Ruba il cellulare e la ricatta per stuprarla, donna salvata dai Carabinieri

Dopo il duplice stupro a Rimini, si susseguono le notizie di aggressioni sessuali, l'ultima per fortuna finita con l'intervento provvidenziale delle forze dell'ordine: una seconda denuncia di violenza è invece risultata falsa

da , il

    Ruba il cellulare e la ricatta per stuprarla, donna salvata dai Carabinieri

    Dopo il duplice stupro a Rimini, si susseguono notizie di aggressioni sessuali nella città della costiera romagnola. L’ultima per fortuna si è risolta con l’intervento provvidenziale dei Carabinieri che sono riusciti a sventare una tentata violenza sessuale. Nella notte tra martedì e mercoledì, una coppia di 40enni di Parma sarebbe stata aggredita da un 34enne di origine marocchina che avrebbe rubato il cellulare della donna e costretta a seguirlo per riaverlo: il compagno avrebbe chiamato i Carabinieri e spiegato la situazione, indicando il luogo dell’aggressione. Gli uomini dell’Arma hanno seguito le sue indicazioni e trovato il 34enne nudo vicino alla donna: intervenuti, lo hanno arrestato.

    La vicenda della violenza a Rimini sta creando una sorta di psicosi, come sembra dimostrare un altro episodio. Negli stessi istanti infatti, al 112 è arrivata un’altra segnalazione di una violenza in corso: giunti sul posto, i militari hanno trovato una coppia di giovani intenti a farsi delle effusioni. Entrambi sono stati portati in caserma per accertamenti.