NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Pentiti di mafia

Don Marcello Cozzi: «Dobbiamo lavorare di più sui collaboratori di giustizia»

Fabrizio Capecelatro 17 Nov 2016Caino, secondo la Genesi, è il primo uomo nato nella storia umana. Il personaggio biblico è, però, anche l'incarnazione umana del male. Un male che, da allora, non ha mai smesso di esistere.

Matteo Messina Denaro latitante a Palermo?

13 Apr 2016 Matteo Messina Denaro, il boss trapanese ricercato da oltre vent'anni, avrebbe trascorso parte della sua latitanza a Palermo nel Palazzo di ferro in via dei Cantieri protetto dal clan dell'Acquasanta. A rivelarlo è il collaboratore di giustizia Vito Galatolo durante il processo Apocalisse.

Rivolta anti-pizzo: 36 commercianti si ribellano e fanno arrestare 22 mafiosi

02 Nov 2015 La rivolta anti-pizzo a Bagheria ha dato i suoi frutti dopo che 36 commercianti hanno trovato il coraggio di reagire e ribellarsi alle richieste degli estorsori.

Bambino di 11 anni svela i segreti della ‘ndrangheta a Reggio Calabria

28 Set 2015 Un bambino di undici anni fa tremare i criminali della 'ndrangheta a Reggio Calabria. Dopo l'arresto del padre e la decisione della madre di collaborare, anche il ragazzino ha deciso di dare il suo contributo raccontando tutto quello che sa.

Sandro Ruotolo sotto scorta: il giornalista minacciato dal boss Michele Zagaria

06 Mag 2015 Michele Zagaria, il numero uno del clan dei Casalesi, ha rivolto una minaccia molto esplicita nei confronti di Sandro Ruotolo, giornalista di Servizio Pubblico. Zagaria ha detto “O vogl’ squartat’ viv’”.

E’ morto Carmine Schiavone, pentito dei Casalesi che aveva fatto luce sulla Terra dei Fuochi

22 Feb 2015 E' morto Carmine Schiavone, boss pentito del clan dei Casalesi, cugino del ben più noto Francesco Schiavone, soprannominato Sandokan, attualmente all’ergastolo. Da alcuni anni era uscito dal programma di protezione per i collaboratori di giustizia.

Collaboratori di giustizia, Dino Petralia: «C’è distacco» – INTERVISTA

Fabrizio Capecelatro 03 Feb 2015«Solo grazie ai collaboratori di giustizia e a una legislazione che è riuscita ad agevolare la collaborazione si sono potuti imbastire processi come il primo, il secondo e il terzo maxi-processo di Palermo, riuscendo a scardinare effettivamente tutta l'ala militare dell'organizzazione mafiosa».

Luigi Bonaventura, quando il programma di protezione avvantaggia le mafie – INTERVISTA

Fabrizio Capecelatro 17 Dic 2014A breve andrà in carcere (forse già domani). E questo è legittimo, perfino giusto, come lui stesso ammette. Era uno 'ndranghetista, ha commesso dei reati ed è giusto che paghi le sue colpe.

Collaboratori di giustizia: toccato il fondo si inizia a scavare

Fabrizio Capecelatro 04 Ago 2014Quando si tocca il fondo non si può che risalire. In Italia, invece, si inizia a scavare. Sembra, purtroppo, questa la tendenza nel bel Paese. E, così, situazioni già gravi sono destinate ad aggravarsi ulteriormente e non trovare mai una soluzione.

Collaboratori di giustizia: la tragedia di mogli e figli

Fabrizio Capecelatro 03 Giu 2014«Donne e bambini non si toccano». La leggenda vuole che sia questa una delle regole, una delle poche, della criminalità organizzata italiana. Oramai sappiamo che non è così, e non da oggi.

Pentiti di mafia: l’opinione di Giovanni Falcone

24 Mar 2014 Giovanni Falcone fu il primo a capire che per combattere la criminalità organizzata, avendo realmente la volontà di sconfiggerla, era necessario riuscire ad avere uno sguardo all'interno dei clan.

Collaboratori di giustizia, come funziona il programma di protezione?

23 Mar 2014 Quando un criminale, dopo essere stato arrestato dalle Forze dell'Ordine, decide di pentirsi e quindi collaborare con la giustizia, si avvia un iter molto complesso sia per quanto riguarda la verifica delle dichiarazioni che il soggetto rilascia alla magistrature, sia per quanto riguarda la sua gens

Clan Misso, storia del sodalizio criminale che ha comandato su Napoli

23 Mar 2014 Il Clan Misso è un sodalizio della criminalità organizzata napoletana, ossia della camorra, che deteneva il controllo sulle attività illecite del Rione Sanità, quartiere centrale e degradato della città.

Tagli ai pentiti: così vince la camorra

Fabrizio Capecelatro 21 Mar 2014I collaboratori di giustizia, i cosiddetti pentiti, sono un'arma fondamentale nella lotta alla mafia e alle altre forme di criminalità organizzata, in quanto consentono agli investigatori di avere uno sguardo all'interno dell'associazione criminale.

Collaboratori di giustizia in Italia: elenco, normativa e benefici

12 Mar 2014 I collaboratori di giustizia in Italia sono stati e rimangono un'arma importante per la lotta contro la criminalità organizzata.

Pagina 1 di 1