Caso Yara, pubblicate le foto del cadavere della bimba. I genitori: ‘Siamo addolorati’

Dopo la conferma dell'ergastolo a Massimo Bossetti, la famiglia Gambirasio contro la pubblicazione sul web dell'immagine della figlia

da , il

    Caso Yara, pubblicate le foto del cadavere della bimba. I genitori: ‘Siamo addolorati’

    Soddisfazione per la sentenza in Appello che ha confermato la condanna all’ergastolo per Massimo Bossetti ma anche un grande dispiacere nel sapere che le foto del cadavere di Yara Gambirasio sono state pubblicate sul web. I genitori della 13enne di Brembate commentano la decisione del tribunale di Brescia al termine del procedimento che ha portato alla conferma del carcere a vita per il muratore di Mapello. “Abbiamo accolto la sentenza con la serenità di sempre“, hanno dichiarato i genitori di Yara dopo il processo. Per loro però c’è anche il dolore di aver saputo che sul web qualcuno aveva pubblicato le immagini del cadavere della figlia, scomparsa il 26 novembre 2010 e il cui corpo fu ritrovato il 26 febbraio 2011 in un campo a Chignolo d’Isola.

    A riferire le loro parole è stato il loro legale Enrico Pelillo, secondo cui Fulvio Gambirasio e Maura Panarese si sono detti “molto addolorati” per la pubblicazione nei giorni scorsi su un blog di alcune immagini del corpo della figlia uccisa.

    Lo stesso sostituto procuratore generale Marco Martani aveva parlato della vicenda durante la requisitoria tanto che uno dei legali di Bossetti, l’avvocato Claudio Salvagni, era voluto intervenire per chiarire, specificando di aver chiamato i colleghi avvocati che rappresentano la famiglia Gambirasio per sottolineare la loro estraneità. “Si tratta di un episodio molto grave che stigmatizziamo fermamente“, aveva dichiarato.

    L’avvocato Salvagni è poi tornato a parlare al termine del processo d’Appello, confermando il ricorso in Cassazione. “Sono molto fiducioso perché alla Corte Suprema si parlerà di diritto. Non ci sono giurie popolari ma giuristi di altissimo livello. Le nostre tesi verranno accolte“, ha ribadito il legale. “Mi spiace che per tutto questo tempo Bossetti debba rimanere in carcere. Non possiamo accontentarci di un colpevole qualsiasi, deve esserci un vero colpevole. Bossetti è totalmente estraneo alla vicenda“, la sua conclusione.