Dylan Dog, restyling per l’indagatore dell’incubo: l’ispettore Bloch va in pensione

Dylan Dog, restyling per l’indagatore dell’incubo: l’ispettore Bloch va in pensione
da in Cultura, Fumetti
Ultimo aggiornamento:

    Per Dylan Dog, il noto indagatore dell’incubo, il restyling voluto dalla Sergio Bonelli Editore prevede una novità assoluta: l’ispettore Bloch va in pensione. Una specie di rivoluzione nelle storie misteriose che vedono protagonista uno dei personaggi più noti e discussi del mondo dei fumetti italiano. La pensione sospirata fin dal primo numero dall’ispettore Bloch, e divenuta da subito distintiva dell’ironia sottile del personaggio, è ora realtà: l’anziano poliziotto lascia Scotland Yard.

    Dylan Dog cambia, dunque, e lo fa in maniera radicale, con un restyling che rischia di provocare uno choc senza precedenti tra i suoi lettori, molti dei quali, fin dalla sua prima uscita in edicola – nel settembre del 1986 – si sono rivelati fedelissimi al celeberrimo eroe di carta, nonostante la sostanziale crisi di vendite. “Storie nuove, spaventose e divertenti” precisano alla Bonelli, cercando di tranquillizzare i lettori, convinti che nei fumetti il tempo non passi mai. E che avranno modo di vedere tutte le novità apportate, solo nella seconda parte dell’anno, quando il restyling sarà completo. Quando cioè l’ispettore Bloch, andrà finalmente – si fa per dire – in pensione. A darne notizia, lo stesso curatore della serie horror, lo sceneggiatore Roberto Recchioni, che spiega le ragioni di un restyling tanto rivoluzionario: “Dylan Dog, pur essendo il secondo personaggio a fumetti in Italia, è anche quello che perde più lettori ogni anno, e questa emorragia va fermata e, se possibile, invertita”. Con un restyling totale e rivoluzionario, con l’ispettore Bloch che va in pensione, appunto.

    Ma come sarà il nuovo indagatore dell’incubo? Sorprendente e imprevedibile, promette Recchioni, molto somigliante a quello che era all’inizio, nei primi cento numeri per capirci, confermando la tesi, sostenuta da molti, che la serie sia stata bella e originale solo fino al numero cento.

    Tesi con un fondo di verità, se si considera che nessuna serie, nessun personaggio, reggono fino in fondo al logorio del tempo. E l’ispettore Bloch? Quale sarà il suo futuro? La pensione arriverà, ma il buon vecchio poliziotto non sparirà del tutto, questo è certo. Il restyling totale dell’amato Dylan Dog prevede, infatti, l’entrata in scena di un nuovo personaggio, il sostituto di Bloch: l’ispettore Carpenter, uomo solido e tutto d’un pezzo, che solo con l’andar delle avventure, rivelerà totalmente il suo carattere. Riuscirà a conquistare i cuori dei fedelissimi dell’investigatore “ciarlatano” più amato dei fumetti? Staremo a vedere.

    432

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CulturaFumetti
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI