Nutella cambia ricetta, l’azienda rassicura: ‘Più qualità e stesso gusto’

Nutella cambia la ricetta sostituendo con il latte scremato in polvere il siero di latte e rassicura che nulla è cambiato nel gusto ma che anzi la modifica è diretta a migliorare la qualità. Ad accorgersene fu un sito di consumatori tedeschi, notizia rilanciata dai media francesi e rimbalzata in tutto il mondo

da , il

    Nutella cambia ricetta, l’azienda rassicura: ‘Più qualità e stesso gusto’

    Nutella cambia la ricetta ma non il gusto e la qualità. È quanto conferma la stessa Ferrero Spa in merito alla notizia partita dalla Germania e rimbalzata dalla stampa francese in tutto il mondo. La prima ad accorgersene è stata l’associazione tedesca dei consumatori Verbraucherzerzentrale Hamburg, che ha notato la modifica riportata sulle confezioni della crema spalmabile. La ricetta modificata prevede latte scremato in polvere, all’8,7% sul totale degli ingredienti, al posto del siero di latte che prima era il 7,5% (il 6,6% sull’etichetta italiana). Per l’associazione dei consumatori tedeschi questa modifica potrebbe aver portato a una diminuzione del cacao sul totale della ricetta, ma dall’azienda di Alba rassicurano: “La ricetta rimane quella che i fan conoscono con gli stessi criteri di alta qualità”.

    L’associazione tedesca aveva lanciato l’allarme sulla modifica della ricetta della Nutella, a oggi uno dei segreti industriali meglio conservati. A loro dire, il cambio da siero a latte in polvere avrebbe portato a un aumento del contenuto di zuccheri al 56,3% contro il 55,9 %, e a un calo del contenuto di grassi, passato da 30,9% rispetto al 31,8%, come da tabella nutrizionale riportata sulle etichette.

    nutella germania
    Le etichette con la modifica riportate dal sito Verbraucherzerzentrale Hamburg

    Inoltre, anche il colore sarebbe cambiato, diventato leggermente più chiaro rispetto alla tonalità più carica del passato: secondo l’ente consumatore, ciò sarebbe dovuto a una diminuzione del cacao, a favore di una maggior presenza di latte.

    Ferrero, pur elencando gli ingredienti e le percentuali della ricetta della Nutella (zucchero, olio di palma, nocciole (13%), latte scremato in polvere (8,7%) cacao magro (7,4%) e gli emulsionanti lecitine -soia-, vanillina come si legge su ogni vasetto italiano), non ha mai dato ulteriori specifiche per garantire il segreto della crema spalmabile più imitata al mondo.

    La notizia ha avuto una forte eco anche in Francia, dove è stata ripresa da molti media. Les Echos ha dedicato ampio spazio al caso, chiarendo da subito che la ricetta era stata modificata “discretamente”, cioè di poco.

    Questo però non è bastato a rassicurare i palati dei fan della Nutella in tutto il mondo che temevano di non ritrovare più il sapore di sempre. A togliere ogni dubbio è intervenuta la Ferrero che, in una nota, ha confermato che “la sua ricetta, unica e deliziosa, rimane quella che conoscono e amano, con gli stessi criteri di alta qualità”, in particolare in Italia, dove “il contenuto di nocciole, cacao, zucchero rimane invariato”.

    La modifica da siero a latte in polvere è stata decisa, spiegano dall’azienda, e “ci permette di accrescere la qualità complessiva del latte contenuto in Nutella, garantendo una miglior permanenza nel tempo del nostro gusto unico e inconfondibile”.

    “Produciamo Nutella con la stessa cura in tutto il mondo. E ci assicuriamo che i nostri consumatori siano completamente soddisfatti dall’esperienza unica fornita da Nutella, attraverso frequenti e solidi test di gusto. La nostra ricetta contiene sette semplici ingredienti, senza coloranti e conservanti. Il recente fine-tuning ha quindi generato solo cambiamenti marginali”, conclude la nota.