NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Progetto Mose Venezia: gli arrestati (Foto)

1 di 9
    continua
    http://www.nanopress.it/cronaca/foto/progetto-mose-venezia-gli-arrestati_1851.html
    Giorgio Orsoni
    Giorgio Orsoni. Il sindaco di Venezia avrebbe ricevuto 110.000 euro di finanziamenti illeciti oltre a 450.000 euro in contanti da parte del consorzio Venezia Nuova in occasione della campagna elettorale alle elezioni comunali del 2010.

    Giorgio Orsoni

    Il sindaco di Venezia avrebbe ricevuto 110.000 euro di finanziamenti illeciti oltre a 450.000 euro in contanti da parte del consorzio Venezia Nuova in occasione della campagna elettorale alle elezioni comunali del 2010.

    Giancarlo Galan

    Giancarlo Galan

    L'ex governatore del Veneto avrebbe ottenuto 900.000 euro nel 2006-2007 e nel 2007-2008 per dei pareri favorevoli ai lavori del MOSE.

    Renato Chisso

    Renato Chisso

    L'assessore regionale alle Infrastrutture avrebbe ricevuto 200-250 mila euro all'anno.

    Giampiero Marchese

    Giampiero Marchese

    Il consigliere regionale del Veneto del PD alle elezioni del 2010 avrebbe ricevuto contributi illeciti per 58.000 euro.

    Emilio Spaziante

    Emilio Spaziante

    L'ex generale della Guardia di Finanza sarebbero stati promessi 2 milioni e mezzo di euro per influire sulle verifiche fiscali. Avrebbe ricevuto 500.000 euro.

    Patrizio Cuccioletta

    Patrizio Cuccioletta

    L'ex presidente del Magistrato delle Acque avrebbe ottenuto uno "stipendio" di 400.000 euro ogni anno oltre a 500.000 euro di buonuscita.

    Amalia Sartori

    Amalia Sartori

    L'eurodeputata di Forza Italia avrebbe ottenuto 225.000 euro.

    Marco Milanese

    Marco Milanese

    L'ex collaboratore del ministro Tremonti avrebbe ottenuto mezzo milione di euro nel 2010 per influire sulla concessione dei finanziamenti del MOSE.

    Maria Giovanna Piva

    Maria Giovanna Piva

    Avrebbe ricevuto dal consorzio Venezia Nuova 400.000 euro ogni anno per 8 anni per bloccare controlli che avrebbero potuto rallentare l'attività.

    Foto correlate