Si scrive dinuovo o di nuovo?

Si scrive dinuovo o di nuovo?
da in Cultura, Grammatica Italiana, Lingua italiana
Ultimo aggiornamento:
    Si scrive dinuovo o di nuovo?

    Si scrive dinuovo o di nuovo? Confessate, vi erano mancati i nostri dilemmi e dubbi sulla grammatica italiana, vero? Ma non temete: dopo una piccola pausa, eccoci pronti ad affrontare nuovamente questi spinosi argomenti. Abbiamo deciso di cominciare da un problema che attanaglia molte persone: si scrive dinuovo o di nuovo? Apparentemente semplice, non deve esserlo poi così tanto perché pare che sia una delle locuzioni avverbiali maggiormente cercate su Google.

    Fate questa semplicissima prova: provate a digitare su Google ‘Si scrive’ e vedrete che fra i mille suggerimenti che gentilmente il motore di ricerca vi fornisce troverete proprio questa locuzione, segno che fa perdere il sonno a molti utenti. Anche perché queste ricerche sono quelle maggiormente effettuate dai visitatori, per cui vuol dire che tantissime persone al momento di scriverla non sanno bene se vada attaccata o staccata.

    Tuttavia non dovete avere nessun dubbio in merito: anche se l’univerbazione può causarci ogni tanto qualche problema, in questo caso dovete fissarvi bene in mente che si scrive staccato, quindi la locuzione giusta è una sola, ‘di nuovo’. Anche perché qui non siamo di fronte a un caso come ‘mezz’ora’ o ‘mezzora’, non ci sono apostrofi in mezzo pronti a sommergerci di dubbi, qui si tratta proprio di due parole staccate.

    In linea generale e per completare il discorso, ricordate sempre che con il termine locuzioni avverbiali si intendono gruppi di parole che hanno poi la stessa funzione dell’avverbio corrispondente. Nel nostro caso ‘di nuovo’ ha il medesimo e preciso significato di ‘nuovamente’.

    Da non confondere poi la locuzione con il sintagma, ma facciamo un paio di esempi per spiegare meglio la situazione:

    1) C’è qualcosa di nuovo da mangiare?

    2) Hai mangiato di nuovo qualcosa?

    In questo caso ‘di nuovo’ ha due significati ben distinti. Nel primo caso con ‘di nuovo’ ci si vuole riferire a qualcosa da mangiare che sia diverso dal solito, originale rispetto a quello che normalmente ti finisce nel piatto. Nel secondo caso, invece, significa ‘nuovamente’, inteso nel senso di ‘un’altra volta’, quindi se vogliamo ha una sfumatura più temporale.

    Quindi ricordatevi: si scrive di nuovo staccato e non dinuovo attaccato, ma se avete un correttore automatico ve ne accorgerete già da soli in quanto ve lo segnerà sempre come errore. Inoltre anche se provate a scriverla sul cellulare il correttore vi dirà che la parola non esiste: è vero che ogni tanto sbagliano anche loro (vedi per esempio quando ti dà valido scrivere ‘pò’ con l’accento, ma in questo caso siamo sicuri che non l’accetterà).

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaGrammatica ItalianaLingua italiana
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI