Maturità 2015 seconda prova, materie: latino al classico e matematica allo scientifico

Maturità 2015 seconda prova, materie: latino al classico e matematica allo scientifico
da in Cultura, Esami di Maturità, Ministero dell'Istruzione
Ultimo aggiornamento:
    Maturità 2015 seconda prova, materie: latino al classico e matematica allo scientifico

    Maturità 2015 seconda prova, uscite le materie: tra le principali, troviamo latino al classico e matematica allo scientifico. Come annuncia un comunicato stampa del Miur, il Ministero dell’istruzione, università e ricerca, il ministro Stefania Giannini ha firmato l’apposito decreto che definisce anche le tre discipline affidate ai commissari esterni, con una particolare attenzione alle lingue. Ricordiamo che la Maturità 2015 comincerà il 17 giugno, con le tracce del tema di italiano, il 18 sarà la volta delle seconde prove con materia specifica per ogni indirizzo, seguirà – all’inizio della settimana successiva – la terza prova.

    Maturità 2015 seconda prova, le materie: tra le principali comunicate dal Ministero, troviamo latino al classico e matematica allo scientifico. Il classico vede così rispettata l’alternanza tra lingue antiche – lo scorso anno era toccato ad un brano da ‘Non si deve credere facilmente alla calunnia’ di Luciano – mentre allo scientifico si ‘bissa’ Matematica che è anche la materia per lo scientifico delle Scienze Applicate.

    Antropologia, pedagogia, psicologia e sociologia sono le materie della seconda prova dell’omonimo indirizzo liceale, con la trattazione di un argomento relativo a questi ambiti, più alcune domande di approfondimento. Per le Scienze Umane ad indirizzo Economico-Sociale, la seconda prova verterà su Diritto ed Economia politica (che siano quesiti su temi disciplinari o l’analisi di casi o situazioni socio-politiche, giuridiche ed economiche).

    La maturità 2015 seconda prova al linguistico vede un leggero cambiamento: laddove fino all’anno scorso lo studente poteva scegliere la lingua in cui cimentarsi, quest’anno è il ministero che decide la lingua, che poi è quella più studiata nel corso dei cinque anni (e quindi è la scuola che decide a seconda della sua offerta formativa). Rimane valida la struttura in due due parti che prevedono l’analisi e comprensione testuale e l’elaborazione di un testo narrativo, descrittivo o argomentativo.

    I licei artistici si cimenteranno in design, alla scenografia e discipline pittoriche, mentre le new entry dei licei coreutico e musicale saranno alle preve rispettivamente con teoria, analisi e composizione (in due giorni, con prova analitica il primo e ‘fisica’, cioè la prova dello strumento, il secondo) e con le tecniche della danza (anche qui divisa in due giorni, la prima con esibizione di gruppo e la seconda con l’esibizione del singolo alunno).

    Passiamo agli istituti tecnici: per la maturità 2015, come materie della seconda prova il Ministero ha scelto Economia aziendale nell’indirizzo Amministrazione, finanza e marketing; Lingua Inglese nell’indirizzo legato al Turismo; Disegno, progettazione e organizzazione industriale per chi studia Meccanica, Meccatronica e Energia; Struttura, costruzione, sistemi e impianti del mezzo per l’indirizzo Trasporti e Logistica; Progettazione Multimediale per chi studia Grafica e Comunicazioni.

    Chiudiamo infine con gli istituti professionali: Psicologia generale e applicata per l’indirizzo Servizi Socio-sanitari; Scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera; Tecniche professionali dei servizi commerciali per i Servizi Commerciali; Tecniche di produzione e organizzazione per Produzioni industriali e artigianali.

    571

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaEsami di MaturitàMinistero dell'Istruzione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI