Razionamento acqua Roma: rubinetti chiusi a turno per far fronte all’emergenza idrica

Per far fronte all'emergenza idrica, una delle più gravi degli ultimi decenni, a Roma si va verso il razionamento dell’acqua: molto probabili i turni, con i rubinetti chiusi in alcune fasce orarie nei vari quartieri e municipi della Capitale

da , il

    Razionamento acqua Roma: rubinetti chiusi a turno per far fronte all’emergenza idrica

    Roma va verso il razionamento dell’acqua. Per far fronte all’emergenza idrica, una delle più gravi degli ultimi decenni, sembrano inevitabili i turni, con i rubinetti chiusi in alcune fasce orarie nei vari quartieri e municipi della Capitale. Abbiamo scritto “sembrano” perché Regione, Campidoglio e Acea (la multiservizi che si occupa della gestione e del rifornimento dell’acqua nella zona di Roma) stanno cercando una soluzione dell’ultima ora per scongiurare il razionamento dell’acqua.

    Difficile, però, trovare un’alternativa ai turni dopo lo stop ad Acea, come ordinato dalla Regione Lazio, alla captazione dell’acqua dal lago di Bracciano. Una delle fonti da cui arriva l’acqua ai romani.

    Stop previsto tra poche ore, dalla mezzanotte di venerdì 28 luglio.

    La proposta di Acea è quella di posticipare la captazione ai primi giorni di agosto, per aspettare che Roma si svuoti per le vacanze.

    «La situazione di Roma è quella che mi preoccupa di più. Acea e Regione stanno lavorando su di una soluzione per evitare di lasciare centinaia di migliaia di persone senz’acqua perché non è accettabile», afferma il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

    Acea: «Necessario attuare programma di turnazione»

    Accettabile o meno, il razionamento dell’acqua a Roma resta molto probabile.

    Questa la nota di Acea, sul sito ufficiale: «Il periodo autunnale e invernale appena trascorso è stato caratterizzato da precipitazioni piovose largamente inferiori a quelle storiche. Questo ha provocato una riduzione delle fonti idriche che, associata ad una situazione di elevate temperature e conseguente aumento dei consumi di acqua, comporta la necessità di attuare un programma di “turnazione”, con un piano di razionamento che prevede l’interruzione dell’erogazione in alcune ore della notte al fine di evitare maggiori disagi durante il giorno».

    Come funziona il razionamento dell’acqua a Roma

    Acea ha già allestito sul sito la “Mappa dei turni sulla sospensione dell’acqua nei Comuni gestiti da Acea Ato 2”. Basta inserire il proprio indirizzo per controllare il turno di appartenenza.

    Mentre scriviamo, in realtà, non risulta ancora nessun turno.

    Come saranno organizzati i turni dell’acqua, se sarà razionamento?

    Da lunedì 31 luglio (data probabile) potrebbe avere inizio la turnazione di otto ore. La città dovrebbe essere divisa in due quadranti: ognuno, a turno, resterà con i rubinetti chiusi otto ore al giorno.

    Un milione e mezzo di romani si ritroveranno con l’acqua razionata.