Scontro treni in Puglia, le vittime (Foto)

1 di 17
    continua
    http://www.nanopress.it/cronaca/foto/scontro-treni-in-puglia-le-vittime_7897.html
    Antonio Summo
    Antonio Summo. Sono 27 le vittime accertate dello scontro tra treni in Puglia lungo la tratta Bari-Barletta. L'elenco non è ancora ufficiale: sarà compito dell'ufficio di Medicina Legale di Bari stilare l'elenco dei morti. Intanto, i familiari hanno iniziato il rito del riconoscimento: otto vittime hanno ora un nome e un cognome. Sono stati riconosciuti da un oggetto, una scarpa, uno zainetto. Come Antonio Summo, 15 anni, studente: stava tornando a casa dopo essere andato a scuola per recuperare dei crediti formativi. Il padre gli aveva detto di non preoccuparsi e stare a casa visto che aveva mal di pancia, ma Antonio voleva recuperare quei crediti. Poco prima dello schianto aveva chiamato il nonno: "Dieci minuti e sono a casa". Non è mai arrivato.

    Antonio Summo

    Sono 27 le vittime accertate dello scontro tra treni in Puglia lungo la tratta Bari-Barletta. L'elenco non è ancora ufficiale: sarà compito dell'ufficio di Medicina Legale di Bari stilare l'elenco dei morti. Intanto, i familiari hanno iniziato il rito del riconoscimento: otto vittime hanno ora un nome e un cognome. Sono stati riconosciuti da un oggetto, una scarpa, uno zainetto. Come Antonio Summo, 15 anni, studente: stava tornando a casa dopo essere andato a scuola per recuperare dei crediti formativi. Il padre gli aveva detto di non preoccuparsi e stare a casa visto che aveva mal di pancia, ma Antonio voleva recuperare quei crediti. Poco prima dello schianto aveva chiamato il nonno: "Dieci minuti e sono a casa". Non è mai arrivato.

    Fulvio Schinzari

    Fulvio Schinzari

    Tra le vittime il commissario di Polizia e vice questore di Bari: stava rientrando in ufficio dopo le ferie

    Fulvio Schinzari su FB parla delle Ferrovie

    Fulvio Schinzari su FB parla delle Ferrovie

    Dalla sua pagina di Facebook aveva parlato delle Ferrovie Nord Bari, quelel che usava tutti i giorni per andare al lavoro.

    Jolanda Inchingolo

    Jolanda Inchingolo

    Aveva 25 anni e stava andando dal fidanzato e futuro marito: amava Parigi e sognava di fare la mamma.

    Enrico Castellano

    Enrico Castellano

    Ex dirigente del Banco di Napoli, originario di Ostuni ma residente a Torino da anni, Enrico Castellano, 72 anni, stava andando ad Andria dal figlio per il compleanno del nipotino di 2 anni.

    Patty Carnimeo

    Patty Carnimeo

    Trent'anni, originaria di Bari ma trasferitasi ad Andria dopo il matrimonio: era una pendolare che usava quel treno ogni giorno per andare a Bari dove lavorava come estetista. Lascia una bambina di 2 anni e mezzo.

    Alessandra Bianchino

    Alessandra Bianchino

    Originaria di Trani ma da anni ad Andria, 29 anni, lavorava presso l'oratorio salesiano della cittadina barese.

    Francesco Tedone

    Francesco Tedone

    Studente di 17 anni, era appena tornato da un viaggio studio in Giappone ed era andato a trovare amici e insegnanti a scuola.

    Gabriele Zingaro

    Gabriele Zingaro

    24 anni, stava rientrando dall'ospedale dove era andato a farsi visitare dopo un piccolo intervento a un dito dovuto a un incidente sul lavoro.

    Julia Favale

    Julia Favale

    Insegnante di 51 anni, era nata in Francia ma viveva a Nova Siri: era docente di conversazione in lingua straniera al Liceo Cafiero di Barletta.

    Luciano Caterino

    Luciano Caterino

    37 anni, era uno dei macchinisti: guidava il treno giallo proveniente da Bari.

    Maria Aloysi

    Maria Aloysi

    49 anni, prendeva ogni giorno quel treno per andare dal papà malato.

    Maurizio Pisani

    Maurizio Pisani

    Originario di Pavia ma residente a Milano dove lavorava per una società di marketing, 49 anni, era sul treno che lo stava riportando a casa dopo aver lasciato moglie e figli in Puglia in vacanza.

    Michele Corsini

    Michele Corsini

    Barista, originario di Barletta, 61 anni, era sul treno che lo stava portando all'aeroporto di Bari.

    Salvatore Di Costanzo

    Salvatore Di Costanzo

    Originario del bergamasco, 56 anni, era un agente commerciale ed era noto nella zona come allenatore di calcio. Era atterrato all'aeroporto di Bari in mattina ed era atteso ad Andria per un appuntamento di lavoro.

    Giuseppe Acquaviva

    Giuseppe Acquaviva

    56 anni, viveva ad Andria con la sorella Serafina, anche lei morta nello schianto.

    Serafina Acquaviva

    Serafina Acquaviva

    61 anni, viveva con il fratello ad Andria: è morta insieme a lui nello schianto di Corato.

    Foto correlate