Berlino, cancellati i murales dello street artist Blu: addio ai graffiti

Berlino, i murales dello street artist Blu in Cuvrystrasse sono stati cancellati durante la notte tra l'11 e il 12 dicembre 2014

da , il

    Durante la notte tra l’11 ed il 12 dicembre a Berlino sono stati cancellati due graffiti realizzati da Blu, uno street-artist di origini marchigiane. I murales erano stati realizzati dall’artista italiano su due palazzi in Cuvrystrasse, a Kreuzberg. Nel 2007, all’interno della manifestzione Planet Prozess, Blu aveva realizzato Brothers e Chain, questi i nomi attribuiti ai graffiti, ma alla realizzzione del murales aveva partecipato anche Jr, un altro street artist che aveva provveduto ad applicare gli occhio all’interno delle mascherine dei due astronauti, purtroppo andati persi per via del normale logorio del tempo.

    Canellati nella notte Brothers e Chain

    Durante la notte tra l’11 el 12 dicembre 2014 sono stati cancellati Brothers e Chain, i due astronauti dipinti dallo street artist di origini italiane Blu, in Curvystrasse. La motivazione è legata alla nascita di un edificio semiresidenziale, che sarà composto da 250 appartamenti più un supermercato a pianoterra.

    E’ stato Blu a cancellare i graffiti

    Il suo creatore lo street-artist Blu ha deciso di ricoprire i dipinti con una vernice nera. Artur Süsskind, che aveva acquistato l’area vicina ai palazzi, voleva ridipingere gli edifici. L’artista sapeva bene che sarebbero stati cancellati ed ha deciso di farlo lui stesso, senza attendere il nuovo proprietario.

    La street art non è per sempre

    Sebbene sia logico che l’arte di strada non possa essere eterna, la decisione dell’artista di cancellare le sue creazioni ha stupito da un lato, ma è comprensibile dall’altro. Perchè aspettare che sia un altro a distruggere ciò che lui ha creato? Blu ha voluto giocare d’anticipo, dicendo addio agli astronauti.

    Il murales creato con la collaborazione di Jr

    Il murales era stato creato nell’ambito di una manifestazione nel 2007. Blu ha dipinto due astronauti, ma si è avvalso della collaborazione di Jr, un altro artista di strada: egli aggiunse gli occhi nelle mascherine di Brothers e Chain, che purtroppo non erano più visibili, perché danneggiati dallo scorrere del tempo.

    I murales erano a rischio da tempo

    Si sapeva da tempo che i murales, che avevano costituito l’attrazione principale della zona, sarebbero stati eliminati. Dopo Camp-Cuvry smantellato a settembre, per fare spazio a nuove costruzioni, adesso toccava alla costruzione che ospitava i due astronauti. Nonostante ciò, la loro assenza crea comunque malinconia.