NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I libri più venduti della settimana: la classifica dal 29 gennaio al 5 febbraio 2015

I libri più venduti della settimana: la classifica dal 29 gennaio al 5 febbraio 2015

    Tra i libri più venduti della settimana domina la classifica, dal 29 gennaio al 5 febbraio 2015, ancora Michel Houellebecq che, con Sottomissione, si mantiene ben saldo in prima posizione. Il secondo posto è per Numero Zero di Umberto Eco, mentre il terzo è tutto per Storia di una ladra di libri che, risalendo dai piani bassi della top ten, si conferma – qualora ce ne fosse bisogno – davvero come opera ormai ‘intramontabile’. Ottima posizione anche per Erri De Luca mentre il veterano Camilleri scivola in ottava perdendo quattro posti rispetto a sette giorni fa. Tra le new entry, Veronica Roth e Alessia Gazzola mentre ci salutano Cinquanta sfumature di grigio e Je suis Charlie, l’omaggio dei fumettisti più illustri alle vittime dell’attentato di Parigi.

    In prima posizione, dunque, ancora Sottomissione, il controverso romanzo di Michel Houellebecq la cui profezia – ‘nel 2020 farò il Ramadan‘ – campeggiava in copertina al numero di Charlie Hebdo nel giorno dell’attentato. Quello stesso giorno il volume usciva nelle librerie francesi. La storia è ambientata in un immaginario futuro ‘fantapolitico’ quando un presidente musulmano si ritrova alla guida della Nazione. Il nuovo regime accoglierà il favore delle élite francesi che compiranno, così, il loro atto di ‘sottomissione’ all’Islam.

    Stabile in seconda posizione l’ultimo romanzo di Umberto Eco che, in libreria da meno di un mese fa, è balzato subito in cima alla top ten dei libri più acquistati dagli italiani. Partendo dal caos Tangentopoli, Numero Zero – in libreria per Bompiani - racconta il lato ‘più oscuro’ dell’Italia del XX secolo, ricostruendo gli intrighi e gli episodi più subdoli della storia della Prima Repubblica: l’affare Gladio, la P2, le Brigate Rosse, la morte di Papa Luciani e via dicendo. Sullo sfondo, un’immaginaria redazione messa in piedi con il solo scopo di ricattare i potenti e diffamare i nemici.

    In assoluto il libro più venduto del 2014 – oltre 450mila copie in Italia – Storia di una ladra di libri, è il romanzo di Markus Zusak uscito senza troppi clamori nel 2005 e balzato in cima alle classifiche di vendite grazie al film del 2013 per la regia di Brian Percival. Destinato originariamente ai ragazzi, il libro è attualmente uno dei migliori bestseller di sempre. Dall’ottava posizione la scorsa settimana, il libro risale in terza. E’ ormai un ‘evergreen’.

    In quarta posizione, ne guadagna qualcuna rispetto a sette giorni fa, La parola contraria, di Erri de Luca, un pamphlet di 64 pagine in cui lo scrittore napoletano racconta la sua vicenda giudiziaria dopo la denuncia per istigazione al sabotaggio, partita a causa delle dichiarazioni sull’Alta Velocità. In questo piccolo volume c’è il racconto dell’intera faccenda in cui, sostiene lo scrittore, è stata lesa non solo la libertà di parola, ma la libertà di poter esprimere quella ‘contraria’.

    Stabile in quinta posizione Avrò cura di te, di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale. Il romanzo, scritto in forma epistolare, racconta la storia di Gioconda, giovane donna in forte crisi esistenziale che scrive per gioco al suo angelo custode, Filèmone. L’una rispecchia l’autrice e il suo talento nel sollevare domande, l’altro il giornalista de La Stampa che, grazie alla sua saggezza, riesce sempre a trovare la risposta giusta.

    Autrice del bestseller Divergent, primo romanzo di una trilogia distopica che ha avuto uno straordinario successo planetario, Veronic Roth torna in libreria con il quarto capitolo della serie che si pone come una sorsa di prequel dell’intera vicenda. Pubblicato in Italia per DeAgostini, Four. Una scelta può liberarlo, racconta i momenti fondamentali della vita di Quattro, alias Tobias, il tormentato protagonista maschile della serie, nonché figlio del leader degli Abneganti. In sesta posizione, il romanzo è la prima new entry della settimana.

    Perde tre posizione, rispetto alla classifica di sette giorni fa, American Sniper, l’autobiografia di Chris Kyle pubblicata nel 2012 e tornata alla ribalta grazie all’omonimo film per la regia di Clint Eastwood. Dopo aver combattuto per anni in Iraq – e dopo esser diventato leggenda grazie alla sua mira infallibile – Kyle ha deciso di raccontare la sua drammatica storia in questo libro in cui, accanto all’orrore della guerra racconta anche molte vicende private: il fidanzamento, il matrimonio, gli affetti. Oltre alla decisione, sofferta, di congedarsi e tornare in patria, per dedicare il suo tempo alla famiglia e ai reduci di guerra in difficoltà.

    La relazione, di Andrea Camilleri – veterano delle classifiche di vendita – occupa, invece, l’ottava posizione. L’ultimo romanzo dello scrittore siciliano, in libreria per Mondadori dal 2 gennaio scorso, racconta di un certo Mauro Assante, integerrimo funzionario dell’authority che veglia sulla trasparenza delle banche italiane, impegnato a stilare un documento su un importante istituto di credito che, a causa di una sua ispezione, rischia di essere commissionato. A disturbare il lavoro certosino del protagonista, una serie di strani eventi: una telefonata minatoria, un uomo che lo insegue in motorino e la visita di una misteriosa quanto avvenente fanciulla.

    In penultima posizione, la seconda new entry della settimana, Una lunga estate crudele, di Alessia Gazzola. La giovane scrittrice messinese è tornata in libreria con una nuova indagine di Alice Allevi, simpatica – ed imbranata – specializzanda in medicina legale che è anche, però, una detective di successo. In questo nuovo medical thriller, la giovane donna si trova alle prese con il ritrovamento del cadavere di un attore teatrale: è l’inizio di un’indagine complessa e misteriosa, che sembra nascondere, tra i vari personaggi che la popolano, verità che si riveleranno inconfessabili.

    Il decimo posto è tutto per il romanzo Non è stagione, di Antonio Manzini, attore, scrittore ed ex allievo di Camilleri dal quale ha imparato non solo l’arte della recitazione ma anche quella della scrittura visto che, come il maestro, anche lui è autore di romanzi gialli. In libreria per Sellerio il volume racconta un’altra indagine di Rocco Schiavone, vicequestore romano trasferito suo malgrado in Valle d’Aosta. Questa volta il poliziotto si trova ad indagare sulla scomparsa della figlia di un industriale locale.

    1636

    PIÙ POPOLARI