Si scrive affianco o a fianco?

Si scrive affianco o a fianco?
da in Cultura, Grammatica Italiana, Lingua italiana
Ultimo aggiornamento:
    Si scrive affianco o a fianco?

    Si scrive ‘affianco’ o ‘a fianco’? Eccoci tornati a un’altra spinosa questione grammaticale italiana per la quale è d’obbligo un sottile distinguo, che dipende dal significato che attribuiamo alla parola ‘affianco’. Se vogliamo utilizzare la forma ‘affianco‘ come forma unita della locuzione ‘a fianco‘, dovete sapere che non è grammaticalmente scorretta, tanto che viene registrata nel Dop (Dizionario di Ortografia e Pronuncia), ma solamente come forma arcaica: addirittura viene definita una forma rara, molto meno comune della forma separata.

    Ecco, dunque, uno dei tanti dubbi grammaticali cui, soprattutto chi scrive, si trova spesso a dover fare i conti: si scrive ‘affianco’ o a fianco’? Intanto le due forme non sono l’una sbagliata e l’altra corretta, poiché sono due termini diversi con un valore grammaticalmente diverso.

    La prima, ‘affianco‘, è la prima persona singolare del presente indicativo del verbo ‘affiancare‘ (ovvero sorreggere, sostenere, disporre a fianco); la seconda, invece, ‘a fianco‘, è una locuzione preposizionale, formata dalla preposizione semplice ‘a‘ e dal sostantivo ‘fianco‘. Entrambe le formule rimandano alla stessa sfera di significato: si scrive ‘affianco’ o ‘a fianco’ quando il concetto che si vuole esprimere è quello della vicinanza.

    Ricapitolando, dunque, ed evitando di commettere errori ortografici (spesso, infatti, ‘affianco‘ è usato al posto di ‘a fianco‘, cioè ‘vicino a’) è bene distinguere tra il verbo e la locuzione e, ovviamente, far riferimento al concetto che vogliamo esprimere: se utilizziamo la forma ‘affianco‘ come voce del verboaffiancare‘, allora dobbiamo usare sempre la forma unita.

    Se, invece, usiamo la forma ‘a fianco‘, come locuzione per dire ‘essere vicino a, accanto a’, allora la forma corretta è quella disgiunta.

    In definitiva, si scrive ‘affianco’ o ‘a fianco’ in base al concetto di vicinanza che vogliamo esprimere, ricordando che entrambe le forme sono corrette, ma vanno utilizzate nella forma giusta in base al contesto della frase e a seconda del significato attribuito in quell’occasione alla parola.

    Si scrive ‘affianco’ o ‘a fianco’? Qualche esempio:

    Affianco Alice da un paio di mesi (presente indicativo del verbo ‘affiancare’, ‘mettere a fianco’ per dare un aiuto)

    A fianco alla libreria c’è un tavolo (locuzione verbale, ‘vicino’ alla libreria)

    482

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaGrammatica ItalianaLingua italiana Ultimo aggiornamento: Venerdì 29/04/2016 11:42
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI