Teatro alla Scala, inaugurazione 2014: la prima con Fidelio di Beethoven

Teatro alla Scala, inaugurazione 2014: la prima con Fidelio di Beethoven
da in Cultura, Direttori d'orchestra, Musica, Rai, Teatro, Teatro Milano
Ultimo aggiornamento:
    Teatro alla Scala, inaugurazione 2014: la prima con Fidelio di Beethoven


    Al Teatro alla Scala l’inaugurazione 2014: la prima sarà con Fidelio di Beethoven. L’apertura della stagione 2014-2015 regalerà a Milano tantissime emozioni a tutti gli appassionati. La Scala è pronta. L’opera sarà diretta da Daniel Barenboim. Per lui sarà l’ultima prima, per poi passare il testimone a Riccardo Chailly. Lo stesso direttore ha spiegato che il Fidelio spesso è letto in modo esclusivo come dramma politico, mentre va visto come la storia di una donna disposta a fare di tutto, per salvare l’uomo che ama.

    Leonore è costretta a fingersi un uomo, Fidelio, per poter entrare in carcere e cercare il marito Florestan, che è stato incarcerato a causa dell’oppressione di Don Pizarro. Davvero un fiore all’occhiello per questa prima 2014, con un cast di nomi eccezionali nell’ambito della lirica internazionale. Anja Kampe interpreterà Leonore e Klaus Florian Vogt darà la voce al prigioniero Florestan. Nei panni del malvagio Pizarro troveremo Falk Struckmann.

    Il tema politico con l’amore si intrecciano sostenendosi l’uno l’altro, in un equilibrio sempre pronto a cambiare. In fin dei conti a partire dalla prima del 1805 lo stesso Beethoven ha fatto vari interventi sulla partitura, ponendo l’accento ora su un tema ora su un altro versante.

    Il Fidelio è un’opera travagliata, anche dal punto di vista delle riscritture e sia Barenboim che la Warner hanno dichiarato che punteranno soprattutto sull’aspetto umano del dramma. Fidelio si configura come un’opera universale, che è capace di parlare a tutti non solo dell’amore, ma anche della giustizia.

    La prima del Teatro alla Scala rappresenta un appuntamento straordinario di una grande stagione. La regia dell’opera è di Deborah Warner e la prima della Scala sarà trasmessa in diretta anche in diversi punti della città. Possiamo ricordare a questo proposito, ad esempio, il Teatro dal Verme, il Muba Museo dei bambini, l’Auditorium Gaber della Regione Lombardia e lo Spazio Teatro 89.

    Oltre ai teatri saranno in mobilitazione anche le sale cinematografiche. In tutto ci saranno 190 sale cinema che trasmetteranno l’opera in Italia e in Europa. Fidelio è anche in televisione. L’opera sarà in diretta dalle 17:30 su Rai 5. Per il resto d’Europa alle 20:15 c’è la differita su Tv live Arte e ZDF in Germania; alle 20:45 l’appuntamento è su Tv live Arte in Francia. Nel corso della trasmissione televisiva “Che fuori tempo che fa” di Fabio Fazio, durante la puntata di sabato 6 dicembre, Fabio Volo si collegherà dalla Scala di Milano, per far vedere le prove del Fidelio.

    Il coinvolgimento è enorme. Basti pensare che a Parigi il cinema Publicis presenterà, a partire dalle 17:15, l’opera di Beethoven e l’evento saranno accompagnati da una degustazione di panettone milanese.

    561

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaDirettori d'orchestraMusicaRaiTeatroTeatro Milano Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/03/2016 11:54
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI