Quando la cultura fa classifica: Bocconi e Politecnico fra le migliori al mondo

Quando la cultura fa classifica: Bocconi e Politecnico fra le migliori al mondo
da in Buone notizie, Cultura, Istruzione, Studenti, Università
Ultimo aggiornamento:
    Quando la cultura fa classifica: Bocconi e Politecnico fra le migliori al mondo

    Secondo il Qs World University Ranking by Subjects 2015, ovvero il rapporto per discipline universitarie a livello mondiale, l’Italia sarebbe all’ottava posizione fra le 60 nazioni prese in considerazione. Londra ribadisce il suo primato come capitale mondiale della formazione universitaria, ma Milano gli tiene testa. La classifica dei migliori atenei è stata costruita valutando come parametri la reputazione accademica, quella fra le aziende, citazioni “per paper” e l’H-Index, che ne quantifica la prolificità e l’impatto delle pubblicazioni scientifiche.

    Ottimi risultati dall’Università Bocconi, che nell’area disciplinare dedicata a “Business e Management” è settima nel mondo e terza in Europa fra 3.450 università valutate, delle quali solo 971 rientrate in classifica. In “Economia ed econometria” l’ateneo meneghino si posiziona 17esimo al mondo e quinto in Europa, mentre in “Finanza e accounting” 28esimo e settimo. Stefano Caselli, prorettore per l’internazionalizzazione dell’ateneo, commenta: «Debuttare così positivamente nella nuova classifica dedicata a business e management e confermarsi nelle altre due, è motivo di grande soddisfazione».

    Secondo i dati diffusi dall’università, il 92,4% dei suoi laureati lavora ad un anno dalla specialistica e uno su quattro si trova all’estero, il tasso degli studenti che trovano lavoro già il giorno della laurea è inoltre salito di 8 punti (69%).

    Decima posizione nella disciplina del “Design”, l’ateneo si colloca tredicesimo in “Ingengeria civile” e quattordicesimo in “Architettura”. Il rettore Giovanni Azzone si ritiene molto soddisfato del un risultato, che premia lo sforzo del Politecnico di Milano ad unire tradizione e innovazione puntando all’internazionalità. Anche il Politecnico di Torino non se la cava male, con un 33esimo posto in “Ingegneria Civile” e un 36esimo in “Ingegneria Elettronica”.

    La Sapienza di Roma entra nella classifica mondiale in ben 25 discipline e brilla per la facoltà di Fisica posizionandosi al 22esimo posto, seguita dall’Università di Pisa al 30esimo. L’Università di Bologna si piazza in 28 discipline su 36 e il risultato migliore se lo porta a casa in Lingue Moderne (46esima). L’Università degli Studi di Milano ottiene il primo posto fra gli atenei italiani in Medicina e Lingua e Letteratura inglese, oltre che per Scienze Biologiche. L’ateneo di Padova si classifica invece in 20 materie, registrando i migliori risultati in Fisica e Filosofia (51esimo e 100esimo posto).

    Franco Anelli, rettore dell’Università Cattolica del Sacro Cuore si dichiara entusiasto dei traguardi raggiunti dall’ateneo: tra i migliori 100 al mondo in Filosofia (primo nella ranking list nazionale), e nella top 200. Da quest’anno la Cattolica presenzia anche in sei nuove aree disciplinari, passando dalle precedenti 4 a 10. «Un risultato significativo nel contesto delle cosiddette comprehensive universities; ovvero tra le università multidisciplinari che comprendono al loro interno diverse facoltà e discipline scientifiche le quali, nel caso della Cattolica, spaziano dall’area umanistica alle scienze sociali, economiche e giuridiche fino alle scienze mediche, agrarie, fisiche e matematiche», commenta Anelli.

    Harvard e MIT si giocano la testa della classifica in 21 discipline, tra le sei nuove introdotte troviamo la London Business School e Harvard davanti alla Insead sul podio di “Business & Management”. MIT, Bartlett School e DELFT dominano in Architettura, mentre il Royal College of Art è primo in Arte & Design, seguito dalla Parsons School. L’istituto svedese Karolinska primeggia in Odontoiatria, lasciando il secondo posto alla Hong Kong University. Per quanto riguarda invece i “Development Studies”, si distinguono nell’ordine l’Università del Sussex, Harvard e l’Università di Manchester. In Scienze Veterinarie i primi tre posti sono occupati dalla UC Davis, Cornell e Royal Veterinary College.

    Una stella brilla fra tutte: è l’Università di Cambridge, che si è posizionata fra le prime dieci al mondo in ben 31 discipline, seguita da Oxford, Stanford con 29, Harvard (28), UC Berkeley con 26, MIT (19) e London School of Economics & Political Sciences con 11. A queste seguono Princeton e la UCLA (10), Yale con 9 discipline, Imperial College (8), UCL con 6 e la Columbia University (5).

    Le università extra Usa e Gran Bretagna che hanno più piazzamenti nella top ten delle varie discipline sono quelle di Singapore con 11, ETH Zurich (10) e infine l’Università di Tokyo con 6.

    795

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Buone notizieCulturaIstruzioneStudentiUniversità

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI