Terremoto nel Golfo di Napoli: forte scossa di magnitudo 3.7

Secondo le rilevazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 della scala Richter si è generata nel mar Tirreno Meridionale, al largo del Golfo di Napoli. Tutti i dettagli.

da , il

    Terremoto nel Golfo di Napoli: forte scossa di magnitudo 3.7

    Terremoto nel Golfo di Napoli: secondo le rilevazioni dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, una scossa di terremoto di magnitudo 3.7 della scala Richter si è generata nel mar Tirreno Meridionale, al largo del Golfo di Napoli. La scossa di terremoto si è verificata a grande profondità, per questo, nonostante la magnitudo non indifferente, non è stata percepita dalla popolazione. Vediamo sul terremoto, le ultime notizie, cosa dicono nel dettaglio.

    Il terremoto nel Golfo di Napoli si è verificato poco dopo la mezzanotte, precisamente alle ore 00:12: secondo i dati dell’Ingv, la scossa di magnitudo 3.7 della scala Richter, si è generata nel mare a una profondità di 464.5km. Si tratta di una scossa di terremoto molto profonda che quindi non ha avuto alcuna ripercussione, sull’ambiente, né è stata percepita dagli abitanti delle zone circostanti all’epicentro: le onde sismiche non hanno raggiunto la superficie della crosta terrestre. Questo genere di terremoti profondi nel basso Tirreno sono causati dallo sprofondamento dell’antico oceano della Tetide sotto il mantello terrestre. Dal 2005, in questa stessa area sono stati registrati oltre 40 terremoti di magnitudo superiore a 3.5 della scala Richter, mentre una decina sono stati di magnitudo superiore a 4. Il terremoto più intenso registrato nel Mar Tirreno, risale al 28 ottobre 2016, quando si è verificata una scossa di magnitudo 5.7 della scala Richter, alla profondità di 470 chilometri.

    Sempre nella giornata di oggi, 2 novembre 2017, sono state registrate altre scosse di terremoto di intensità inferiore: alle ore 08:25, una scossa di magnitudo 2.1 della scala Richter ha interessato le Isole Eolie (Messina), ipocentro individuato a 26 km di profondità; alle ore 08:16, una scossa di magnitudo 2.3 della scala Richter, si è propagata nel Tirreno Meridionale; infine un’ultima scossa di terremoto di magnitudo 2.1 della scala Richter, ha colpito nuovamente le isole Eolie, alle ore 8:25.

    Per ora, riguardo al terremoto, le ultime notizie non parlano di ulteriori scosse, tuttavia se volete rimanere sempre aggiornati sul terremoto in tempo reale, continuate a seguirci.