NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Suspance o suspense? Suspanse o suspence? Alla scoperta della forma corretta

Suspance o suspense? Suspanse o suspence? Alla scoperta della forma corretta

Questo termine, scritto in modi diversi, indica uno stato d'animo molto particolare e c'è un solo modo di scriverlo correttamente

da in Cultura, Grammatica Italiana, Letteratura, Libri, Lingua italiana
Ultimo aggiornamento:
    Suspance o suspense? Suspanse o suspence? Alla scoperta della forma corretta

    Suspance o suspense? Suspanse o suspence? Qual è la forma corretta? Questo termine, il cui significato italiano, come spiega Wikipedia, è “sospensione d’animo, incertezza angosciosa e terrificantemente obbrobriosa”, è uno di quelli che, molto più di altri, affligge i lettori, e gli scrittori, di gialli, thriller e libri di mistero. Il perché è presto detto e dipende dal fatto che spesso capita di leggere questa parola declinata nei modi più diversi. Ma qual è la forma giusta tra suspance e suspense? E quale, in italiano, la corretta traduzione?

    Prima di tutto, per capire quale sia la forma giusta bisogna partire dal presupposto che le parole suspance e suspence sono sempre sbagliate – non esistono in italiano e neppure in francese o in inglese – mentre il termine suspens è la forma francese più letteraria, è maschile singolare e si utilizza soprattutto nella locuzione en suspens, la cui traduzione in italiano è in sospeso.

    Evitando confusioni di sorta, dunque, diciamo subito che suspense è la forma giusta e non a caso è l’unica citata sul dizionario Garzanti (le altre, invece, non ci sono), con il significato italiano seguente: “s. f. invar.; stato d’animo di apprensione, di ansiosa incertezza, proprio di chi attende la soluzione di eventi drammatici; in partic., in un film o in un racconto, momento o situazione…“.

    Il termine suspense (il cui sinonimo, ragionando su una traduzione in italiano, potrebbe essere ‘ansia’, ‘trepidazione’, ‘inquietudine’), è di origine inglese e, come il francese suspens – ‘in sospeso’ – deriva dal latino suspensum che è il participio passato neutro del verbo suspendĕre (quasi identico al nostro ‘sospendere’).

    Introdotto nella lingua italiana dagli anni Sessanta in poi, attualmente ‘suspense‘ si utilizza pronunciandolo all’inglese saspens, mentre prima degli anni Sessanta si prediligeva la pronuncia francese suspàns. Ma, a differenza sia dell’inglese che del francese – la cui pronuncia prevede l’accento sull’ultima sillaba – in italiano quella più diffusa vuole l’accento sulla prima (come ad esempio rèport). Per cui la pronuncia ricorrente di suspense è, in italiano, sàspens.

    Non solo.

    In merito alla questione suspance o suspense, suspanse o suspence, oltre al significato in italiano, alla traduzione e ad un eventuale sinonimo, è interessante notare che suspense (che, lo ricordiamo, è la forma giusta) in italiano è al femminile e rispetta quell’abitudine per cui le parole inglesi neutre ‘acquisiscono’ il genere cui corrisponde la traduzione italiana, che, in questo caso, è ‘sospensione’. Curiosamente, in francese suspense è un termine di genere maschile mentre la versione femminile, la suspense, si riferisce ad una censura ecclesiastica, ovvero all’interdizione di un sacerdote da ogni potere decisa dall’autorità ecclesiale.

    Anche in questo caso, dunque, ragionando su suspance o suspense, suspanse o suspence, si nota come un prestito inglese sia stato determinato dal fenomeno – molto diffuso – per cui la lingua anglosassone abbia preso il posto del francese nelle comunicazioni internazionali.

    576

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaGrammatica ItalianaLetteraturaLibriLingua italiana
    PIÙ POPOLARI