Il significato dei colori della bandiera italiana: cosa rappresentano verde, bianco e rosso?

Il significato dei colori della bandiera italiana: cosa rappresentano verde, bianco e rosso?
da in Cultura
Ultimo aggiornamento:
    Il significato dei colori della bandiera italiana: cosa rappresentano verde, bianco e rosso?

    Qual è il significato dei colori della bandiera italiana? Le interpretazioni sono tante, l’unica certezza è che il colore della bandiera non deriva – come a volte si dice scherzando – dal rosso pomodoro, bianco mozzarella e verde basilico della pizza margherita. La storia della bandiera italiana è un po’ più complicata, e a dispetto dell’antipatia che nutriamo per i nostri cugini francesi, il tricolore italiano deriva proprio da quello francese, nato durante la Rivoluzione Francese dall’unione del bianco – colore della monarchia – con il rosso e il blu – colori di Parigi.

    Il padre della bandiera italiana è considerato Giuseppe Compagnoni, anche se i primi a ideare l’accostamento di verde, bianco e rosso sono stati due patrioti e studenti dell’Università di Bologna, Luigi Zamboni e Giovanni Battista de Rolandis , nell’autunno del 1794. Uno dei significati del tricolore (quello ‘primario’, nel senso di nato prima) deriva dal colore delle città di nascita dei due – bianco e il rosso di Bologna e Castell’Alfero (Asti) – al verde speranza. Purtroppo, la speranza se ne andò ben presto: Zamboni e de Rolandis, che volevano una rivoluzione per ridare al Comune di Bologna l’indipendenza perduta con la sudditanza agli Stati della Chiesa, furono scoperti, catturati e giustiziati.

    Il tricolore nasce a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797, quando il Parlamento della Repubblica Cispadana, su proposta del succitato deputato Compagnoni, decreta “che si renda universale lo Stendardo o Bandiera Cispadana di Tre Colori Verde, Bianco, e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti”. La bandiera della Repubblica Italiana così com’è ancora oggi è stata ripresa dalla Costituzione, che all’articolo 12 stabilisce che: “La bandiera della Repubblica è il Tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni“.

    Raccontata la storia della bandiera, qual è allora il significato dei colori della bandiera italiana? Una delle versioni – raccontataci alle elementari e ripresa tra gli altri anche da Giosuè Carducci e Giovanni Pascoli – vuole che il verde ricordi i nostri prati, il bianco le nevi e il rosso sia un omaggio ai soldati che sono morti nel corso delle varie guerre. Va detto che questo significato – peraltro il più popolare – è avversato da alcuni, secondo cui il colore non ha un particolare significato, ma è il numero ad essere importante: il tricolore era il simbolo di un popolo che voleva giustizia, uguaglianza e fratellanza.

    In un paese religioso come il nostro, non poteva mancare un’interpretazione religiosa: il significato del tricolore italiano sta nelle tre virtù teologali: oltre al verde per la speranza, il bianco rappresenta la fede (mentre in una versione ancora più radicale il bianco rappresenta la fede cattolica, la più forte nel Paese) e il rosso per la carità.

    Come vedete, insomma, i significati dei colori della bandiera italiana sono molteplici. L’unica certezza, stranamente, è quella che riguarda un colore desueto: se vi siete mai chiesti da dove deriva il colore di maglia della Nazionale di calcio, la risposta è che la maglia è azzurra in onore dei Savoia. L’origine del colore azzurro (o meglio, del blu Savoia) risale addirittura al 20 giugno 1366, quando il conte Amedeo VI di Savoia, partendo per la crociata indetta da papa Urbano V in aiuto dell’Imperatore bizantino Giovanni V Paleologo, decise che accanto allo stendardo rosso-crociato in argento dei Savoia, sventolasse uno scialle azzurro.

    704

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cultura
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI