Le 10 città migliori per studiare all’estero: Parigi in cima alla top ten

Quali sono le 10 città europee migliori per studiare all'estero? Secondo la classifica stilata da QS World University Ranking in cima alla top ten c'è Parigi.

da , il

    Quali sono le 10 città migliori per studiare all’estero? Secondo la classifica stilata da QS World University Ranking, in cima alla top ten c’è Parigi, scelta – sebbene lontana, con i suoi oltre 2 milioni di abitanti, dai requisiti richiesti – tra i centri urbani europei che contano almeno 250mila residenti e due istituti universitari. I criteri di scelta utilizzati da QS, infatti, prevedono il numero delle Università presenti, la varietà dei corsi di laurea, il giudizio generale sugli atenei, i costi e la qualità della vita, infrastrutture accademiche e urbane adeguate e la presenza di una comunicazione/scambio concreta tra il mondo universitario e quello del lavoro. Studiare all’estero, si sa, è un’opportunità che molti studenti vorrebbero avere: partire per qualche tempo significa, infatti, ampliare i propri orizzonti culturali, la propria esperienza di vita e di studio, divertirsi e conoscere altra gente. Ma quali sono le città dove si studia meglio in Europa? Guardiamole brevemente insieme, sfogliando le prossime pagine.

    1. Parigi

    La capitale francese, dunque, è in cima alla top ten delle 10 migliori città europee per studiare all’estero. Benché non rientri nei requisiti richiesti – conta, infatti, oltre 2 milioni di abitanti – e la vita, senz’altro bella, è però piuttosto cara, le spese generali sono bilanciate da un sistema universitario che è tra i più accessibili d’Europa: le rette fissate dal Ministero, infatti, per l’anno accademico in corso (2014-2015) variano tra i 189 euro per le lauree di primo livello e i 261 per quelle magistrali, sei volte meno dei costi medi italiani. Gli istituti più blasonati, inoltre, non solo non tassano gli studenti ma retribuiscono i propri allievi per tutta la durata dei corsi. Le borse di studio, infine, vengono assegnate in media al 35 per cento degli studenti, mentre in Italia la soglia non supera l’8 per cento.

    2. Londra

    Al secondo posto della classifica firmata QS c’è Londra che, pur avendo dei costi stellari rispetto ad altre città in classifica, offre una varietà di atenei davvero appetibile: 18 istituti, molti di essi in cima alle classifiche mondiali e una comunità di allievi internazionali che forma il 41 per cento dell’intera popolazione studentesca.

    3. Zurigo

    Sul podio, in terza posizione, Zurigo, capoluogo dell’omonimo cantone e sede di una delle Università più prestigiose del mondo, il politecnico Eth Zurich. Sebbene la vita in Svizzera sia piuttosto cara, le rette universitarie previste dal sistema elvetico non fanno rimpiangere le rette (spesso stellari) italiane: 1.288 franchi (1.244 euro), poco al di sopra della media di casa nostra.

    4. Monaco

    Con la Ludwig-Maximilians Universität München e la Technische Universität München, il capoluogo della Baviera svetta in quarta posizione tra le città universitarie più convenienti d’Europa. I costi sono leggermente più elevati rispetto agli standard tedeschi, con una media di circa 800 euro, compresi di affitto e servizi universitari.

    5. Berlino

    La capitale della Germania è tra le mete europee più ambite per gli studenti che desiderano studiare all’estero, e questo per alcuni fattori ben precisi: costo della vita nettamente inferiore e tasse universitarie pari a zero. Anche il problema della lingua si sta ridimensionando: molte delle Università più importanti, come la Humboldt Universität, offrono una scelta sempre più ampia di corsi tenuti interamente in inglese.

    6. Barcellona

    Barcellona è, secondo il criterio dello ‘student mix’, la prima città europea per vivacità della comunità internazionale. In altre parole, la movida universitaria del Barca non ha eguali nel resto d’Europa, vantando, nella classifica QS, un buon afflusso di studenti stranieri ed un’ottima offerta accademica. Le rette fissate dalle istituzioni catalane sono simili, o leggermente superiori, a quelle italiane, anche se il costo della vita in generale si mantiene al di sotto degli standard di casa nostra.

    7. Vienna

    Al settimo posto tra le sedi europee migliori per studiare all’estero (ventesima nella classifica mondiale), Vienna è una delle città più convenienti sia per il costo della vita, che per quello relativo agli studi: rette a costo zero e costi più o meno simili a quelli di Berlino – affitti più bassi nella capitale tedesca ma maggior potere d’acquisto in quella austriaca.

    8. Edimburgo

    Rispetto alle rette universitarie londinesi, quelle richieste dagli atenei di Edimburgo sono al di sotto di ben 9mila sterline, da quando il governo scozzese ha deciso di accollarsi tutte le spese degli iscritti del luogo, comprese quelle degli studenti stranieri (tranne inglesi, gallesi ed irlandesi del Nord). Le tasse triennali, infatti, sono a carico dello Student Awards Agency for Scotland, con un afflusso di iscritti stranieri che tocca il 40 per cento dell’intera popolazione studentesca. Unico neo (si fa per dire) il costo della vita elevato, circa 10mila sterline all’anno, compensato però dagli ‘sconti’ sulle spese universitarie.

    9. Copenaghen

    Al nono posto nel ranking QS, Copenaghen è la prima città della Scandinavia e la 28esima al mondo per la qualità (e il costo) della vita degli studenti: tasse azzerate, assegni mensili equivalenti a circa 800 euro e possibilità di prestiti rimborsabili in una quindicina di anni. La città, quindi, offre un ottimo compromesso tra qualità didattica e tasso di internazionalità della sua popolazione studentesca.

    10. Manchester

    Fanalino di coda, la città inglese di Manchester offre il 60 per cento di costi in meno, rispetto a Londra, per quanto riguarda gli affitti. Con spese molto più accessibili, rispetto al resto delle città in classifica, Manchester ospita quattro atenei, 100mila studenti iscritti e una comunità internazionale molto vivace, circa il 25 per cento dell’intera popolazione.