NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Musei del Quirinale: apertura e aree accessibili al pubblico

Musei del Quirinale: apertura e aree accessibili al pubblico

    Musei del Quirinale: apertura e aree accessibili al pubblico. Ancora non c’è un piano preciso, ma alcune indiscrezioni su quali potrebbero essere le sale accessibili ai cittadini e ai turisti e sull’apertura (forse il 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica) arrivano dal Messaggero. Il tutto tenendo presente gli intendimenti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che lo scorso febbraio annunciava: ‘Ho disposto che il Quirinale sia, entro breve tempo, aperto alle visite tutti i giorni‘.

    Il Quirinale si apre del tutto o quasi al pubblico: l’obiettivo di Sergio Mattarella è un palazzo accessibile ai cittadini e ai turisti tutti i giorni (o comunque il più possibile) è allo studio di una commissione di esperti che dovranno trovare la quadra tra i desiderata del presidente della Repubblica (riassumibili grosso modo in: Quirinale aperto sempre, tranne per manifestazioni ufficiali; meno uffici; più percorsi di visita e ampliamento di quelli esistenti) e le esigenze di sicurezza. Stando alle indiscrezioni del Messaggero, tra le nuove aree accessibili al pubblico ci saranno il pianterreno del palazzo, il cortile d’onore e il piano nobile, oltre alla Vasella che conserva porcellane antiche e servizi da tavola assai preziosi.

    Nei locali che si liberaranno con lo spostamento degli uffici dalla palazzina gregoriana verranno allestite mostre permanenti o eventi speciali per il restauro di opere d’arte, ma anche mostre documentarie e multimediali sulla storia della Repubblica, del Quirinale, sulla Costituzione e sui precedenti inquilini del Colle.

    Sempre secondo il Messaggero, sarà accessibile in modo più organico il padiglione storico delle Carrozze, così come sarà aperta al pubblico anche una parte dei giardini, l’area della Coffee House e del terrazzo con vista su Roma.

    Al piano nobile, ‘significative’ aperture sono previste per gran parte dell’appartamento napoleonico, finora inaccessibile, ma anche per la Sala del Bronzino e per quella degli Arazzi di Lillà; sarà visitabile (anche se meno ‘elasticamente’) anche lo studio del Presidente, mentre per la sua struttura lignea che mal sopporterebbe gli assalti dei visitatori dovrebbe rimanere inaccessibile la biblioteca del Presidente.

    371

    PIÙ POPOLARI