Parcheggia in posto disabili, multato reagisce con un messaggio shock

L'episodio nel parcheggio sotterraneo del centro commerciale 'Carosello' di Carugate, alle porte di Milano. L'autore del gesto forse sarà identificato

da , il

    Parcheggia in posto disabili, multato reagisce con un messaggio shock

    Lascia l’auto nel parcheggio riservato ai disabili, viene multato di 60 euro e, prima di andarsene, lascia un biglietto shock contro il portatore di handicap che aveva chiamato i vigili. La storia di Carugate, alle porte di Milano, è diventata virale perché un utente ha deciso di fotografare il biglietto e postarlo su Facebook, segnalando inoltre alla direzione del centro commerciale ‘Carosello’ ciò che era stato scritto. Cosa che ha permesso di rimuovere, di lì a poco, il messaggio ingiurioso.

    Vediamo nel dettaglio cosa è successo. Una persona parcheggia la macchina nell’area riservata ai portatori di handicap e incorre nella contravvenzione di 60 euro. Evidentemente scocciato dalla multa, scrive: A te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 euro non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato … sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!!!. Incredibile, davvero. Con tanto di errore di ortografia visto che ‘handicappato’ si scrive con una C soltanto.

    L’autore della bravata potrebbe venire identificato grazie alle telecamere di sorveglianza del parcheggio del centro commerciale e ai filmati. Intanto, sui social network, tantissimi sono stati i commenti di biasimo per chi ha scritto quelle frasi insultanti. L’utente che ha fotografato e condiviso la scritta si chiama Claudio Sala, con questo commento: “Volevo condividere questa perla di civiltà trovata oggi”. Numeroso le condivisioni. E chi si è indignato.

    La direzione del ‘Carosello’ ha poi emesso un comunicato stampa: “Ci dissociamo da questo gesto, non è mai accaduto nulla di simile prima d’ora nel nostro centro commerciale, ne siamo scioccati. E’ stato vergognoso”. E ancora: “Trattandosi di un sabato d’agosto, non c’era di certo mancanza di parcheggi, visto che molti dei nostri clienti sono in vacanza. Non era quindi difficile trovare un posteggio, che non fosse destinato ai disabili”.