NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dalla giornata mondiale del libro 2014 al maggio dei libri: il mese dedicato alla lettura

Dalla giornata mondiale del libro 2014 al maggio dei libri: il mese dedicato alla lettura
da in Cultura, Eventi culturali, Libri
Ultimo aggiornamento:
    Dalla giornata mondiale del libro 2014 al maggio dei libri: il mese dedicato alla lettura

    La giornata mondiale del libro 2014 sfocia nella quarta edizione de Il Maggio dei Libri, la campagna nazionale che per il quarto anno consecutivo sostiene il valore sociale della lettura come elemento chiave della crescita personale, culturale e civile: la campagna è iniziata il 23 aprile, in coincidenza con la Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, e si concluderà il 31 maggio.

    Promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con l’Associazione Italiana Editori, l’iniziativa Il maggio dei libri vuole far evadere i libri dai loro contesti abituali e portarli in giro per l’Italia, facendo così scoprire il piacere della lettura.

    Nel sito ufficiale della campagna www.ilmaggiodeilibri.it è possibile trovare la mappa degli appuntamenti regione per regione; tra le iniziative pià interessanti segnaliamo il tour itinerante “La Valigia dei Libri”, nel segno di “…Blog, social e Web un nuovo modo di raccontare”, per far rivivere le biblioteche scolastiche coinvolgendo i ragazzi e donando alle scuole più attive una serie di libri considerati indispensabili per la crescita e lo sviluppo dell’individualità dei futuri grandi lettori.

    Agli adolescenti è dedicato l’incontro dell’8 maggio al Salone del Libro “Vari modi di raccontare il presente” con Marco Dambrosio, fumettista e blogger in arte Makkox, e Diego Bianchi “Zoro”, giornalista e conduttore televisivo. Riconfermato anche il gioco letterario Cartoline da un libro in collaborazione con Repubblica@Scuola, sul tema: “Un tweet per il tuo libro amato”. Si rinnova anche “Amo chi legge… e gli regalo un libro”, la proposta a favore e in sostegno delle biblioteche, anche scolastiche.

    E siccome il libro non è solo di carta, torna anche “è-book”, il concorso per gli studenti universitari italiani promosso da AIE con il patrocinio di tutto il mondo accademico (in collaborazione con CRUI, CUN, ANVUR e con il supporto di AICUN) che mette in palio 5 contributi di duemila euro ciascuno – a rimborso della retta universitaria o per un buono per acquisto di libri- ai 5 slogan che sapranno raccontare meglio in 50 caratteri perché i libri, la lettura e lo studio sono strumenti determinanti per affrontare la vita, proprio a partire dal tema “Il futuro è nei libri che leggi. Perché?”.

    Aggiornamento a cura di Fulvia Leopardi del 28 aprile 2014

    Giornata mondiale del libro 2014: al via l’evento culturale promosso dall’Unesco, per celebrare i libri e il diritto d’autore. Proclamata come ogni anno per il 23 di aprile, la Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore, è diventata ormai quasi da vent’anni, un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni culturali italiane. Con il patrocinio dell’Unesco, l’evento è nato con l’intento di promuovere la lettura e la pubblicazione dei libri e, al contempo, di proteggere la proprietà intellettuale attraverso il diritto d’autore.

    La celebrazione – nota anche con il nome di ‘Giornata del libro e delle rose‘ – è nata sulla scia di una tradizione catalana che risale agli anni venti, a quando cioè lo scrittore valenziano Vincent Clavel Andrés si fece promotore di una giornata del libro. L’idea raccolse il consenso di re Alfonso XIII che promulgò, il 6 febbraio 1926, un decreto reale in cui si istituiva la Giornata del libro spagnolo. Inizialmente la data prescelta fu il 7 di ottobre, ma dal 1931 è stata spostata al 23 di aprile, in concomitanza con la festa di san Giorgio, patrono della Catalogna. Proprio in questo giorno, secondo un’antica tradizione medievale, ogni uomo è solito regalare una rosa alla propria donna, usanza mantenuta dai librai spagnoli che regalano una rosa assieme ad ogni libro venduto il 23 di aprile. A Barcellona, infatti, la tradizionale passeggiata per le Rambles affollate di banchetti pieni di libri e di rose, rimane uno degli appuntamenti più interessanti e suggestivi dell’anno.

    A metà degli anni novanta, la celebrazione spagnola è diventata un appuntamento culturale mondiale, dopo che la conferenza generale dell’Unesco ha proclamato ufficialmente il 23 aprile ‘Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore’, con l’obiettivo di incoraggiare il piacere della lettura e valorizzare così anche il contributo che gli autori offrono al progresso culturale e sociale dell’umanità. La scelta del 23, invece, è dovuta al fatto che proprio in quella data, nel 1616, sono morti tre scrittori che hanno fatto la storia della letteratura mondiale: Miguel del Cervantes, William Shakespeare e Inca Garcilaso de la Vega. Ma, appuntamento tutt’altro che simbolico, la Giornata mondiale del libro è soprattutto occasione per ribadire l’importanza della lettura come abitudine fondamentale dell’essere umano. Un’abitudine che diventa prezioso strumento di crescita morale ed economica, insieme alla difesa della proprietà intellettuale contro ogni forma di plagio e di pirateria.

    904

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaEventi culturaliLibri
    PIÙ POPOLARI