Maturità 2015: date, materie e commissioni

Maturità 2015: date, materie e commissioni
da in Cultura, Ministero dell'Istruzione, Scuola
Ultimo aggiornamento:
    Maturità 2015: date, materie e commissioni

    Maturità 2015: date, materie e commissioni. L’Esame di Stato è ormai alle porte e mentre ci si interroga su quali saranno le tracce per la prova d’Italiano, da venerdì 5 giugno sarà possibile consultare, sul sito del Ministero della Pubblica Istruzione, le commissioni d’esame che saranno composte, come per gli anni precedenti, da un presidente e da membri esterni ed interni. Al debutto, invece, per la Maturità 2015, i licei – introdotti con la riforma avviata nell’anno scolastico 2010-2011 – artistico, coreutico e musicale: la seconda prova scritta per i maturandi di questi nuovi indirizzi, infatti, in calendario per il 18 di giugno, avrà una durata maggiore rispetto alle altre scuole vista l’introduzione di ‘nuove’ materie come musica, danza e design. Ma vediamo meglio nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere sull’Esame di Stato 2015.

    Il conto alla rovescia per la Maturità 2015 è ufficialmente iniziato: la prima prova scritta, infatti, comune a tutti gli indirizzi, avrà luogo mercoledì 17 giugno a partire dalle ore 8.30. La seconda, invece, che avrà una specifica materia in base ai diversi indirizzi, si svolgerà il giorno successivo, giovedì 18 giugno. Per entrambe le prove gli studenti avranno a disposizione 6 ore, tranne, come dicevamo prima, nel caso dei ‘nuovi’ indirizzi: le prove dei licei artistico, coreutico e musicale, infatti, si svolgeranno in due o più giorni.

    La terza prova, invece – il questionario con le domande sulle varie discipline scelte dai docenti – diversa per ciascuna scuola, è prevista per lunedì 22 giugno, con una novità: la commissione esaminatrice terrà in considerazione anche le eventuali esperienze di stage, tirocinio o lavoro condotte dagli studenti, insieme alla disciplina non linguistica insegnata tramite la metodologia Clil, quella cioè in lingua straniera. Una volta terminati gli scritti, inizierà, solitamente dopo una settimana, la fase dedicata agli orali.

    Per quanto riguarda le materie, infine, gli studenti del Liceo Classico avranno a che fare con il Latino, mentre quelli dello Scientifico con la Matematica. Un’altra novità, per gli Esami di Stato 2015, riguarda le materie della seconda prova che interessano i maturandi dei licei linguistici: gli studenti di questi indirizzi, infatti, si troveranno alle prese, diversamente dagli anni precedenti, con una lingua straniera scelta dal Ministero che sarà poi quella maggiormente studiata nel corso dei cinque anni.

    Poiché il Miur annuncerà solo all’ultimo momento le tracce del tema d’italiano, si rincorrono ormai da giorni sul web i possibili argomenti che i maturandi si potrebbero trovare di fronte mercoledì 17 giugno.

    A parte Pirandello, Dante e Ungaretti, che rimangono comunque gli autori più ‘gettonati’, tra gli argomenti ‘papabili’ per la prima prova scritta della Maturità 2015, spiccano i diversi anniversari che interessano quest’anno la nostra nazione: l’entrata, esattamente cento anni fa, dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale, i 70 anni dalla liberazione dal nazi-fascismo e il 750esimo anniversario dalla nascita di Dante – quest’ultimo, inoltre, è dato tra i più ‘quotati’ anche per quanto riguarda l’analisi del testo.

    Sono parecchi anche i temi di attualità che il Ministero potrebbe decidere di proporre: l’Expo di Milano e l’Isis sono in ‘pole position’, seguiti dagli argomenti terrorismo, immigrazione e attentato al giornale satirico Charlie Hebdo di Parigi.
    Rimanendo in tema di anniversari, infine, particolare attenzione anche per la teoria della relatività di Einstein, illustrata per la prima volta cent’anni fa, i centoventicinque anni dalla morte di Vincent Van Gogh, i cinquanta dalla scomparsa di Malcom X ed i quaranta da quella di Pier Paolo Pasolini.

    Insomma, come ogni anno anche per la Maturità 2015 gli argomenti che si susseguono sulla prima prova d’esame sono davvero tanti. Ma finché non verranno aperte le famigerate buste ogni argomento potrebbe essere quello giusto. Per affrontare al meglio gli esami più temuti dagli adolescenti di tutti i tempi, dunque, c’è ben poco da fare: cercare di tenere a bada l’ansia, concentrare le energie sul ripasso e studiare, studiare e studiare!

    783

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaMinistero dell'IstruzioneScuola
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI