I libri da leggere assolutamente nel 2014: tra le novità in libreria, ecco alcuni titoli da non perdere

da , il

    Quali sono i libri da leggere assolutamente nel 2014? L’anno è iniziato con tante novità letterarie interessanti – dai thriller alle saghe fantasy, dai gialli ai romanzi rosa – molte davvero da non perdere. D’estate, poi, si sa, il tempo da dedicare al piacere della lettura aumenta considerevolmente e spesso, tra un salto in agenzia viaggi e l’altro, non manca anche una capatina in libreria alla ricerca di un titolo interessante da mettere in valigia. Che siate già spaparanzati al sole con il vostro libro preferito o no, noi ve ne proponiamo alcuni, tutti assolutamente da non perdere!

    Un’idea di destino. Diari di una vita straordinaria, di Tiziano Terzani

    Edita da Longanesi, l’opera postuma del grande reporter toscano parte dal 1984 quando, in seguito all’accusa da parte del governo cinese per ‘crimini controrivoluzionari’, all’arresto e all’espulsione dalla Cina, crolla il desiderio di Tiziano Terzani di poter essere uno dei primi testimoni al mondo della realizzazione di una nuova società all’insegna dei principi del comunismo. E’ da questo trauma che ha segnato tutta la vita del giornalista che muove questa raccolta di inediti: una serie di appunti e di riflessioni che svelano, in maniera profonda e molto intima, il Terzani uomo, padre, marito e soprattutto intellettuale attento e preoccupato, armato più di domande che di facili risposte.

    In fondo al tuo cuore. Inferno per il commissario Ricciardi, di Maurizio De Giovanni

    L’ultima fatica letteraria di Maurizio De Giovanni, accolta con grande entusiasmo di critica e pubblico, è il racconto appassionato della nuova indagine del commissario Luigi Ricciardi, eroe della fortunatissima serie a lui dedicata, inaugurata nel 2007 con il romanzo Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi. Ambientata a Napoli durante i preparativi per la festa della Madonna del Carmelo, la storia parte da una notizia terribile che sconvolge l’intera città: uno stimato chirurgo è caduto da un’impalcatura in circostanze poco chiare, lasciando la moglie e un figlio piccolo. Il commissario Ricciardi è incaricato di indagare sul misterioso accaduto, portando con sè tutte le inquietudini che agitano il suo animo malinconico e sentimentalmente tormentato.

    Splendore, di Margaret Mazzantini

    Definito dalla critica come un grande, trionfale, omaggio all’amore omosessuale, il nuovo romanzo di Margaret Mazzantini, edito da Mondadori, riconferma la superba capacità di scrittura dell’autrice che ha saputo cogliere in quest’opera tutte le sfumature di un sentimento ibrido, maschile e femminile allo stesso tempo. La storia è quella di due ragazzi, uno eclettico e inquieto, l’altro più sofferente e carnale, che scoprono, nello splendore della loro iniziazione sentimentale, l’intensità di un legame assoluto che li accompagnerà per sempre. I due, infatti, si allontano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste indissolubile, portandoli a mettere a repentaglio tutto, ogni altro affetto, ogni sicurezza conquistata, perfino la stessa incolumità personale.

    La misura della felicità, di Gabrielle Zevin

    Un romanzo meraviglioso, che guarda con ottimismo al futuro dei libri, delle librerie e di chi non può fare a meno di entrambe‘: così il Washington Post a proposito dell’ultima fatica letteraria di Gabrielle Zevin, scrittrice amatissima d’oltreoceano, uscito in Italia per Casa Editrice Nord il 19 giugno scorso e destinato a diventare un vero e proprio caso letterario. Il filone è quello dell’atmosfera nostalgica che colpisce il pubblico amante del libro e della letteratura – un po’ come la piccola ladra di libri di Zusak – e racconta di di A.J. Fikry che dopo la morte della moglie è diventato un uomo scontroso e irascibile. Ormai stufo del suo lavoro di libraio, Fikry disprezza i libri che vende, finché una sera, rientrando in libreria, trova una bambina di nome Maya che gironzola nel reparto dedicato all’infanzia. La piccola è una bimba ‘speciale’ che cambierà la vita del protagonista, facendogli riscoprire l’amore per i libri e per il suo lavoro.

    Divergent, di Veronica Roth

    Bestseller con oltre un milione di copie vendute, il romanzo fantasy della giovane scrittrice newyorkese, uscito in Italia per la De Agostini, racconta di come gli esseri umani, in un futuro non ben precisato, abbiano posto fine alle guerre dividendosi in 5 fazioni, ognuna delle quali è consacrata ad un valore e svolge il mestiere più consono alle proprie inclinazioni. Ogni adolescente, infatti, arrivato all’età di sedici anni, viene sottoposto ad una serie di prove per capire quale fazione gli sia più consona. Presto arriva anche il turno di Beatrice, ma il test si rivela inconcludente: lei non appartiene a nessun gruppo, è una Divergente e come tale imprevedibile.

    Lo stile asciutto ed incisivo e l’ambientazione futuristica e quanto mai affascinante, rendono l’opera della Roth avvincente ed emozionante, tra amore, passione, intrigo e potere. Per chi ama il genere distopico-fantasy, assolutamente da non perdere.

    Ma non solo: tra i libri da leggere assolutamente nel 2014 senz’altro da non perdere La casa di velluto e di cristallo, di Katherine Howe, L’ultima volta che l’ho vista, di Charlotte Link, La magia di un buongiorno, di Massimo Gramellini e – per chi vuole scoprire curiosità, vizi e stranezze sugli scrittori famosi – lo spassoso libro di Robert Schnakenberg Vite segrete dei grandi scrittori.

    E ancora, Camilleri, Carofiglio, Coelho, Francesco Piccolo e Michele Serra: scorrete la fotogallery qui sopra, scoprirete che in libreria ce n’è davvero per tutti i gusti!