Mostra di Pissarro a Pavia, alla scoperta di uno dei padri dell’impressionismo

Mostra di Pissarro a Pavia, alla scoperta di uno dei padri dell’impressionismo
da in Arte, Artisti, Cultura, Impressionismo, Mostre
Ultimo aggiornamento:

    Pissarro l’anima dell’impressionismo: è questo il titolo della mostra di Pissarro a Pavia. Camille Pissarro, infatti, è uno degli esponenti più autorevoli del movimento impressionista. L’esposizione, che ha aperto i battenti lo scorso 21 febbraio, durerà fino al prossimo 2 giugno, e segue il successo di visite già ottenuto da Monet au coeur de la vie, che ha superato quota 75mila biglietti.

    Scenario della mostra è la cornice suggestiva delle Scuderie del Castello Visconteo, che accoglie opere di Pissarro provenienti da ogni parte del mondo: i visitatori hanno la possibilità di entrare in contatto con le tappe principali che hanno segnato la sua formazione artistica e la sua evoluzione, contribuendo a renderlo una figura imprescindibile per la comparsa dell’impressionismo e il suo sviluppo.

    Non solo quadri, comunque, perché l’esposizione costituisce uno spettacolo sensoriale a 360 gradi, con dipinti animati in un racconto emozionante dove le immagini sono proiettate sullo spazio espositivo.

    Le video proiezioni, che tra l’altro sono accompagnate da gustose fragranze scelte in funzione dei temi trattati, forniscono anche approfondimenti testuali, sorta di didascalie che costituiscono un supporto didattico interessante, utile e dinamico, per una fruizione dell’opera globale.

    La mostra è aperta dalle nove alle diciannove dal lunedì al venerdì e dalle nove alle venti il sabato, la domenica e i giorni festivi, con la biglietteria che chiude un’ora prima. Il prezzo del ticket è di 15 euro, e include anche la webapp della mostra, oltre a un ingresso alla Quadreria dell’Ottocento e Collezione Morone dei Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia.

    Chi vuole, infatti, può proseguire la visita in una sezione della Quadreria dell’Ottocento, Collezione Morone dei Musei Civici di Pavia, nella quale l’arte di Pissarro viene messa a confronto con quella di un artista italiano suo contemporaneo, Giuseppe Pellizza da Volpedo, a sua volta profondamente legato al tema della terra e della vita rurale.

    Per gli abbonati Trenord con tessera Itinero e i tesserati Bialetti il costo è di 14 euro, mentre per i gruppi di almeno quindici persone, gli over 65 e i ragazzi tra i 14 e i 18 anni il ridotto è di 13 euro. Ogni giovedì è possibile usufruire, alle diciotto, di visite guidate gratuite, alle quali si accede utilizzando il biglietto di ingresso: non ci sono prenotazioni e sono ammesse fino a trenta persone, in base all’ordine di arrivo.

    426

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArteArtistiCulturaImpressionismoMostre
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI