Paolo Borsellino

Strage via d’Amelio, 25 anni fa l’attentato a Paolo Borsellino: un processo infinito tra “schifezze e menzogne”

19 Lug 2017 Non sono bastati quattro processi per fare luce sulla strage di via D’Amelio che 25 anni fa costò la vita a Paolo Borsellino. Il 19 luglio 1992 una Fiat 126 rubata, contenente 90 chilogrammi di tritolo, esplose in via Mariano D'Amelio a Palermo, sotto casa della mamma del magistrato.

È solo mafia: la stagione delle tenebre

Celeste Bruno 09 Giu 2017Le stragi: 1992 - 23 maggio: Capaci in cui perì Giovanni Falcone, la moglie e tre poliziotti della scorta; 19 luglio: via D'Amelio in cui perì Paolo Borsellino e quattro uomini della scorta, formata anch'essa da poliziotti.

Le migliori frasi di Paolo Borsellino

29 Mar 2017 Qui sono raccolte le migliori frasi di Paolo Borsellino, le citazioni celebri sulla legalità, le frasi sul voto e sulla dignità, e quelle dedicate ai ragazzi e Giovanni Falcone.

Milazzo, il ‘no’ dei consiglieri all’intitolazione dell’aula a Falcone e Borsellino

14 Set 2016 Il consiglio comunale di Milazzo boccia la proposta di intitolare l'aula consiliare a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La mozione era stata avanzata dai consiglieri dell'Udc, ma la maggioranza del Pd che appoggia il sindaco dem, Giovanni Formica ha detto 'no'.

Era d’estate: trama del film sulla ‘vacanza forzata’ di Falcone e Borsellino all’Asinara

04 Mag 2016 23 e 24 maggio 2016: due giorni di programmazione al cinema per il film Era d'Estate, la cui trama racconta la 'vacanza forzata' trascorsa all'Asinara da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino nell'estate del 1985, quando alla vigilia del celebre maxi-processo alla mafia i due giudici, insieme alle ris

Ricordando Paolo Borsellino dopo 23 anni dalla strage di via D’amelio

19 Lug 2015 Il 19 luglio del 1992 alle 16:58 il magistrato Paolo Borsellino venne ucciso dalla mafia insieme alla sua scorta in un attentato in via D’Amelio, a Palermo.

Le scorte di Falcone e Borsellino dimenticate per giustificare la nostra vigliaccheria

Fabrizio Capecelatro 23 Mag 2014Ci sono nomi che a noi "civili", così come si dice in gergo giornalistico, non vogliono dire nulla. Anzi ci risultano incomprensibili e senza senso. In realtà dietro quei nomi si celano persone, con le loro storie, le loro angosce personali e professionali, i loro sogni e le loro paure.

Pagina 1 di 1