Turista finlandese violentata a Roma: arrestato un giovane di 23 anni

Una notte da incubo per la giovane, minacciata di morte e stuprata nella notte tra venerdì e sabato nel centro di Roma: 'Ho temuto di morire'. Fermato un 23enne originario del Bangladesh con regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari

da , il

    Turista finlandese violentata a Roma: arrestato un giovane di 23 anni

    Una turista finlandese è stata violentata in centro a Roma nella notte tra venerdì e sabato. La giovane è stata minacciata di morte e poi stuprata vicino a via Palestro, non molto lontano dalla stazione Termini. La Squadra Mobile e il commissariato Viminale della polizia di Stato, coordinata dalla procura di Roma, ha fermato un bengalese di 23 anni, in Italia con regolare permesso di soggiorno per motivi umanitari: una donna che avrebbe assistito alla violenza, senza riuscire a fermarla, lo avrebbe riconosciuto e segnalato alle forze dell’ordine che lo hanno fermato in poche ore, non lontano dal luogo della violenza, nella zona di Piazza Fiume, vicino la stazione. Il 23enne avrebbe anche rubato 40 euro alla vittima: per lui ora le accuse sono di violenza sessuale e rapina.

    Per la giovane, 20 anni, arrivata a Roma da pochi giorni per lavorare come baby-sitter, quella che doveva essere una serata tra amici si è trasformato in un vero incubo. Il venerdì sera era infatti uscita con delle amiche in un locale e, al termine della serata, aveva cercato un taxi insieme a un’amica per tornare nell’appartamento dove alloggia.

    In quel momento il 23enne si è fatto avanti e, con modi gentili ed educati, le ha offerto un passaggio con l’auto che sosteneva fosse parcheggiata lì vicino. La giovane si è fidata, convinta dal tono amichevole, e si è avviata verso la fantomatica auto, rassicurando l’amica di non preoccuparsi.

    Invece, dell’auto non c’era traccia: appena i due si sono allontanati, il bengalese avrebbe tentato un approccio sessuale, scatenando la reazione della giovane che si è messa ad urlare. A quel punto la situazione è degenerata e il 23enne avrebbe preso un sasso, l’avrebbe minacciata di ucciderla e picchiata, violentandola. Una donna è stata allertata dalle grida della giovane e si è affacciata alla finestra, assistendo all’aggressione: neanche le sue urla sono bastate a fermare la violenza.

    Il 23enne alla fine è fuggito dopo aver preso 40 euro dal portafoglio della vittima, ma è stato fermato in poche ore dagli uomini della Mobile, intervenuti sul luogo della violenza.

    La sindaca di Roma, Virginia Raggi, è intervenuta su Twitter per esprimere solidarietà alla giovane. “Vicina alla ragazza finlandese aggredita nei pressi della stazione Termini. Roma non accetta alcun tipo di violenza”, è il suo messaggio.