I 10 migliori libri del 2014: i titoli assolutamente da non perdere

Quali sono i libri migliori del 2014? Ecco una breve carrellata di titoli che, spaziando dal romanzo storico al noir, vale la pena leggere.

da , il

    Quali sono i 10 libri migliori del 2014? L’anno che sta per concludersi è stato molto ricco per quanto riguarda le novità in libreria: romanzi d’amore, poesia, gialli, fantasy e noir, ce n’è stato davvero per tutti i gusti. E sebbene l’abitudine alla lettura – e con essa anche quella di andare in libreria – sembra essersi quasi del tutto persa, c’è ancora chi resiste e non vede l’ora di correre tra gli scaffali alla ricerca di un bel titolo da acquistare. Del resto si sa, il libro è sempre un’ottima idea regalo e con le feste natalizie in arrivo qualche suggerimento potrebbe fare al caso vostro. Ecco quindi una breve carrellata dei libri più belli usciti durante l’anno: una selezione di 10 titoli che spaziano dal racconto rosa alla riflessione personale, dal thriller al romanzo storico, fermo restando che, come sempre, la scelta è assolutamente soggettiva.

    Il guardiano del faro

    Opera della scrittrice svedese Camilla Läckberg, Il guardiano del faro è uscito per la prima volta nel 2009. In Italia però è arrivato solo quest’anno, pubblicato dalla Casa Editrice Marsilio. Il libro è il settimo della serie dedicata al duo di investigatori Patrik Hedström, poliziotto di Fjällbacka e sua moglie Erica Falck, di professione scrittrice. In questa nuova avventura i due, sulle tracce dell’assassino, arriveranno sull’isola di Gråskär che le leggende popolari del posto vogliono infestata da spettri e da strane presenze.

    Una commedia italiana

    In libreria per Feltrinelli, il romanzo firmato Piersandro Pallavicini è un cocktali di comicità ed eleganza in cui il protagonista, Alfredo Pampaloni, anziano istrione ricco e molesto, si trova alle prese con due professoresse universitarie ed una vice ispettore di polizia. Tra Milano, Londra e Saint-Tropez, un romanzo sui nostalgici anni Sessanta in cui non mancano figli enigmatici, nipoti teppisti e fratelli cleptomani. Per un mix di divertimento e di frivola ironia.

    I giorni dell’eternità

    Appassionante conclusione dell’epica trilogia dedicata al Novecento, I giorni dell’eternità, firmato Ken Follett, è uscito in libreria per Mondadori il 16 settembre scorso. Tra i bestseller assoluti dell’anno, il romanzo prosegue la storia iniziata nel 2010 con La caduta dei giganti – e proseguita poi con L’inverno del mondo – che racconta di cinque famiglie legate tra loro da vicende diverse. Sullo sfondo, il periodo della Guerra Fredda, con i grandi rivolgimenti sociali e politici che hanno caratterizzato il ventennio dagli anni Sessanta agli anni Ottanta – dalle lotte per i diritti civili, all’assassinio Kennedy, dalla guerra in Vietnam al muro di Berlino.

    Le scelte che non hai fatto

    E’ possibile, si chiede Maria Perosino, tornare indietro nel tempo nell’istante stesso in cui si sta per compiere una scelta? Nel momento in cui decidiamo, sostiene l’autrice, sia che si tratti d’amore, di famiglia, d’amicizia o di lavoro, finiamo per scegliere ‘l’opzione‘ che ci convince di più, lasciando l’altra (apparentemente) fuori dalla nostra vita. Ma la scelta che non abbiamo fatto, però, non scompare: ci capita, infatti, di rincontrarla proprio nelle storie di altre persone che hanno scelto di fare quelle cose alle quali noi, invece, abbiamo rinunciato. Un romanzo-diario intenso e brioso, che ci svela una delle penne più interessanti della narrativa italiana, scomparsa prematuramente poco prima dell’uscita del libro.

    Morte di un uomo felice

    Vincitore del Premio Campiello 2014, Morte di un uomo felice, di Giorgio Fontana, racconta la storia di Giacomo Colnaghi, magistrato in prima linea nella Milano dei primi anni Ottanta. A capo di un piccolo gruppo di inquirenti, Colnaghi indaga sulle attività di una banda armata, responsabile dell’omicidio di un politico. Sullo sfondo, il ricordo del padre che lo lasciò bambino morendo durante un’azione partigiana.

    L’amore che ti meriti

    Senz’altro tra i libri più belli del 2014, L’amore che ti meriti, scritto da Daria Bignardi, racconta la storia di Antonia, scrittrice di gialli in attesa del primo figlio, che scopre improvvisamente il segreto nascosto nel passato della madre: un fratello amatissimo scomparso a causa della droga. Decide così di mettersi sulle tracce di questo zio sconosciuto e in una Ferrara nebbiosa e ovattata scorrerà la storia della sua famiglia, in un balletto di sentimenti in cui l’amore, quello fraterno e filiale, la fa da padrone.

    Adulterio

    In libreria dal 4 giugno scorso, Adulterio, di Paulo Coelho, racconta la storia di un amore in crisi che sfocia inevitabilmente nel tradimento. La protagonista è Linda, giornalista di successo e moglie (apparentemente) felice che un bel giorno si accorge di quanto sia finta la sua felicità. Pervasa da un senso di inquietudine e di insoddisfazione, la donna si lascia andare ad una passione travolgente per Jacob, vecchia fiamma da adolescente, ora politico di successo. Dopo un lungo cammino interiore, e dopo molta sofferenza, Linda riuscirà a superare finalmente la depressione, ritrovando la strada verso la felicità ed il riscatto personale contro se stessa.

    Il cardellino

    A metà strada tra romanzo di formazione e thriller, Il cardellino, di Donna Tartt – evento letterario dell’anno e vincitore, tra l’altro, del premio Pulitzer 2014 per la sezione narrativa – racconta la storia di Theo Decker che, tormentato dall’assenza angosciante della madre, morta durante un attentato terroristico, si aggrappa ad un piccolo quadro, il Cardellino di Carel Fabritius, che più di ogni altra cosa ha il potere di fargliela sentire vicina. Sarà quello stesso quadro a coinvolgere il ragazzo, ormai preda di una pulsione autodistruttiva, in una pericolosa faccenda di ladri d’arte fino a quando arriverà a comprendere il valore profondo dell’insegnamento materno, ossia che la bellezza, quella che solo l’arte può regalare, è l’unica a poter salvare il mondo.

    Un’idea di destino. Diari di una vita straordinaria

    Concludiamo la nostra carrellata dei libri migliori usciti nel 2014, con l’opera postuma firmata Tiziano Terzani. In libreria per Longanesi, Un’idea di destino raccoglie gli appunti, le riflessioni e i diari che il grande giornalista e reporter toscano teneva quotidianamente dal 1984 al 2004. Il libro, voluto dalla moglie Angela Staude, che ne ha curato l’edizione, svela un lato inedito di Terzani che, attraverso le tappe fondamentali della nostra storia, racconta se stesso, la malattia, l’amore per la famiglia, per la sua terra d’origine e per l’Asia, dove, fin dagli esordi, trascorse gran parte della sua esistenza. Un libro straordinario che consigliamo vivamente di leggere.