormai da anni, le pareti di palazzi, cavalcavia ed edifici in tutta Europa. Il suo stile inconfondibile, caratterizzato da un uso del contrasto luce-ombra che ricorda parecchio il celebre pittore cinquecentesco, è fortemente iperrealista con un’attenzione quasi ossessiva per i dettagli e i particolari dei soggetti rappresentati.

    Neve, lo street artist che utilizza i muri e le grandi facciate degli edifici come tele, è uno degli esponenti dell’arte urbana più suggestivi di casa nostra. I suoi splendidi lavori, ‘titanici’ per dimensioni e di chiara ispirazione iperrealista, ‘decorano’ palazzi, ponti e pareti di stabilimenti industriali, giocando sapientemente sul chiaro-scuro e ricordando, per questo, lo stile tipico di Caravaggio. La street art di Neve, infatti, gioca sul contrasto tra luce e ombra dando vita ad imponenti pitture rese inconfondibili se si considerano due aspetti fondamentali: da una parte l’uso (geniale) delle vernici spray e l’attenzione, quasi ossessiva, per i dettagli – ad esempio per i capelli, che l’artista dipinge uno ad uno; e dall’altra il messaggio di cui ogni opera di fa carico. I lavori di Neve, infatti, reinterpretano molti classici della pittura invitando però alla riflessione: ecco allora il mito di Atlante e Pandora – maestosamente rappresentato sul cavalcavia dell’autostrada Paullese – in cui il gigante, prendendo la moneta d’ora offertagli dalla donna, sembra che lasci cadere il mondo che sorregge sulle spalle. E ancora Biancaneve che, ritratta in mezzo al fumo, reca in mano una mela che sembra rappresentare la Terra.O l’opera dal titolo Carità Romana che ripropone, in chiave diversa, il mito, più volte ripreso nell’arte, di Cimone e Pero. Nel murales di Neve, però, la giovane donna invece di allattare il padre affamato gli offre il suo sangue che riempie, poco a poco, una clessidra di vetro: ‘è il paradosso di oggi, ha spiegato l’artista, nutrirsi dei giovani per mantenere lo status quo dei vecchi‘.

    Nella fotogallery qui sopra alcune delle suggestive opere di questo straordinario artista urbano.