Le stragi in Italia più famose: i casi più eclatanti

Elenco delle stragi italiane, impunite e non. Vediamo quali sono le stragi di Stato più famose, ossia le stragi in Italia avvenute dal 1969, senza dimenticare le stragi italiane anni 70, ideate in piena strategia della tensione. In questo elenco stragi ricordiamo anche gli eccidi nazifascisti in Italia e le stragi mafiose degli anni 90

da , il

    Le stragi in Italia più famose: i casi più eclatanti

    Sfogliamo un elenco di stragi in Italia più famose facendo un viaggio nel tempo attraverso le più grandi stragi della storia italiana. In questo elenco stragi passiamo in rassegna le più note stragi in Italia dal 1969, quindi le stragi italiane anni 70, quelli della strategia della tensione, per tanto tempo rimaste tra le stragi italiane impunite, ma facciamo anche un passo indietro nel tempo fino agli eccidi nazifascisti in Italia e, più recentemente, vediamo anche le stragi di mafia più sanguinose degli anni 90.

    STRAGI DI STATO: ELENCO

    Ecco un elenco di stragi di Stato, stragi italiane impunite e non, che hanno segnato in maniera indelebile la storia del Belpaese.

    Stragi italiane anni 70

    Ricordiamo le stragi italiane anni 70. Tra la fine degli anni 60 e la fine degli anni 70, durante i cosiddetti anni di piombo, si verificarono in Italia le cosiddette stragi di stato, le più grandi stragi italiane (molte impunite) firmate dal terrorismo nero dei gruppi di estrema destra che erano soliti piazzare bombe in luoghi pubblici, per alimentare la strategia della tensione in combutta con Stato, logge massoniche come la P2, Servizi Segreti e la Cia Statunitense, per fermare un’ipotetica avanzata del comunismo.

    1969 – la strage di Piazza Fontana a Milano / Ansa

    Stragi in Italia dal 1969

    Le stragi in Italia dal 1969 sono diverse, la prima strage avvenne nel dicembre del 1969, quando i terroristi piazzarono una bomba nella sede della banca dell’agricoltura di piazza fontana a Milano, causando 17 morti e 88 feriti. Dall’attentato, conosciuto come strage di piazza Fontana, ne abbiamo parlato a lungo qui, ricostruendo anche la lunga e travagliata cronaca processuale di questa storia italiana.

    Stragi italiane impunite

    Tra le stragi italiane impunite per troppi anni, ossia nell’elenco delle stragi italiane anni 70, dopo la strage di piazza Fontana ricordiamo la strage di piazza della Loggia a Brescia nel maggio 1974 (qui la storia), una strage nera che provocò otto morti e 102 feriti con una bomba piazzata tra la gente accorsa alla manifestazione antifascista indetta dai sindacati.

    La strage di Ustica, una delle stragi italiane impunite, risale al 27 giugno 1980, quando il DC 9 Itavia in volo da Bologna a Palermo con 81 persone a bordo sparisce dal radar per entrare nel mistero. Il DC9 si trovava tra Ponza e Ustica. Il sospetto è che il DC9 di Ustica sia stato abbattuto da un missile americano, probabilmente per errore. La vicenda è diventata sempre meno chiara grazie a depistaggi e false ricostruzioni che col muro di gomma innalzato dalle istituzioni ha permesso di mantenere a lungo il mistero sulle cause della strage di Ustica (qui la storia).

    Le più grandi stragi della storia d’Italia

    Nell’elenco delle stragi italiane non possiamo non ricordare quella sul treno dell’Italicus nell’agosto del 1974 e la strage alla stazione di Bologna nell’agosto del 1980 che provocò 85 morti e 200 feriti. La strage dell’Italicus fu messa in atto nella notte tra il 3 e il 4 agosto 1974 sul treno Italicus in transito presso San Benedetto Val di Sambro, in provincia di Bologna. L’attentato terroristico causò dodici morti e 48 feriti. Con la Strage di piazza Fontana del 1969, la Strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974 e la Strage di Bologna del due agosto 1980, la strage dell’Italicus è considerata una delle più grandi stragi della storia d’Italia.

    Eccidi nazifascisti in Italia

    Gli eccidi nazifascisti in Italia sono avvenuti tra il 1943 e il 1945 e costarono la vita a oltre 20mila persone. I tedeschi, alleati degli italiani, compirono violenze e barbarie in collaborazione con i fascisti anche a discapito della popolazione civile. Le più famose stragi nazifasciste italiane sono la strage di Sant’Anna di Stazzema, le Fosse Ardeatine, la strage di Marzabotto-Montesole, Monchio e Cervarolo, Coriza, Lero, Scarpanto e gli eccidi dell’alto Reno.

    Una fucilazione eseguita nella zona di Sant’Anna di Stazzema / Ansa

    Infatti fare un elenco stragi del periodo nazifascista è complesso, sono più di 23.000 le vittime causate in circa 5.550 episodi, compresi nell’arco cronologico che va dal luglio 1943 al maggio 1945. Ad analizzare i fatti e produrre un elenco di stragi naziste e fasciste il più possibile completo, ci ha pensato l’Atlante delle stragi naziste e fasciste in Italia (a cura di ANPI e INSMLI – Istituto Nazionale per la Storia del Movimento di Liberazione in Italia), che è possibile raggiungere e consultare a quel link.

    Stragi di mafia anni 90

    E per finire ecco un breve riassunto con la cronologia delle stragi mafiose del 1992 1993 illustrata dall’Infografica Centimetri: